Home > Scuola e Università > Imparare l'inglese da piccoli con un metodo scientificamente provato

Imparare l'inglese da piccoli con un metodo scientificamente provato

scritto da: Olliver | segnala un abuso


 Vi sono condizioni in cui ci si chiede se sia sufficiente esporre un bambino a due lingue fin dalla nascita perché riesca ad apprenderle. Una domanda a cui segue una risposta, negativa. Perché i bambini imparino correttamente una seconda lingua non è sufficiente inserirlo in un ambiente multilingue, anche se sicuramente non esiste alcun danno a riguardo. Ciò che risulta essere particolarmente difficile è esporre un bambino alla lingua inglese in modo naturale e adeguatamente estesa: l’inglese deve essere divertente per i bambini e non visto come una costrizione.

Un esempio particolarmente chiaro verte nei confronti di un bambino sordo, per il quale spesso l’esposizione alla lingua non è un metodo naturale, poiché dovrà sforzarsi per apprenderla cercando di leggere correttamente le labbra. Questo spiega perché i bambini con questo tipo di problema vanno aiutati, sfruttando tutti gli elementi disponibili. Tuttavia, va precisato che l’apprendere due lingue diverse, può incontrare ostacoli nello sviluppo del bilinguismo.

Se un bambino si trova in un ambiente dove vengono parlare due lingue, quasi sempre ce ne sarà una meno parlata dell’altra e, così facendo, l’inglese per i bambini risulterà meno importante. Se un bambino vive in Italia e uno dei genitori parla l’italiano, mentre l’altro l’arabo o l’inglese o qualsiasi altra lingua, potrebbe percepire la prima lingua come fondamentale, basilare e significativa, soprattutto per il fatto che si tratta di una lingua parlata non solo tra le mura domestiche, ma anche nell’ambiente esterno a cui deve far fronte ogni giorno.

La lingua inglese per i ragazzi è molto importante, ma bisogna cercare di capire che cosa fare nel caso in cui ci ritrovi in una famiglia multiculturale. Innanzitutto, è fondamentale creare delle situazioni spontanee, vale a dire condizioni in cui il bambino si troverà spinto in maniera molto naturale a usare anche la lingua che non preferisce, o che non ritiene importante. Ad esempio, se si avrà a che fare con dei nonni che conoscono esclusivamente la lingua inglese o araba, è bene che trascorrano del tempo con il proprio nipote. Oppure, è possibile assumere una babysitter che parli esclusivamente un’altra lingua; in assenza di alternative, si può ricorrere alla visione di cartoni animati o programmi in un’altra lingua.

Ovviamente, ogni bambino presenta caratteristiche differenti da un altro, pertanto alcuni sembreranno essere più predisposti all’apprendimento che altri. Ci sono bambini che non manifestano alcuna differenza tra la lingua preferita e quella meno preferita, parlandole entrambe correttamente senza fare distinzioni. Tuttavia, è un dato di fatto piuttosto comune che i bambini si sentano più a loro agio con una delle due lingue apprese in particolari situazioni, o per trattare argomenti specifici.


Fonte notizia: http://hocus-lotus.edu/corsi-di-lingue-per-bambini.asp


corsi di inglese per bambini | imparare l inglese | scuola di inglese infanzia | corso inglese materna |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Corsi di inglese per bambini al Luneur Park di Roma

Corsi di inglese per bambini al Luneur Park di Roma
 Il Luneur Park, il luogo magico dedicato a tutti i bambini è un'oasi di divertimento puro ma anche un luogo in cui i bambini imparano tante cose. Per questo Hocus&Lotus hanno scelto il Luneur Park per insegnare l'inglese ai bambini in modo naturale e divertente.   Il 4 ottobre alle ore 17, presso la casa di Hocus&Lotus all'interno del Luneur Park, ci sarà la pre (continua)

Hocus&Lotus al Carrara Christmas Village 25-27 novembre e 2-4 dicembre 2016

Hocus&Lotus al Carrara Christmas Village 25-27 novembre e 2-4 dicembre 2016
 Carrara Christmas Village a Marina di Carrara (MS) è l'appuntamento da non perdere dove potersi divertire con tutta la famiglia nell'atmosfera tutta natalizia. Tante le occasioni di svago per mamma e papà che possono dedicarsi ai regali di Natale mentre i bambini si divertono con i laboratori pensati proprio per loro.   Tra le varie attività che ogni giorno della (continua)

30° Fiera di Anzola, una fiera per tutta la famiglia dal 16 al 19 giugno

30° Fiera di Anzola, una fiera per tutta la famiglia dal 16 al 19 giugno
 Dal 16 al 19 Giugno 2016, Anzola Emilia ospiterà “Anzola in Festa, che è giunta ormai alla 30ima edizione, la Fiera in cui bambini e adulti potranno godersi dell'ottimo cibo, ascoltare musica, ammirare creazioni artistiche e i bambini potranno divertirsi con tante iniziative tutte per loro.   Una grande festa in cui i bambini saranno gli assoluti protagonisti in un (continua)

Children's Pride, la festa dei diritti dei bambini il 10 e 11 Giugno a Carrara

Children's Pride, la festa dei diritti dei bambini il 10 e 11 Giugno a Carrara
 Dal 10 all'11 Giugno 2016, il centro storico di Carrara ospiterà un evento molto importante di comunicazione sociale in cui i bambini sono il tema fondamentale. Una grande festa dove i bambini e i loro diritti saranno gli assoluti protagonisti in una cornice di gioco, sport, spettacolo e cultura.   Giunta alla sua quinta edizione, il Children's Pride quest'anno si arricchiste (continua)

30 maggio 2016 a Cerveteri: Educazione al bilinguismo nei bambini

30 maggio 2016 a Cerveteri: Educazione al bilinguismo nei bambini
 Lunedì 30 maggio, dalle ore 17.00 alle 19.00, presso l’Aula Consiliare – Palazzo del Granarone del Comune di Cerveteri si terrà l’evento “Educare al bilinguismo. Hocus & Lotus i dinocrocs che insegnano le lingue ai bambini”.   L’iniziativa, promossa dall’associazione Le Mammole in collaborazione con l’associazione Aper (continua)