Home > Cultura > Antonio Preziosi Rai (Diocesi di Melfi): “Bisogna comunicare di esserci”

Antonio Preziosi Rai (Diocesi di Melfi): “Bisogna comunicare di esserci”

scritto da: DailyFocus | segnala un abuso

Antonio Preziosi Rai (Diocesi di Melfi): “Bisogna comunicare di esserci”


 La diocesi di Melfi guarda ai giovani per educare alla comunicazione. Antonio Preziosi, giornalista Rai, sottolinea come nell’epoca della digitalizzazione, le tecniche della comunicazione non possano essere più soltanto appannaggio di pochi eletti, ma debbano essere patrimonio comune. “Dal punto di vista dell’insegnante – commenta Preziosi alla presenza del vescovo di Melfi Gianfranco Todisco –, educare alla comunicazione e non conoscere il linguaggio dei nuovi media e dei social network significa imbarcarsi in un progetto fallimentare”. “Perché – ha concluso Preziosi – sia l’uomo a gestire il mondo digitale e non il digitale a gestire lui”.

Antonio Preziosi Insieme Per Educare Alla Comunicazione Pensare Digitale Per Essere Moderni

Antonio Preziosi, giornalista Rai

In attesa che arrivi un Papa nativo digitale, servirà ancora qualche decennio: nel palazzo vescovile di Melfi si pensa a come educare i giovani alla comunicazione, ai pro e ai contro di una società digitalizzata nella quale non è sufficiente esserci: “Bisogna comunicare di esserci”, chiarisce nella sua relazione Antonio Preziosi, giornalista Rai, già direttore di Radio1 e del Giornale Radio Rai. Preziosi sottolinea come nell’epoca della digitalizzazione, le tecniche della comunicazione non possano essere più soltanto appannaggio di pochi eletti, di pochi “professionisti”, ma debbano essere patrimonio comune. Da qui il bisogno di educare alla comunicazione.

“Dal punto di vista dell’insegnante – commenta Preziosi alla presenza del vescovo di Melfi Gianfranco Todisco –, educare alla comunicazione e non conoscere il linguaggio dei nuovi media e dei social network significa imbarcarsi in un progetto fallimentare”. Una piccola provocazione per spiegare come per educare alla comunicazione sia necessario entrare nella testa dei giovani, capire che cosa significhi “pensare in digitale”.

Un’impresa certamente complicata, che richiede studio, capacità di mettersi in sintonia con i giovani ma che si rivela essenziale se si pensa che la maggior parte delle persone è nata quando internet non c’era. Si tratta allora di colmare un gap, pensando che un giorno l’annuncio dell’“habemus papam” potrà essere dato addirittura con un tweet e che per le nuove generazioni questo non rappresenterà nulla di straordinario.

Il giornalista Rai ha continuato la sua relazione sottolineando l’importanza di capire che i “nostri giovani pensano in digitale. E che questa debba essere la nostra sfida comunicativa di oggi. Consapevole dei rischi e dei pericoli che si annidano in questo genere di passaggi”.  “Perché – ha concluso Preziosi – sia l’uomo a gestire il mondo digitale e non il digitale a gestire lui”.

FONTE: Daily Focus


Fonte notizia: http://www.dailyfocus.net/diocesi-di-melfi-antonio-preziosi-insieme-per-educare-alla-comunicazione-pensare-digitale-per-essere-moderni/


Antonio Preziosi | Preziosi giornalista Rai | Antonio Preziosi Rai |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

"Domenica In " - Mara Venier e Gianni Boncompagni i più amati della fortunata trasmissione. Lo dice il Web!


Preziosi direttore Radio1: "Radio è strumento moderno che non teme concorrenza digitale"


Preziosi giornalista Rai XXVI edizione del premio Internazionale Ascoli Piceno


Preziosi direttore Rai: Internet e la comunicazione nel terzo millennio


Preziosi giornalista, stati generali informazione a Matera


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Diritti tv serie A: guerra tra Sky Italia e Mediapro Italia S.r.l

Diritti tv serie A: guerra tra Sky Italia e Mediapro Italia S.r.l
 Codici: ad andarci di mezzo è sempre il consumatore, presentata segnalazione all’Antitrust Codici ha presentato una segnalazione all’Antitrust per segnalare il messaggio pubblicitario potenzialmente ingannevole di cui è autrice la società Sky Italia S.r.l La società infatti, pubblicizza nel proprio sito internet, una proposta di abbonamento della d (continua)

Pil Lombardia Speciale, Pil pro capite in Lombardia più alto di Gran Bretagna e Francia

Pil Lombardia Speciale, Pil pro capite in Lombardia più alto di Gran Bretagna e Francia
 Nel 2017 il Pil lombardo aumenta dell’1,8%, raggiungendo quota 37.258 euro pro capite, e del 5,1% nell’ultimo quadriennio. Le elaborazioni di Assolombarda evidenziano che, dal 2014 al 2017, la performance della regione è seconda solo a quella dell’Emilia-Romagna (+5,5%), migliore delle confinanti Veneto (+4,5%) e Piemonte (+2,3%) e sopra la media itali (continua)

Lombardiaspeciale imprese economia: indagine SWG e Polis Lombardia (febbraio 2018)

Lombardiaspeciale imprese economia: indagine SWG e Polis Lombardia (febbraio 2018)
 La Lombardia è una terra che offre opportunità al sistema delle imprese che, in generale, sono abbastanza soddisfatte della propria situazione economica e chiedono soprattutto un sostegno per poter liberare le migliori energie ed innovare. Questa è la sintesi di quanto emerge da una recente indagine svolta da SWG e Polis Lombardia(febbraio 2018), con (continua)

Masterclass Circolo Canottieri Aniene: Dal segno GRAFICO al segno SONORO

Masterclass Circolo Canottieri Aniene: Dal segno GRAFICO al segno SONORO
 L’Ensemble Vocale della Cappella Musicale Pontificia e il Maestro Direttore Mons. Massimo Palombella al Circolo Canottieri Aniene in una Lezione/Esibizione per conoscere e approfondire il repertorio corale sacro rinascimentale. Il 14 marzo 2018, alle ore 19, il Circolo Canottieri Aniene ospita una Masterclass del Maestro Direttore della Cappella Musicale Pontificia Mons. M (continua)

Lombardia Speciale, Innovazione, Lombardia regina delle start up

Lombardia Speciale, Innovazione, Lombardia regina delle start up
 Intervista al Prof. Angelo Di Gregorio, Ordinario di Management al Dipartimento di Scienze Economico-Aziendali e Diritto per l’Economia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca sull’approfondimento settimanale di Lombardia Speciale su “Innovazione, Lombardia regina delle start up”. Molti dati confermano che la Lombardia è una terr (continua)