Home > Pubblica amministrazione > MARIGLIANELLA IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE SU QUESTIONE GORI REPLICA AL CONSIGLIERE MATTIELLO.

MARIGLIANELLA IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE SU QUESTIONE GORI REPLICA AL CONSIGLIERE MATTIELLO.

scritto da: TonySpeaker | segnala un abuso

MARIGLIANELLA IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE SU QUESTIONE GORI REPLICA AL CONSIGLIERE MATTIELLO.


A proposito delle accuse della consigliera Mattiello sulla questione della convocazione di un consiglio comunale sul tema delle bollette pregresse Gori. Le dichiarazioni sulla questione Gori rilasciate dalla consigliera comunale Mattiello e apparse nei giorni scorsi su alcune testate on line (“Marigliano.net” e “L’altra Mariglianella”), così come la lettera aperta che i signori redattori del sito web “L’altra Mariglianella” hanno voluto cordialmente “recapitarmi”, consigliandomi tra l’altro di dimettermi dalla carica di Presidente del Consiglio comunale di Mariglianella, mi inducono ad una replica quanto mai opportuna e necessaria. Innanzitutto desidero ringraziare di vero cuore i signori redattori de “L’altra Mariglianella”, giornalisti professionisti e novelli consiglieri (nel senso che elargiscono consigli disinteressati), oltre che avventati distributori di patenti di legittimità politica. Farebbero meglio, i signori redattori de “L’altra Mariglianella”, se non prendessero per oro colato tutto ciò che esce dalla bocca della consigliera Mattiello, perché la parola della Mattiello, la quale pare sia parte integrante della redazione de “L’altra Mariglianella”, benché fonte autorevole, non rappresenta certo il Verbo. Farebbero bene, i signori redattori de “L’altra Mariglianella”, se riscontrassero e verificassero le notizie prim’ancora di pubblicarle, perché solo in tal modo è possibile dare notizie fondate e non distorte o parziali; farebbero bene, i signori redattori de “L’altra Mariglianella”, se si documentassero adeguatamente, prima di dare una notizia in pasto ai lettori, perché solo documentandosi è possibile fare informazione, un’informazione seria, corretta e giusta, e non disinformare sistematicamente per il solo gusto di sostenere la propria beniamina. Farebbero bene, i signori redattori de “L’altra Mariglainella”, se ospitassero, sulle proprie colonne e con la medesima visibilità, la replica di chi è stato tirato in ballo con una serie di accuse, per una sorta di par condicio e per una questione di giusta e corretta informazione, perché il confronto è, o dovrebbe essere, il fondamento stesso della libertà di informazione. Farebbero bene, i signori redattori de “L’altra Mariglianella”, se non dispensassero consigli non richiesti e se non distribuissero patenti di legittimità politica, sulla cui validità, francamente, ci sarebbe molto da eccepire. A questo punto desidero dare io un consiglio ai signori redattori de “L’altra Mariglianella”: leggetevi il Regolamento Comunale. In materia di convocazione del consiglio comunale, il Regolamento, al comma 4 dell’ Art. 17 Capo IV, prescrive: “Il presidente è tenuto a riunire il consiglio in un termine non superiore a 20 giorni, quando lo richieda un quinto dei consiglieri, inserendo all’ordine del giorno le questioni richieste”. Con l’approssimarsi del Natale, chiederò a Babbo Natale di regalarvi una copia del Regolamento Comunale, oppure provvederò io, personalmente. E mi raccomando: leggetelo! Così, potrete finalmente spiegare e far capire alla vostra beniamina, dott.ssa Mattiello, che il Presidente, da Regolamento, è obbligato a convocare il consiglio comunale qualora un quinto dei consiglieri ne faccia richiesta. Un quinto dei consiglieri, vale a dire, rapportandoci al nostro consesso e alla sua composizione, tre consiglieri comunali. Dunque, se la Mattiello e altri due consiglieri avessero firmato la richiesta di convocazione di un consiglio comunale con all’ordine del giorno la questione delle bollette Gori, in qualità di Presidente avrei convocato il consiglio comunale. La consigliera Mattiello, purtroppo, nei cinque anni di opposizione politica, non ha avuto ancora il tempo di sfogliare il Regolamento Comunale. Le interviste della Mattiello sulla vicenda Gori denotano una condotta politica ignorante (nel senso letterale del termine: che ignora) e scorretta. Ignorante, perché ignora il Regolamento Comunale; scorretta, perché nella mia replica (Prot. N. 10797 del 28/10/2014, della quale allego copia) alla sua richiesta di convocazione del consiglio comunale si faceva un chiaro e preciso riferimento al comma 4 dell’Art. 17 Capo IV del Regolamento Comunale, ma la Mattiello, nelle dichiarazioni rilasciate alla stampa (in particolare alla testata on line “Marigliano.net”) ha deliberatamente e scorrettamente ignorato questo passaggio tecnico per il solo gusto di fare una bassa e meschina propaganda politica, attaccandomi in questo modo: “Secondo il presidente del Consiglio Rocco Ruggiero, il Consiglio Comunale non va fatto, perché l'Amministrazione comunale, ha già provveduto ad informare la cittadinanza con manifesti che titolavano: ‘L'Amministrazione Comunale al fianco dei cittadini contro la GORI’”. Ad onor del vero, la consigliera Mattiello non è nuova a queste perle di condotta politica, perché molto spesso, nella Conferenza dei Capigruppo che precede ogni consiglio comunale, dice, afferma e sostiene cose che puntualmente contraddice, smentisce e si rimangia in consiglio comunale: insomma, predica bene e razzola male. E tutto questo per strappare qualche facile applauso. E pensare che la Mattiello non ha nemmeno i numeri sufficienti per presenziare alla Conferenza dei Capigruppo, e la sua partecipazione è consentita solo e soltanto in virtù di una deroga, diciamo pure una gentile concessione politica. Ora pare addirittura che la Mattiello abbia intenzione, sempre sulla questione della richiesta di convocazione di un consiglio comunale sul tema Gori, di organizzare una raccolta di firme, una petizione popolare, per chiedere la convocazione del consiglio comunale. Per favore, qualcuno le spieghi che non occorre una simile mobilitazione generale, non occorre una raccolta di firme. Ne bastano sole tre, di firme: la sua e quella di altri due consiglieri comunali. Il Presidente del Consiglio Comunale Rocco Ruggiero COMUNICATO STAMPA DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI MARIGLIANELLA NA

Consumi idrici |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

MARIGLIANELLA AMMINISTRAZIONE COMUNALE CHIARIMENTI SULLA GORI IN RISPOSTA AL CONSIGLIERE MATTIELLO.


-Mariglianella, Amministrazione Comunale al 50° Anniversario di Sacerdozio di Don Ginetto De Simone.


MARIGLIANELLA IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE ROCCO RUGGIERO: "ANDREA AMERICA FA HARAKIRI"


- Campania Palcoscenico del 4° Gran Premio Teatro Amatoriale FITA Stagione artistica 2018. (Inoltrato da Antonio Castaldo)


- Mariglianella, Svolto il primo Consiglio Comunale dell’Amministrazione Russo. Tommaso Esposito eletto Presidente del Civico Consesso.


- Mariglianella: Successo del “VII Trofeo Ciclistico De Angelis” promosso da “ACB e Pro Loco” con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

-Piacenza Round Table sostiene le attività dell’AISA. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Piacenza Round Table sostiene le attività dell’AISA. (Scritto da Antonio Castaldo)
Piacenza Round Table sostiene le attività dell’AISA. (Scritto da Antonio Castaldo) Sabato 7 maggio 2022, l’AISA Associazione Italiana Sicurezza Ambientale la cui sede provinciale di Piacenza è in Viale Stazione a Rottofreno con il Presidente Gianfranco Busatto ha ricevuto la visita del sociologo e giornalista Antonio Castaldo, delegato dal Presidente nazionale Cav. Giovanni Cimmino, da S (continua)

ANPI Zona Nolana presenta a Saviano il libro “Paisà, sciuscià e segnorine” di Avagliano e Palmieri. Un racconto corale del Mezzogiorno nei due anni sotto gli Alleati.(Inviato da Antonio Castaldo per A.N.P.I. Zona Nolana)

ANPI Zona Nolana presenta a Saviano il libro “Paisà, sciuscià e segnorine” di Avagliano e Palmieri. Un racconto corale del Mezzogiorno nei due anni sotto gli Alleati.(Inviato da Antonio Castaldo per A.N.P.I. Zona Nolana)
ANPI Zona Nolana presenta a Saviano il libro “Paisà, sciuscià e segnorine” di Avagliano e Palmieri. Un racconto corale del Mezzogiorno nei due anni sotto gli Alleati. (Testo trasmesso da Antonio Castaldo per A.N.P.I. Zona Nolana) La caduta di Mussolini e l’armistizio lasciano l’Italia stremata e divisa, mentre gli Alleati e i tedeschi si contendono palmo a palmo la penisola con sco (continua)

-Mariglianella Comune ed Associazioni in condivise iniziative di cultura, solidarietà e ambiente.

-Mariglianella Comune ed Associazioni in condivise iniziative di cultura, solidarietà e ambiente.
Mariglianella Comune ed Associazioni in condivise iniziative di cultura e solidarietà e ambiente. Venerdì 6 maggio 2022 alle 18:30 nell’Aula Consiliare del Comune di Mariglianella, retto dal Sindaco, Dott. Arcangelo Russo, si terrà la presentazione del libro “L’alchimista dei colori maledetti” di Giuseppe Sirio Esposito. L’autore dialogherà con il giornalista Andrea Fiorentino& (continua)

-Somma Vesuviana AISA promuove visita didattica ad Apice. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Somma Vesuviana AISA promuove visita didattica ad Apice. (Scritto da Antonio Castaldo)
Somma Vesuviana AISA promuove visita didattica ad Apice. (Scritto da Antonio Castaldo) La Presidenza dell’Associazione Italiana Sicurezza Ambientale, retta dal Cav. Giovanni Cimmino, nell’ambito delle variegate attività d’istituto ha promosso una giornata di visita e formazione a favore delle giovani generazioni per la riscoperta ed il rilancio di un equilibrato rapporto tra uomo e ambie (continua)

-Brusciano Festa della Liberazione 1945-2022. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Brusciano Festa della Liberazione 1945-2022. (Scritto da Antonio Castaldo)
Brusciano Festa della Liberazione 1945-2022. (Scritto da Antonio Castaldo)Lo scorso 25 aprile l’Italia ha celebrato la Festa della Liberazione dal nazifascismo, nella richiamata data della Liberazione di Milano del 25 aprile 1945, come fissato fra le ricorrenze festive civili nel calendario istituzionale attraverso la Legge n. 260 del 27 maggio 1949 e già festa nazionale come proclamato con d (continua)