Home > Altro > ALBERI è la cover di ALESSANDRO GIANNINI featuring LUCA SORRENTO del pezzo del grande cantautore ENZO GRAGNANIELLO

ALBERI è la cover di ALESSANDRO GIANNINI featuring LUCA SORRENTO del pezzo del grande cantautore ENZO GRAGNANIELLO

scritto da: Laltoparlante3 | segnala un abuso

ALBERI è la cover di ALESSANDRO GIANNINI featuring LUCA SORRENTO del pezzo del grande cantautore ENZO GRAGNANIELLO


 

 

Due cantanti napoletani emergenti si uniscono in un unico

progetto discografico

 


Da lunedì 8 dicembre, è in rotazione radiofonica, disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming, il singolo  Alberi di Alessandro Giannini e Luca Sorrento, una cover unplugged del celebre brano di Enzo Gragnaniello, prodotta da Jerry de Concilio e Michele J. Romano per l'etichetta Europhone Records, mentre gli arrangiamenti sono stati realizzati e curati da Alessandro Giannini. Alberi è anche il titolo del digital 45 disponibile per il download su tutte le piattaforme digitali contenente una versione cover di Senza Voce, altro celebre brano del Maestro Gragnaniello.

BIO

Alessandro Giannini è un cantautore napoletano proveniente dai quartieri spagnoli di Napoli. La sua voce è matura, i suoi testi narrano la vita nel quotidiano e con la sua chitarra ha una sonorità tipicamente mediterranea caratterizzante le sue produzioni, tra queste il lavoro intitolato "Le cose che non sai", già disponibile in digital download, ed il lavoro discografico intitolato "Io che vivo ccà" già disponibile in distribuzione fisica e da gennaio 2015 in distribuzione digitale.
Giannini trascorre la sua adolescenza tra i vicoli dei Quartieri Spagnoli dove vive ancora oggi. Con lui cresce la passione per la musica: scrive le sue prime canzoni all'età di 14 anni. Inizia a lavorare cambiando vari mestieri, cercando sempre qualcosa che non lo impegnasse tutta la giornata per continuare a coltivare il suo unico sogno. A 15 anni viene ospitato in un concerto di Tony Cercola, noto musicista partenopeo, svoltosi all' Otto Jazz Club dove ha ricevuto molti consensi da parte del pubblico.

Nel 2005 Giannini decide di vivere le prime esperienze in studio di registrazione, vuole incidere il suo primo singolo composto da due brani "Ovunque sei" e "Tra noi". Ma solo alla fine di questo progetto si rende conto che non era ciò che cercava dalla musica, il pop non è il vestito che vuole indossare e quel singolo non verrà mai distribuito.

Passa qualche anno e Alessandro inizia a scrivere brani di contesti sociali e di storie vissute nei vicoli del suo quartiere, si allontana dal pop e si immette nell' etnico mediterraneo iniziando a cantare nella sua lingua madre ossia il dialetto.

Nel 2013 ritorna in gioco con un progetto ben preciso intitolato: "Io che vivo ccà" composto da otto brani di cui uno scritto da Enzo Gragnaniello che Alessandro ha voluto omaggiare con "Senza Voce", un altro brano presente nell'album di Giannini. L'album ha visto come Special Guest il grande Musicista nonché amico Ciccio Merolla: il nome del brano è "Luna e Sole". Alessandro Giannini in questo progetto si cala anche in veste di produttore infatti l'album è autoprodotto ed è stato distribuito sul territorio nazionale.

Il 2013 è un anno molto importante per Alessandro dopo aver lottato per la creazione del progetto Io che vivo ccà inizia a fare promozione eseguendo un concerto al Teatro Trianon di Napoli dove è stato ben apprezzato sia dal pubblico che dai critici della Rai, dopodiché segue un’estate ricca di eventi dove una data in particolare conferma la bravura ed il talento di Giannini, quella del 3 Agosto al Maschio Angioino di Napoli.

 

 

Giannini viene contattato per aprire il concerto di Antonio Onorato e Piero Gallo noti musicisti partenopei: nell'occasione sale sul palco anche il grande Toninho Horta.

Gli organizzatori dell'evento notano che Alessandro nella sua apertura ha lasciato il segno e quindi improvvisano una chiusura inaspettata lasciandogli di nuovo il palco per un finale a sorpresa che vede come Special Guest Piero Gallo che con la sua mandola e la grinta di Alessandro cantano e suonano 'O figlio 'e chi nun tene niente brano autobiografico dello stesso Giannini.

Non ultima la sua performance live a Caivano in occasione del lancio dell'ultimo album di Nello Daniele, fratello di Pino, insieme ad artisti quali Pietra Montecorvino, M'Barka Ben Taleb, Franco Ricciardi, Marzo Zurzolo, Ciccio Merolla, Tony Esposito.


Luca Sorrento (nome d'arte di Luca Esposito), è un cantautore napoletano proveniente dal quartiere Ponticelli, la periferia orientale di Napoli.

Attualmente i brani di Luca in digital download sono "Non so più fingere", "Nella Tela" e il progetto "Direct recording" caratterizzato da registrazioni in studio in presa diretta.
All’età di 19 anni inizia un percorso di studi, dapprima nell’Accademia Sonora di San Giorgio a Cremano e poi presso il “Centro della voce” dove si specializza con il Maestro Ciro Caravano, componente dei Neri Per caso. 

Nel maggio del 2006 prende parte al musical “Quartieri Spagnoli Set” debuttando al Palapartenope di Napoli. Dal 2007 approfondisce la tecnica vocale e gli aspetti fisiologici della voce sotto la guida del maestro Francesco Ruocco.  Nel 2008 entra a far parte del progetto “Blue Gospel Singers” come corista e solista in diversi eventi e concerti su tutto il territorio nazionale.

Oltre allo studio del canto Luca affianca laboratori teatrali - diretti da Gianfranco Gallo e Manuela Schiano Lomoriello - e stage sul tema “Musical” con il docente Marco D. Bellucci direttore del Musical Theatre Accademy di Roma. 

Tra le più importanti partecipazioni ricordiamo “Ti lascio una canzone” su Rai 1, “Punto su di te” sempre su Rai1, “Italia’s Got Talent” su Canale5 e "Mezzogiorno in Famiglia" su Rai 2. 

Tra i festival canori più prestigiosi dove ha preso parte Luca, ci sono il piazzamento alle selezioni finali del “Premio Mia Martini 2012” e la vittoria al “Premio Piazza Campania”. Partecipa inoltre ai "Festival di Napoli", "Voci di Roma Tour", "Hit Festival Saint Vincent", "Baiano Festival" ed alla seconda edizione del Talent Show "Ti va di cantare?" nel quale risulta vincitore del premio della critica. 

A Novembre 2013 vince il Dream Music Festival, in onda su Italia Mia Television, con il suo singolo "Non so più Fingere" con i testi di Michele J. Romano.

Altri importanti live da segnalare, sono i concerti estivi in Villa Savonarola a Portici (sold out) ed il concerto in Francia presso il teatro di Charles de Ville in occasione della manifestazione di Italiani all'estero intitolato Fantasie Italiane



Alessandro Giannini e Luca Sorrento sono prodotti da Jerry de Concilio e Michele J. Romano già noti per aver prodotto "Passion Fruit", l'ultimo lavoro discografico di M'Barka Ben Taleb


https://www.facebook.com/AlessandroGianniniOfficial

https://twitter.com/AG_Officialpage

https://www.youtube.com/user/MrAlessandroGiannini

 

https://www.facebook.com/luca.sorrento.official

https://twitter.com/luca_sorrento

https://www.youtube.com/user/lucasorrentofficial

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ENZO GRAGNANIELLO esce con un nuovo singolo: GUARDO IL MARE


19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


Amadeo Peter Giannini, fondatore della Bank of Italy ricordato a Salerno


L’Antica Trattoria di Sorrento, un locale unico. Accoglienza, Ospitalità, Cortesia, Passione e Gusto sono gli elementi che lo contraddistinguono


A Sorrento si riparte dalla cultura per guardare al futuro


Luca Maris in radio con il nuovo singolo “Messaggio perfetto”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

GEDDO “Come un pazzo” è il nuovo brano estratto dal disco “Fratelli”

GEDDO “Come un pazzo” è il nuovo brano estratto dal disco “Fratelli”
Un rock euforico che ospita la voce di Lorena De Nardi e la tromba di Raffaele Kholer Il sound rock poderoso esalta l’euforia del prevalere della pazzia sulla ragione, diventando una sorta di inno all’irrazionalità, in cui il protagonista vede il solito mondo banale e immobile con gli occhi della follia dell’innamoramento. Come per gli altri brani di “Fratelli”, anche questo prevede la presen (continua)

#SENZAFESTIVAL - Il 28 febbraio alle 18 un evento per sottolineare l'importanza e il valore dei festival e dei contest italiani

#SENZAFESTIVAL - Il 28 febbraio alle 18 un evento per sottolineare l'importanza e il valore dei festival e dei contest italiani
A distanza di un anno dalle prime chiusure causa CovidDopo il Festival Day del 30 aprile 2020 con oltre 100 festival aderenti arriva#SENZAFESTIVALUn evento Domenica 28 Febbraio, alle ore 18 in contemporanea,con oltre 50 Festival e Contest che hanno già aderito da oltre metà delle province in tutta Italiavogliono sottolineare l’importanza e il valore dei festival e dei contest di musica popola (continua)

MATILDE G “Doorbell” il singolo che sta conquistando l’Asia della talentuosa cantante e compositrice italiana

MATILDE G “Doorbell” il singolo che sta conquistando l’Asia della talentuosa cantante e compositrice italiana
Scoperta a Singapore dalla label The Kennel AB, la giovane artista porta anche in Italia il suo pop energico e vibrante.  “Doorbell” sta già conquistando l’Asia. Prodotto dalla prestigiosa etichetta e casa di produzione svedese The Kennel AB (Celine Dion, The Scorpions, BTS, Pussycat Dolls, The Sam Willows) è stato pubblicato da poche settimane su licenza di importanti label in diversi P (continua)

IPPOLITO “Malafemmena” una nuova interpretazione dal disco “Piano pop” che omaggia i grandi classici della musica leggera italiana

IPPOLITO “Malafemmena” una nuova interpretazione dal disco “Piano pop” che omaggia i grandi classici della musica leggera italiana
Per il cantautore si tratta di un ritorno alle proprie origini campane attraverso la musica e le parole di uno dei simboli della canzone napoletana.«La musica napoletana è l’origine del pop italiano. Le mie origini sono campane e non c’era niente di meglio che contribuire a questo progetto interpretando un classico universale. Ho aggiunto a questo brano eterno scritto da Totò (e lanciato da Mario (continua)

Banchelli “Io chi sono” il nuovo singolo del poliedrico cantautore fiorentino, noto per la sua partecipazione a Sanremo ‘84 con “Madame”

Banchelli “Io chi sono” il nuovo singolo del poliedrico cantautore fiorentino, noto per la sua partecipazione a Sanremo ‘84 con “Madame”
Un brano intenso e introspettivo, autobiografico, sincero.Dopo il singolo “Fuori e dentro me”, di chiara impronta swing dalle atmosfere folk, Banchelli ritorna con “Io chi sono”, un brano intimo con un forte pathos, che non lascia indifferenti.Un pezzo caratterizzato dalla mano di  Fabrizio Federighi, storico produttore degli anni ‘80 (DeNovo, Neon e molti altri) che lo ha anche arrangiato e (continua)