Home > Economia e Finanza > Perché la campagna pubblicitaria CDP

Perché la campagna pubblicitaria CDP

scritto da: Clacro | segnala un abuso


Roma, 7 novembre 2014 –  Dopo oltre 160 anni di storia, Cassa depositi e prestiti ha deciso di raccontarsi con una campagna pubblicitaria. CDP svolge un ruolo unico, che nessuna società in Italia è in grado di ricoprire: valorizzare risorse private per raggiungere obiettivi di interesse pubblico.

Allo stesso tempo, Cassa depositi e prestiti si muove in un mercato competitivo, nel quale i prodotti di risparmio come libretti e buoni postali devono misurarsi con concorrenti che fanno della promozione pubblicitaria un elemento fondamentale della propria strategia di comunicazione. 

Per CDP è importante farsi conoscere al grande pubblico, descrivere il supporto che garantisce ogni giorno al Paese, alle imprese e alle famiglie italiane.

In previsione dell’utilizzo di strumenti complementari al risparmio postale e dell’ingresso nel mercato dei prodotti finanziari, come i bond,  Cassa depositi e prestiti ha voluto quindi iniziare un percorso di comunicazione trasparente, sia attraverso i canali tradizionale che quelli digitali, aperto a tutti gli utenti che vorranno avvicinarsi e dare fiducia a una istituzione che ha sempre accompagnato lo sviluppo del paese dalla ricostruzione post bellica allo sviluppo di moderne tecnologie di comunicazione.

 

 


Fonte notizia: http://www.cdp.it/media/in-primo-piano/al-via-la-prima-campagna-istituzionale-cdp.html


Cassa depositi e prestiti | CDP | edilizia | finanziamenti | housing sociale | social housing |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CDP, le testimonianze di Fabrizio Palermo e Giovanni Gorno Tempini nel libro di Paolo Bricco


Fabrizio Palermo: Renovit, CDP e Snam puntano sull’efficienza energetica


Al via la prima Campagna istituzionale CDP


CDP, partnership con Terna, Eni, Fincantieri: il commento dell’AD Fabrizio Palermo


Cdp: l’AD Fabrizio Palermo parla del piano in corso e degli eccellenti risultati del 2019


Fondo Nazionale Innovazione, Fabrizio Palermo: “Venture capital sarà asse per lo sviluppo”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Pietro Salini " Pronti con Fincantieri a rifare il ponte in un anno, ma il governo affronti l'emergenza edilizia"

«Siamo a Genova per spirito di servizio, in un progetto come la ricostruzione del ponte Morandi non si entra per fare utili. Tanti nostri operai che lavorano al Terzo valico sono liguri e noi vogliamo essere loro vicini. Con Fincantieri e gli altri partner ci sentiamo attrezzati per aiutare una città che senza quel ponte sta morendo, non può aspettare oltre. L’ho detto pi (continua)

Salini stringe su Astaldi, in volata in borsa

 Entro il 15 dicembre Salini Impregilo formalizzerà la proposta per Astaldi.  E' quanto ha anticipato l'agenzia Mf-DowJones, ricordando che il giorno dopo scade il termine fissato dal Tribunale per la presentazione del piano di risanamento, una scadenza che verosimilmente Astaldi  chiederà di prorogare di due mesi fino a metà febbraio per presentare un piano di (continua)

Astaldi: Gros-Pietro, bene consolidamento ma decidano societa'

 A margine della Italy corporate governance conference 2018, il presidente di Intesa Sanpaolo - Gian Maria Gros-Pietro - ha dichiarato che il primo obiettivo è mantenere le capacità imprenditoriali del nostro paese in tutti i settori, in particolare nel settore della costruzione di infrastrutture. L’obiettivo può essere realizzato attraverso dei consolidamenti soci (continua)

MASSIMO FERRARI: ATTIVISMO DEGLI AZIONISTI, FORZA POSITIVA IN ITALIA

 Milano, 11 Dicembre 2018 – L’attivismo degli azionisti rappresenta un grande valore per l’Italia e per le sue aziende  negli ultimi anni, secondo quanto dichiarato oggi da Massimo Ferrari, General Manager di Salini Impregilo, oltre che  Tim Board Member e Cairo Communication Board Member, durante la Italy Corporate Governance Conference,  che si è svol (continua)

Salini Impregilo, la stretta su Astaldi: lavorano insieme per la Metro Blu

Una proposta per Astaldi. La formalizzerà Salini Impregilo, il primo gruppo italiano di costruzioni, che in tal modo presenterà una soluzione industriale per salvare la seconda società italiana del settore, attualmente in crisi (è in concordato in bianco). La proposta non vincolante — secondo quanto trapela da fonti vicine agli advisor, Vitale & Co. e Bank of (continua)