Home > Cultura > A Natale divento Gay, Antonello De Pierro alla prima di Pino Ammendola

A Natale divento Gay, Antonello De Pierro alla prima di Pino Ammendola

scritto da: Daiotto | segnala un abuso

A Natale divento Gay, Antonello De Pierro alla prima di Pino Ammendola


 

Il giornalista presidente dell’Italia dei Diritti, movimento politico da sempre impegnato nel sostenere il teatro, era presente al debutto dell’esilarante spettacolo presso il Ghione di Roma

Roma - E’ ancora il sostegno alla cultura, in particolar modo al teatro, che il movimento Italia dei Diritti mette ai primissimi posti per l’orientamento della sua azione politica. Si protrae a oltranza infatti la presenza testimoniale del suo presidente Antonello De Pierro, che periodicamente si reca ad applaudire i tanti attori che offrono la loro impeccabile arte al servizio delle platee,  ancora fedeli nonostante i continui tagli e penalizzazioni che la politica rivolge al settore, che riesce a contrastare l’inevitabile crisi solo grazie al sacrificio e alla grande passione di chi gestisce le strutture, e degli artisti che, con impeccabili interpretazioni, ricordano a chi vorrebbe mettere loro il morso, che la nostra penisola non è mai stata avara di talenti. Tra l’altro De Pierro, che attualmente figura ai primi posti nella classifica ufficiale all’indirizzohttp://www.baroncelli.eu/politici_italiani, in quotidiano aggiornamento, dei politici più seguiti sul web, nei tanti anni di attività giornalistica, da direttore e voce storica di Radio Roma e da direttore di Italymedia.it, ha sempre dato molto spazio al teatro e molti degli attori impegnati sui palcoscenici sono stati spesso suoi ospiti ai microfoni radiofonici. E’ il caso di Pino Ammendola e di Emy Bergamo, impegnati insieme a Massimo Corvo, Annalisa Favetti e Libero Sansavini, presso il teatro Ghione di Roma nell’esilarante pièce  “A Natale divento gay”,  scritta e diretta  dallo stesso Ammendola. Una classica commedia degli equivoci, com’è nelle peculiarità dell’attore, autore e regista partenopeo, con incastri scenici ineccepibili che si fondano  costantemente sul malinteso di grande effetto.

Il protagonista è Peppino, un impenitente donnaiolo di mezza età con una giovane fidanzata gelosa quanto “coatta”, Emy Bergamo. Non è ricco, ma confida in uno zio che ha fatto fortuna in America con una catena di pizzerie e che ha promesso di cedergli la sua lucrosa attività per ritirarsi. C'è un solo piccolo neo nel suo piano. Ha fatto credere allo zio di essere gay,  esattamente come lui. Comunque  la sua vita scorrerebbe tranquilla se non fosse che a Natale lo zio ha deciso di arrivare a Roma per conoscere il compagno dell’amato nipote e benedire la loro unione. Inutile dire che Peppino sarà costretto a convincere un amico di fingersi il suo compagno. Questo scatenerà una serie di umoristici fraintendimenti e doppi sensi per un finale assolutamente imprevedibile.

Ad applaudire, oltre a De Pierro, il quale, da sempre impegnato per la piena integrazione sociale dei diversamente abili, ha apprezzato notevolmente la previsione di una replica con audiodescrizione per spettatori non vedenti e ipovedenti, c'erano Franco Nero, Angelo Maggi, Maria Rosaria Omaggio e Giò Di Giorgio. Era presente anche la bravissima attrice Maria Letizia Gorga, compagna di Ammendola, che da qualche giorno ha terminato di recitare insieme a Mascia Musy, presso il teatro Spazio Zero, sempre nella Capitale, dove ha interpretato uno dei due ruoli in "L'altra madre - Madri assassine tra cronaca e  mito", una rappresentazione molto suggestiva e di grande impatto emotivo dedicata all'attualissimo tema dell'infanticidio.


Fonte notizia: http://www.italymedia.it/notizie/cultura-sport-e-spettacolo/3249-a-natale-divento-gay-antonello-de-pierro-alla-prima-di-pino-ammendola-


Antonello De Pierro | Italia dei Diritti | Radio Roma | Pino Ammendola | Emy Bergamo | Nino Manfredi | Vittorio Gassman | Vittorio De Sica | Christiam De Sica | Carlo Verdone | Dino Risi | Gabriele Lavia | Salvo Randone | Enzo Trapani | Nanni Loy | Cinzia Torrini |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Crea una bella relazione con il ragazzo che corrisponde al tuo standard emotivo: Taimi è lì per aiutarti a chattare con gay a caso


Aggredito dai mafiosi e accusato dallo Stato, Italia dei Diritti esprime solidarietà al suo presidente Antonello De Pierro


Antonello De Pierro, parla il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e sanzionato incredibilmente dalla Polizia


Intervista a Luca Maris, cantautore napoletano, in ricordo del grande cantante Pino Daniele


Incontri di sesso in giro per l'Italia


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

De Pierro su condanna Armando Spada, a Federica Angeli è andata meglio che a me

De Pierro su condanna Armando Spada, a Federica Angeli è andata meglio che a me
Il presidente dell'Italia dei Diritti, poliziotto e giornalista, interviene sulla sentenza che punisce con un anno di reclusione il boss di Ostia e racconta l'aggressione ai suoi danni e la clamorosa censura disciplinare della Polizia di Stato, lamentando l'indifferenza della giornalista di Repubblica e neo delegata alle periferie di Roma Capitale nei suoi confronti Roma - A più di sette anni dall'evento che, secondo l'accusa, avrebbe visto il noto boss di Ostia Armando Spada minacciare di morte la giornalista di Repubblica Federica Angeli, è arrivata, in primo grado la condanna a un anno di reclusione. La Angeli si recò nello stabilimento gestito da Spada per  realizzare un'intervista e le minacce in esame sarebbero state rivolte al suo indirizzo per in (continua)

Lettera aperta di Antonello De Pierro,il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e punito paradossalmente dalla Polizia

Lettera aperta di Antonello De Pierro,il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e punito paradossalmente dalla Polizia
AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICAALLA PRESIDENTE DEL SENATOAL PRESIDENTE DELLACAMERA DEI DEPUTATIAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRIAL MINISTRO DELLA GIUSTIZIAAL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONEPARLAMENTARE DI INCHIESTA SUL FENOMENODELLE MAFIE E SULLE ALTRE ASSOCIAZIONICRIMINALI, ANCHE STRANIEREAL PROCURATORE NAZIONALE ANTIMAFIAAL PROCURATORE DISTRETTUALE ANTIMAFIA ROMAAL PROCURATORE DELLA  (continua)

Antonello De Pierro, parla il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e sanzionato incredibilmente dalla Polizia

Antonello De Pierro, parla il poliziotto giornalista aggredito dal boss Spada e sanzionato incredibilmente dalla Polizia
Il presidente dell'Italia dei Diritti ha deciso di rompere il silenzio sull'assurda vicenda, che vide il suo dirigente credere alla versione del clan. Era stata chiesta la destituzione poi derubricata in deplorazione, con carriera bloccata. Presto sarà un baby pensionato a spese dei cittadini, che sono costretti a lavorare fino a 67 anni Roma - E' nota a molti la vicenda che ha coinvolto, suo malgrado, il presidente dell'Italia dei Diritti Antonello De Pierro e la sua famiglia, in particolare sua madre Lucia Salvati, dirigente statale in pensione, i quali, dopo aver presentato un esposto per abusi edilizi sono stati risucchiati in un vortice kafkiano fatto di intimidazioni, coperture istituzionali, aggressioni mafiose.Il giornalis (continua)

De Pierro, a Percile ha vinto l'Italia dei Diritti

De Pierro, a Percile ha vinto l'Italia dei Diritti
Il presidente del movimento commenta il 30% ottenuto alle ultime elezioni nel comune della Valle Ustica e spiega perché considera questo risultato un successo Roma - Ad alcuni giorni dallo spoglio delle elezioni amministrative 2020, che hanno visto il movimento Italia dei Diritti partecipare con una lista in più comuni, il presidente Antonello De Pierro, il giornalista ex direttore e voce storica di Radio Roma che lo fondò alcuni anni or sono, si avventura in una disamina del voto. E lo fa con riferimento a Percile, incantevole borgo della Città Metropo (continua)

Carlo Spinelli nuovo responsabile per la Politica Interna dell'Italia dei Diritti

Carlo Spinelli nuovo responsabile per la Politica Interna dell'Italia dei Diritti
Il segretario provinciale romano, membro del direttivo nazionale, è stato nominato dal fondatore e presidente del movimento Antonello De Pierro e succede a Oscar Tortosa, il quale da alcuni mesi ha assunto la carica di vice presidente Roma - Il movimento Italia dei Diritti, fondato e presieduto dal giornalista Antonello De Pierro, ha un nuovo responsabile del Dipartimento Politica Interna.Si tratta di Carlo Spinelli, membro del direttivo nazionale e segretario provinciale romano, che succede a Oscar Tortosa, approdato da qualche tempo alla carica di vice presidente. La nomina è giunta direttamente dal presidente De Pierro dopo (continua)