Home > Altro > PROJECT MANAGEMENT: LA NUOVA FRONTIERA DELLA GESTIONE AZIENDALE

PROJECT MANAGEMENT: LA NUOVA FRONTIERA DELLA GESTIONE AZIENDALE

articolo pubblicato da: pemathew3 | segnala un abuso


Quello del project manager rappresenta, senza ombra di dubbio alcuna, uno dei ruoli in assoluto più impegnativi e stimolanti all’interno del team del progetto.
Si tratta di una figura paragonabile a quella di un direttore d’orchestra che, di concerto con gli altri attori del team, svolge una indispensabile funzione di coordinamento finalizzata allo sviluppo armonico e progressivo del progetto, contribuendo, nello stesso tempo, a creare una stabile visione d’insieme.
Il ciclo vitale di ciascun progetto è caratterizzato da numerosi step.
Compito del project manager è quello di saper riconoscere funzioni e peculiarità di ciascuno step, adattando il proprio lavoro alle richieste sempre mutevoli sia del progetto stesso che del team responsabile.

Trattandosi di un argomento estremamente complesso e controverso, non esiste un’unica chiave di lettura riguardante il project management. Come conseguenza di ciò, sia sul piano teorico che su quello pratico, ogni project manager tende a sviluppare una sua opinione e a consolidarla durante tutto il corso dela sua vita lavorativa e professionale. Ne risulta, dunque, una letteratura estremamente variegata, se non addirittura contraddittoria, nella quale è sempre più difficile sapersi districare con successo.
La domanda che occorre porsi al fine di superare questo notevole empasse informativo è:
“Chi è il project manager e che cos’è veramente il project management?”

LE TRE DIMENSIONI DEL PROJECT MANAGEMENT

Per rispondere a questo importantissimo quesito è necessario prima fare qualche passo indietro e analizzare con la dovuta attenzione il background strutturale caratterizzante il project management. Tale background è costituito da tre dimensioni perfettamente interconnesse con il ciclo vitale e produttivo di ciascun progetto.
Non dimentichiamoci, di fatti, che se il project manager è il direttore d’orchestra, il progetto è lo spartito dal quale prende forma la musica, ovvero il prodotto finale.
Vediamo rapidamente quali sono le tre dimensioni del project management e in che modo influenzano il processo gestionale dell’azienda.

·         Dimensione Tecnica
Generalmente associata alle prime fasi del ciclo vitale del progetto, la dimensione tecnica è quasi sempre caratterizzata da gap e difficoltà tecniche che devono essere superate grazie a una serie di mansioni finalizzate a sviluppare il progetto attraverso un lavoro congiunto con il team.

·         Dimensione Transazionale
La dimensione transazionale fa riferimento a tutte quelle attività tradizionalmente associate alla gestione del workflow aziendale. Tali attività si basano principalmente sul controllo del progetto durante la sua fase di implementazione.

·         Dimensione Trasformazionale
In questa dimensione il project manager si trasforma in project leader, capace non solo di monitorare e coordinare il lavoro del proprio team, ma anche di motivare tutti gli attori coinvolti in egual misura, garantendo, così, la qualità del prodotto finale.


PROJECT MANAGER: LEADER VISIONARIO O SUPEREROE?

Alla luce di quanto detto fino ad ora, appare chiaro come il ruolo del project manager richieda numerose competenze che spaziano dalla conoscenza tecnico-pratica del prodotto (e del progetto ad esso relativo) a profonde capacità interrelazionali e comunicative.
Ciascun project manager è chiamato ogni giorno a riconoscere e adottare tutte e tre le dimensioni gestionali del progetto. Ne deriva un lavoro di squadra prolifico e fruttuoso nel quale il project manager:

·         Seleziona e crea i migliori processi per il ciclo vitale di un progetto

·         Riconosce il valore aggiunto delle singole attività

·         Motiva e responsabilizza i vari attori coinvolti nel processo

·         Gratifica il proprio team rendendolo partecipe del successo di uno o più progetti

·         Esamina costantemente il proprio lavoro individuando i punti che dimostrano di avere un più ampio margine di miglioramento

 

PROJECT MANAGEMENT: DAL PROBLEMA ALLA SOLUZIONE

Il project management è uno degli aspetti in assoluto più rilevanti della gestione aziendale eppure sono poche le realtà imprenditoriali veramente consapevoli della sua importanza. Non a caso, spesso e volentieri, lo stesso project manager viene coinvolto nel progetto tramite modalità lavorative del tutto inadeguate (part-time, contratto a progetto, etc.).
Studi recenti e approfonditi sull’argomento hanno dimostrato che le aziende operanti nel pieno rispetto degli standard organizzativi del project management riescono a ridurre notevolmente i costi di gestione  e di sviluppo di ogni singolo progetto grazie a un costante monitoraggio del processo produttivo e del complesso ciclo vitale del progetto.
Investire in project management significa, dunque, ottimizzare costi e tempo, innalzando, al contempo, il livello qualitativo del prodotto finale.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Energo Logistic: Francesco Pavolucci, siamo presenti su Logistica Management 2018


Il ruolo del Project Manager e del Business Analyst nella raccolta e definizione dei requisiti


I sistemi di gestione nell’ottica dei rischi


SC Management: festival, disco ed eventi offrono opportunità di lavoro ai giovani


Qintesi introduce una nuova Service Line focalizzata su tematiche di Management & Consulting


Le collaborazioni sviluppate grazie alla professionalità di Mood Management


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Web Marketing in Italy ATCommunication

Web Marketing in Italy ATCommunication
 Sempre più spesso si sente parlare di web marketing e di termini come SEO o SEA. Sono concetti che non possiamo evitare di conoscere nel mondo iperconnesso di oggi, in particolare se abbiamo intenzione di promuovere i nostri prodotti o i nostri servizi online. Un’attività commerciale che si basa almeno in parte sulla rete, infatti, difficilmente riuscirà a ottenere (continua)

Il web designer, architetto del web ma non solo

Il web designer, architetto del web ma non solo
 All’interno della varie attività che sono comprese nell’esecuzione di un sito web, il ruolo del web designer sottintende una pluralità di competenze che valicano ampliamente le mere attività grafiche di web design. Se infatti egli si occupa naturalmente di web design, gli ambiti del  web designer si sono successivamente allargati a tutti quegli aspetti p (continua)

AT Communication SEO organizzazione in Italia

AT Communication SEO organizzazione in Italia
 AT Communication è un’agenzia di organizzazione eventi di carattere nazionale e internazionale, che opera nel campo della comunicazione e della pubblicità. Nasce nel 2006 e, nel corso degli anni, è stata protagonista in campo mondiale con manifestazioni sportivi, promozionali e di entertainment, convegni e fiere, lancio di nuovi prodotti e cataloghi, stand azienda (continua)

Marketing e comunicazione, i motivi che portano un contenuto a diventare virale

 Ecco come favorire la condivisione e l’attenzione degli utenti Le ragioni che rendono un contenuto virale piuttosto che un altro non sono più un tabù. Grazie allo studio di Noah Kagan possiamo consultare le regole di marketing e comunicazione che definiscono i principali aspetti determinanti per una maggiore condivisione ed attenzione di un contenuto in rete, sia esso un (continua)

Chi è il graphic designer: lavoro e campi d’azione

Chi è il graphic designer: lavoro e campi d’azione
 Quando si parla di graphic designer ci si riferisce ad una figura professionale che lavora nell’ambito della progettazione grafica, sia essa cartacea che digitale, che serva a promuovere la comunicazione visiva di un messaggio. Con il termine graphic designer ci si riferisce a diversi tipi di professionisti, Dal fotografo all’architetto, dal web designer all’esperto di bann (continua)