Home > Cultura > MACERATA CAMPANIA FESTA DI SANT'ANTUONO. di Antonio Castaldo

MACERATA CAMPANIA FESTA DI SANT'ANTUONO. di Antonio Castaldo

scritto da: TonySpeaker | segnala un abuso

MACERATA CAMPANIA FESTA DI SANT'ANTUONO.  di Antonio Castaldo


 A Macerata Campania in provincia di Caserta è in pieno svolgimento la “Festa di Sant’Antuono”, dal 9 al 17 gennaio 2015, con l’Organizzatore dell’Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa, la Chiesa Abbaziale San Martino Vescovo di Macerata Campania ed il Patrocinio del Comune di Macerata Campania e del Consiglio Regionale della Campania per uno degli eventi più importanti nel panorama delle feste religiose/popolari della Regione Campania.

Tanti i partecipanti di enti, associazioni ed istituzioni di Macerata Campania: la Parrocchia San Marcello Martire di Caturano a Macerata Campania; Istituto Comprensivo “Presidio della Legalità” di Macerata Campania; Comitato per la Promozione del Patrimonio immateriale (ICHNet); Pro Loco “Vivere a Caturano” di Macerata Campania;  le associazioni Pinocchio & Geppetto ONLUS di S. Maria Capua Vetere, Radici di Marcianise, Giochi Antichi di Verona, il Gruppo Majorettes della Parrocchia San Nicola di Bari di Casal di Principe, l’ACI di Casagiove.

L’evento è gemellato con il “Festival della Vita” promosso dalla Diocesi di Caserta e dalla Società San Paolo ed aderisce alla “Giornata Nazionale del Dialetto e delle lingue locali” promosso da UNPLI. I media partner sono Radio Prima Rete, radio ufficiale dell’evento, Campaniaslow.it. Il sito web ufficiale è su www.santantuono.it  (e-mail: info@santantuono.it), contatti telefonici sono: 333 37 99 846 e  338 97 70 289.

Nel programma festivo le Battuglie di Pastellessa, mostre, mercatini, seminari, giochi tradizionali e gastronomia con il tipico piatto della “past'e'llessa” faranno da cornice ad uno degli eventi più importanti della Regione Campania in cui la religiosità è l’elemento principale. C’è infatti grande attesa per la processione di Sant’Antonio Abate in programma il 17 gennaio 2015 nel corso della quale il nuovo abate curato don Rosario Ventriglia benedirà i Carri di Sant’Antuono e i partecipanti all’evento, prima dello sparo dei consueti fuochi pirotecnici figurati in Piazza De Gasperi.

L’edizione 2015 organizzata dalla Chiesa Abbaziale San Martino Vescovo di Macerata Campania con l’Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa accreditata come NGO presso l’UNESCO, con il patrocinio di: Comune di Macerata Campania e Consiglio Regionale della Campania, con la partecipazione di: Parrocchia San Marcello Martire di Caturano, Istituto Comprensivo “Presidio della Legalità” di Macerata Campania, Comitato per la Promozione del Patrimonio immateriale (ICHNet), Pro Loco “Vivere a Caturano” di Macerata Campania, Associazione Pinocchio & Geppetto ONLUS di S. Maria Capua Vetere, Associazione Radici di Marcianise, Circolo Sociale di Macerata Campania, Associazione Giochi Antichi di Verona e Gruppo Majorettes della Parrocchia San Nicola di Bari di Casal di Principe, inizierà il 9 gennaio per concludere il 17 gennaio 2015.

L’evento 2015 è gemellato con il “Festival della Vita” promosso dalla Diocesi di Caserta e dalla Società San Paolo e aderisce all’iniziativa “Giornata Nazionale del Dialetto e delle lingue locali” promosso da Unione Nazionale Pro Loco Italia. Mediapartner dell’evento sono Campaniaslow.it e Radio Prima Rete, radio ufficiale della festa.

Ad aprire la manifestazione la “Notte dei Carri” in scena venerdì 9 gennaio 2015, che a partire dalle ore 16:00 fino alle ore 23:00 consentirà ai tanti visitatori di assistere presso i vari rioni maceratesi agli ultimi preparativi dei Carri di Sant’Antuono e alla prova generale delle Battuglie di Pastellessa.

La sfilata dei Carri di Sant’Antuono, dove trovano posto le Battuglie di Pastellessa con i bottari di Macerata Campania è uno dei momenti più attesi del folclore casertano e richiama ogni anno un numero sempre maggiore di visitatori e turisti provenienti da tutta l’Italia, attenti ai rituali e alle tradizioni popolari. Botti, tini e falci vengono percosse armonicamente su carri a forma di barche in onore di Sant’Antonio Abate, dando vita a poliritmie che ricalcano le origini contadine della comunità. Una tradizione questa che nasce a Macerata Campania nel XIII secolo e che vedrà il suo culmine con le sfilate che a partire da sabato 10 gennaio 2015 animeranno il paese, fino all’atteso passaggio di domenica 11 gennaio 2015 davanti al sagrato della Chiesa Abbaziale San Martino Vescovo, per poi concludersi in Piazza De Gasperi sabato 17 gennaio 2015 nel giorno dedicato a Sant’Antuono.

Saranno circa 1.000 i bottari di Macerata Campania suddivisi su 15 Battuglie di Pastellessa che sfileranno nel corso della Festa. Queste le Battuglie di Pastellessa partecipanti: L’epoca nov, La compagnia del 2011, I wagliun ra vie ‘e for, A gioventù nov, Battuglia libera, I ragazzi del 2000, Cantica popolare, Suoni antichi, A cumpagnia ‘e Sant’Antuono, A cumpagnia nov, A Cantenella, L’ombr nov, La compagnia de “I punto esclamativo”, Carro ‘e vascio ‘o vasto, Casalba: I nuovi suoni.

Grazie alla collaborazione con la Pro Loco “Vivere a Caturano” e l’Istituto Comprensivo “Presidio della Legalità” di Macerata Campania, nei giorni 12-13 gennaio si potrà assistere alla sfilata dei carri tradizionali che porteranno la musica a Pastellessa per l’intero paese a partire dalle strade più strette, oggi impraticabili viste le dimensioni degli attuali carri.

Come di consueto nei giorni 14-15-16 gennaio nella Chiesa Abbaziale San Martino Vescovo si svolgerà il Triduo di Sant’Antonio Abate, alla cui conclusione il 16 gennaio vi sarà la benedizione del fuoco e degli animali con l’accensione del Cippo di Sant’Antuono.

Il 17 gennaio è il momento clou della manifestazione. La giornata si aprirà con la Santa Messa dedicata a Sant’Antonio Abate e al suo termine avrà luogo la processione con la venerata statua del Santo e con la benedizione dei Carri di Sant’Antuono. A mezzogiorno si potrà assistere al tradizionale spettacolo dei fuochi pirotecnici figurati, nel quale figure legate alla vita del Santo ('a signora 'e fuoco, 'o puorco, 'o ciuccio e 'a scala) verranno fatte esplodere, come segno di distruzione del male, nella piazza principale del paese sotto la visione attenta del pubblico festante. A completare la giornata la sfilata dei Carri di Sant’Antuono e la Riffa in Largo Croce (Via Elena), che a partire dalle ore 15:30 consentirà la vendita all’asta dei beni in natura offerti dal popolo al Santo.

Di importanza sono i Giochi Tradizionali che andranno in scena il 14-15-16 gennaio, come il Palo di Sapone, la Corsa con le Botti, il Giro della Botte, il Tiro della Fune e la Corsa nei Sacchi, promossi anche quest’anno dall’Associazione Giochi Antichi organizzatrice del famoso Festival Internazionale dei Giochi in Strada “Tocatì” di Verona, a cui ha preso parte la Comunità di Macerata Campania in due edizioni.

Il 10 gennaio 2015 la Festa di Sant’Antuono a Macerata Campania ospiterà il Gruppo Majorette della Parrocchia “San Nicola di Bari” di Casal di Principe.

Nei giorni 11-16-17 gennaio 2015 si potrà assistere all’esibizione della Banda Musicale, del Gruppo Majorette e del Gruppo Folcloristico con costumi tradizionali dell’Istituto Comprensivo di Macerata Campania.

Il 14 gennaio 2015 avrà luogo presso l’Istituto Comprensivo di Macerata Campania il Seminario “PastellessaLab” sulla Festa di Sant’Antuono. Nel corso del Seminario verrà consegnato a don Gennaro Iodice la terza edizione del premio “Historia loci”, istituito dall’Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa al fine di riconoscere tutte quelle persone ed enti che hanno contribuito in modo fattivo alla salvaguardia, alla trasmissione e alla valorizzazione della Festa di Sant’Antuono e delle espressioni culturali ad essa inerenti, come la Pastellessa, patrimonio culturale immateriale di Macerata Campania.

A completare la giornata del 14 gennaio l’evento “Tradizioni senza barriere” a favore dei diversamente abili, promosso in collaborazione con l’Associazione Pinocchio & Geppetto, che si occupa della tutela delle persone con disabilità e delle loro famiglie, con la partecipazione dell’ACI di Casagiove. Nel corso dell’evento i partecipanti potranno svolgere dei giochi in Piazza, oltre che a suonare insieme ai bottari di Macerata Campania.

Il 16 gennaio 2015 sarà possibile degustare la squisita “past'e'llessa”, ovvero la pasta con le castagne lesse, selezionata dall’Associazione Sapere Sapori nel 2011 come uno dei 150 piatti tradizionali che più rappresentano le caratteristiche culturali e storiche dell’Italia, oltre che ballare al suon di tammorra con la paranza dell’Associazione Radici di Marcianise. Nei restanti giorni sarà possibile degustare la “past'e'llessa” presso i punti ristoro presenti in paese.

Infine sono da visitare nei giorni 10-11-16-17 gennaio 2015 la mostra “Macerata Campania, città che suona” nel Palazzo Piccirillo presso la Villa Comunale, in cui sarà possibile ammirare foto e creazioni artistiche dedicate alla festa e lasciare la propria firma come segno di partecipazione all’evento. Nella mostra saranno esposte le foto partecipanti al Concorso Fotografico indetto dall’Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa e le opere partecipanti al Concorso di Disegno/Prosa/Costruzioni indetto dal Circolo Sociale di Macerata Campania.

Nel corso dell’evento i camper potranno sostare in un’area dedicata.

Sabato 24 gennaio e domenica 25 gennaio 2015 la festa si rinnoverà nella Parrocchia San Marcello Martire di Caturano a Macerata Campania.

Per maggiori informazioni sulla manifestazione visita www.santantuono.it.


IESUSIstituto Europeo di Scienze Umane e Sociali

Brusciano NA

 

 

 

 

 

Festa di Sant Antuono |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

-Irpinia, 40° Anniversario del Terremoto. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Irpinia, 40° Anniversario del Terremoto. (Scritto da Antonio Castaldo)
Irpinia, 23 Novembre 1980-2020. Il 40esimo Anniversario del Terremoto. (Scritto da Antonio Castaldo)Dall’Unità d’Italia ad oggi, in 160 anni, sono stati registrati 36 eventi disastrosi e oltre 150.000 morti. Fra i più terribili, sicuramente il più violento registrato in Italia dopo la Seconda Guerra Mondiale, è quello di quaranta anni fa. Il 23 Novembre 1980, alle ore 19,35 una fortissima sco (continua)

-Brusciano, Clelia Cortini e “Modern Dance” trent’anni di successo. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Brusciano, Clelia Cortini e “Modern Dance” trent’anni di successo. (Scritto da Antonio Castaldo)
Brusciano, Clelia Cortini e “Modern Dance” trent’anni di successo. (Scritto da Antonio Castaldo)  “Nemo propheta acceptus est in patria” come testimoniano i Vangeli (Luca 4, 24; Matteo 13,57; Marco 6, 4; Giovanni 4, 44; C. E. I.) nel riportare le parole di Gesù di ritorno a Nazareth che così descrive la condizione di chi trova incomprensione e gelida accoglienza nel proprio paese e che (continua)

-Torre del Greco, Airone Blu per l’Autismo vola oltre l’ostacolo del Covid-19. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Torre del Greco, Airone Blu per l’Autismo vola oltre l’ostacolo del Covid-19. (Scritto da Antonio Castaldo)
Torre del Greco, Airone Blu per l’Autismo vola oltre l’ostacolo del Covid-19. (Scritto da Antonio Castaldo)La Pandemia da Covid-19 sta segnando la nostra vita anche con varie tracce cromatiche: il nero dei numerosi lutti; il grigio delle giornate in lockdown; il giallo, l’arancione e il rosso dei livelli di rischio sulla cartina geografica dell’Italia; il bianco salutare di medici ed infermie (continua)

-Brusciano, Nuove azioni dell’Amministrazione Montanile contro il Covid-19. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Brusciano, Nuove azioni dell’Amministrazione Montanile contro il Covid-19. (Scritto da Antonio Castaldo)
Brusciano, Nuove azioni dell’Amministrazione Montanile contro il Covid-19. (Scritto da Antonio Castaldo) Nella Conferenza Stampa di martedì 10 novembre 2020 tenuta presso la Casa Comunale di Brusciano, il Sindaco, Avv. Giuseppe Montanile, ha illustrato la rafforzata azione dell’Amministrazione Comunale messa in campo contro la Pandemia da Covid-19. Nonostante la straordinarietà del momen (continua)

Mariglianella, Comune in costante attività di prevenzione rischio Covid-19. Servizi assicurati, monitoraggio dipendenti e sanificazione uffici comunali.

Mariglianella, Comune in costante attività di prevenzione rischio Covid-19. Servizi assicurati, monitoraggio dipendenti e sanificazione uffici comunali.
Mariglianella, Comune in costante attività di prevenzione rischio Covid-19. Servizi assicurati, monitoraggio dipendenti e sanificazione uffici comunali.A Mariglianella, in tempo di Pandemia da Covid-19, vanno avanti alacremente le attività ordinarie e straordinarie dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco, Dott. Arcangelo Russo il quale, mercoledì 11 novembre 2020, ha seguito persona (continua)