Home > Cultura > Fondazione Grimaldi, al via un ciclo di lezioni sulla storia otto-novecentesca di Modica

Fondazione Grimaldi, al via un ciclo di lezioni sulla storia otto-novecentesca di Modica

scritto da: Inpress | segnala un abuso

Fondazione Grimaldi, al via un ciclo di lezioni sulla storia otto-novecentesca di Modica


 Modica (RG) - Un ciclo di lezioni sulla storia meno conosciuta di Modica, quella che abbraccia l'Ottocento e il Novecento. A tenerlo sarà Giuseppe Barone, ordinario di Storia contemporanea nell'università di Catania, che dedicherà cinque incontri alle vicende otto-novecentesche dell'ex capitale della Contea.


L'iniziativa, organizzata dalla Fondazione Giovan Pietro Grimaldi e dall'Unitre di Modica, prenderà il via sabato 14 marzo alle ore 17,30 a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106). La prima lezione verterà sul crepuscolo della Contea e sulla prima metà dell'Ottocento, quando i malumori per la dolorosa perdita di Pozzallo, i danni causati dall'alluvione del 1833 e la crisi economico-finanziaria che attanagliò il circondario, polarizzarono una parte importante della classe dirigente e dell'opinione pubblica su posizioni nettamente anti-borboniche che sfoceranno nei moti del 1837, 1848 e 1860.

Rispetto ai secoli XIV-XVIII, noti grazie agli atti di un importante convegno (1996) e a vari studi sulla storia della Contea, l'Ottocento e il Novecento sono in larga parte ancora da studiare. Nelle sue lezioni, lo storico fornirà in anteprima notizie inedite attinte da documenti e carte d'archivio, tracciando dei profili biografici di deputati e uomini politici dell'epoca. L'obiettivo del ciclo di lezioni è quello di fornire una prima sistemazione del quadro storico, politico, economico e sociale di Modica dal 1812 ai nostri giorni.

Le lezioni, che avranno una cadenza quindicinale, sono rivolte in particolare al mondo della scuola, agli studenti delle scuole secondarie, agli universitari e a tutti gli appassionati di storia locale.   
 

Info e contatti
Fondazione Giovan Pietro Grimaldi
Corso Umberto I, 106 - 97015 Modica (RG)
tel. 0932 757459  fax 0932 752415

Fonte notizia: http://www.inpressufficiostampa.com/2015/03/fondazione-grimaldi-al-via-un-ciclo-di.html#more


Storia contemporanea | Fondazione Grimaldi | Modica | Giuseppe Barone |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Nuovi percorsi per la storia orale e le fonti orali, storici e scienziati sociali a confronto


AISO, al via il convegno su “Nuovi percorsi per la storia orale e le fonti orali”


Due vite insieme sui sentieri dell'arte, bipersonale di Blandino e Fratantonio a Palazzo Grimaldi


Fondazione Grimaldi, pubblicato il bando per due premi di laurea magistrale


La Grande Guerra negli Iblei, a Palazzo Grimaldi una mostra dal 4 dicembre al 31 gennaio


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

People symbols: il nuovo piano di riqualificazione pittorica di Tommaso Chiappa

People symbols: il nuovo piano di riqualificazione pittorica di Tommaso Chiappa
Un progetto di riconversione urbana all’Istituto Comprensivo Renato Guttuso di Palermo Palermo (PA) - Il dialogo con la città ma soprattutto con i più giovani al centro di “People symbols”, l’ultimo progetto artistico di Tommaso Chiappa. L’Istituto Comprensivo Renato Guttuso, in via Galletti 78 a Palermo, diventa protagonista urbano grazie a un laboratorio che ha coinvolto alcuni studenti delle classi III A, III B, III D in uno straordinario piano di riqualificazione pittorica, (continua)

Circe alla Biennale Light Art di Mantova: l’amore e la guerra nell’inedita performance di Marilena Vita

Circe alla Biennale Light Art di Mantova: l’amore e la guerra nell’inedita performance di Marilena Vita
“Circe. Amore e guerra”, il site-specific dell’artista siracusana, sarà presentato sabato 28 maggio alle ore 21.30 nella Casa di Andrea Mantegna a Mantova. Mantova (MN). La luce è un’idea sociale alla Biennale Light Art di Mantova 2022. Nella splendida Casa di Andrea Mantegna, dal 27 maggio al 28 agosto, ventisei artisti di spessore internazionale si ispirano alla “ricerca contemporanea sulla Luce, tra Arte e Design”. Un confine sottile, questo, che permette di concepire fonti luminose e chiaroscuri come esperienze emotive e relazionali tra lu (continua)

"Il volto della vita": splendori e miserie della “Milano da bere” nel nuovo giallo di Giorgio Gavina


L'autore descrive efficacemente la "Milano da bere", «quel mondo che lavora di giorno e conclude affari di notte» nei party, nelle ville, nei locali notturni. Un mondo dorato, in cui il perbenismo, l'efficientismo e il rampantismo celano un sottobosco di trame opache e loschi affari. Milano, 11 settembre 1986. Suonano alla porta. Diego, dipendente della ditta di famiglia e musicista in una band, apre. Un pugno in pieno volto. Un uomo con il passamontagna si avventa su di lui. Si risveglierà in un letto di ospedale con un occhio solo e una domanda: perché?Comincia così l'avvincente giallo dello scrittore vercellese Giorgio Gavina, che torna in libreria con Il volto della v (continua)

Da tecnico aeronautico a imprenditore dolciario, dalla Sicilia una storia di riscatto e rivincita

Da tecnico aeronautico a imprenditore dolciario, dalla Sicilia una storia di riscatto e rivincita
Da tecnico aeronautico a imprenditore dolciario, dalla Sicilia arriva una storia di riscatto e rivincita. È quella di Salvatore Maltese, fondatore di Bottega 27, che dopo la liquidazione di Air Italy, dove lavorava, è tornato nella natia Modica per aprire una azienda di e-commerce di specialità dolciarie ed enogastronomiche. La cronaca di questi anni ci ha abituati, purtroppo, alla sempre più frequente liquidazione di aziende italiane e al dramma dei licenziamenti per migliaia di lavoratori. Ma quella di Salvatore Maltese, 35 anni, da Modica (RG), ex manutentore di aerei e fondatore dell'e-commerce di specialità enogastronomiche Bottega 27, è una storia esemplare di rivincita e di riscatto, dopo la perdita del la (continua)

“Scandalo in Val Gardena”, in libreria il nuovo romanzo di Clambagio

“Scandalo in Val Gardena”, in libreria il nuovo romanzo di Clambagio
Il libro sarà presentato il 10 marzo alla Biblioteca Endidae a Egna (Bolzano) e il 24 marzo al Centro culturale Claudio Trevi di Bolzano. Bolzano - Cosa prevale nel carattere di una persona, l'influenza genetica o quella ambientale-educativa? E ancora: esiste il libero arbitrio oppure è il destino a decidere per noi? Questi e altri interrogativi solleva, sullo sfondo di una vicenda di ingiustizie e rivalsa, il nuovo intrigante romanzo di Clambagio, "Scandalo in Val Gardena. Nessuno resterà impunito", appena pubblicato (anche in eboo (continua)