Home > Libri > Presentazione del libro Figlie minori del secolo breve di Gigliola Biagini, 12 aprile 2015, Acquapendente

Presentazione del libro Figlie minori del secolo breve di Gigliola Biagini, 12 aprile 2015, Acquapendente

articolo pubblicato da: Alessia Mocci | segnala un abuso

Presentazione del libro Figlie minori del secolo breve di Gigliola Biagini, 12 aprile 2015, Acquapendente

 Sarà domenica 12 aprile 2015, dalle 18:30, la presentazione del libro di Gigliola Biagini: “Figlie minori del secolo breve” edito dalla casa editrice Rupe Mutevole Edizioni nella collana editoriale Trasfigurazioni.

Gigliola Biagini sarà ospite al Teatro Boni di Acquapendente con il suo nuovo romanzo. Il reading, curato da Sandro Nardi, vedrà Serena Tini e Livia Pieri alle prese con le lettore tratte a “Figlie minori del secolo breve”. La recitazione sarà accompagnata dalle musiche di Fabio Saleppico.

Saranno presenti anche il sindaco di Acquapendente, Alberto Bambini, la relatrice Rosaria Francucci, l’Onorevole della Camera dei Deputati Alessandra Terrosi e Lidia Seri, la testimone.

Il romanzo racconta la storia di tre contadine del 1900. Le ragazze sono povere ed umiliate da un lavoro fin troppo pesante anche per le loro mani cresciute nel bisogno e nelle necessità. Le loro anime sono offese da soprusi ed amarezze di una vita non vissuta, di una vita che ha visto il regime totalitario del fascismo alternarsi alle due grandi guerre, all’aspra condizione della mezzadria ed ai condizionamenti della morale in mutamento.

L'autrice nel 2009 pubblica “Profumo dell’anima”, nel 2010 “Come ombre librate dalla luce”, nel 2012 “Nessuno dei vostri baci è caduto per terra”. Una grande passione, non solo letteraria, spinge Gigliola ad interessarsi di storie reali di donne in difficoltà che cercano di vivere la vita secondo i loro desideri, una grande difficoltà di molte donne ancora oggi nel Mondo.

Ed ora due parole con l’autrice Gigliola Biagini. Buona lettura!

 

A.M.: Ciao Gigliola, grazie per aver accettato questa mini intervista. Come nasce l'idea della presentazione del 12 aprile? Com'è il tuo rapporto con i lettori?

Gigliola Biagini: Ciao Alessia, grazie a te per avermi ospitato. L'idea di questa presentazione nasce grazie alla collaborazione che ho con la Te.Bo., un’associazione culturale che gestisce la stagione artistica del Teatro Boni di Acquapendente, ed altri eventi di spettacolo e cultura vari. Sarà di certo un'occasione importante per incontrare i lettori con i quali ho sempre un rapporto semplice e diretto.

 

A.M.: La locandina dell'evento cita diverse personalità dell'arte e della città che ti ospita. Ci racconti com'è nata questa collaborazione? 

Gigliola Biagini: Il Teatro Boni, una perla dell'ottocento, è la cornice ideale per accogliere eventi di questo genere. Il reading viene curato dal direttore artistico Sandro Nardi e le letture saranno interpretate da attrici delle due compagnie amatoriali della città di Acquapendente: la "Retropalco" e "Gli sfacciati", per le voci di Serena Tini e Livia Pieri. La relatrice dell'evento sarà Rosamaria Francucci, amica carissima, artista eclettica e costumista teatrale. Sarà presente anche Lidia Seri che ha raccolto le memorie della madre Loreta ed ha permesso che le trasformassi in un romanzo. Il sindaco Bambini Alberto e l'onorevole Alessandra Terrosi interverranno anche come illustri rappresentanti di una popolazione le cui radici affondano proprio nei contenuti della storia che io racconto. Ne sono lusingata e li ringrazio per la disponibilità e la sensibilità.

 

Per pubblicare con Rupe Mutevole Edizioni invia un’e-mail (info@rupemutevole.it) alla redazione inviando il tuo inedito, se vuoi pubblicare nella collana “Trasfigurazioni” con la collaborazione di Oubliette Magazine invia ad: alessia.mocci@hotmail.it

 

Written by Alessia Mocci

Addetta Stampa (alessia.mocci@hotmail.it)

 

Info

http://www.rupemutevoleedizioni.com/

https://www.facebook.com/RupeMutevole

http://www.rupemutevoleedizioni.com/letteratura/novita/figlie-minori-del-secolo-breve-di-gigliola-biagini.html

 Fonte

http://oubliettemagazine.com/2015/04/01/presentazione-del-libro-figlie-minori-del-secolo-breve-di-gigliola-biagini-12-aprile-2015-acquapendente/

gigliola biagini | figlie minori del secolo breve | rupe mutevole | alessia mocci |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

#POLIdesignWeek


Edizione 2017 Roma - Fiera Esoterika


Avvocato tutela minori e donne Roma – Diritto minorile – Studio associato Biagi


I Cadetti dell’Alga EtruscAtletica centrano tre finali tricolori


Fede e Cultura lungo la Via Francigena


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Intervista di Alessia Mocci a Claudio Alvigini: vi presentiamo il saggio “L’inconcepibile esercizio”

Intervista di Alessia Mocci a Claudio Alvigini: vi presentiamo il saggio “L’inconcepibile esercizio”
 “L’attaccamento alla legge del padre Platone o del padre Aristotele o del padre Tolomeo degli intellettuali di allora divenne sempre più forte. Essi, infatti, temevano che, perdendo ciò in cui loro, la chiesa e tutti, credevano, avrebbero perso il loro potere e quindi… anche la loro privilegiata posizione di assistiti e beneficiati dal signore di turno. Forse (continua)

Intervista di Alessia Mocci a Francesco S. Mangone: vi presentiamo “La spazzola dell’ingegnere”

Intervista di Alessia Mocci a Francesco S. Mangone: vi presentiamo “La spazzola dell’ingegnere”
  “Furore prende il titolo dal grande romanzo di John Steinbeck, uscito nel 1939; leggendolo si capisce come la crisi umana, sociale e politica di quegli anni assomiglia alla disperazione dell’oggi. Il romanzo sociale è tale perché rimette al centro la vita delle donne e degli uomini in carne e ossa, in questo tempo dello spettacolo e della finzione.” – (continua)

Intervista di Alessia Mocci a Cristina Zaltieri: vi presentiamo “Spinoza e la storia”

Intervista di Alessia Mocci a Cristina Zaltieri: vi presentiamo “Spinoza e la storia”
  “Nietzsche coglie cinque motivi di consonanza tra il suo pensiero e quello del pensatore olandese: entrambi combattono l’illusione del libero arbitrio, confutano il finalismo di matrice aristotelica, distruggono la concezione di un ordine morale inerente al mondo, mostrano l’interesse come motore di ogni umano agire, negano il male ontologico, insito nelle cose stesse.&rdq (continua)

Intervista di Alessia Mocci alla Fondazione Darcy Ribeiro per l’uscita della nuova traduzione italiana di “Utopia Selvaggia”

Intervista di Alessia Mocci alla Fondazione Darcy Ribeiro per l’uscita della nuova traduzione italiana di “Utopia Selvaggia”
 “Per Darcy, la sopravvivenza degli indios risiede nella loro apparente incapacità di essere decomposta ed annullata nella società nazionale. Qualunque siano le condizioni che affrontano, gli indios, anche se profondamente mescolati con neri e bianchi, rimangono indios e si dichiarano indios.” – Fondazione Darcy Ribeiro Il primo maggio in tutte le librerie f (continua)

“Anni difficili” di Franco Rizzi: un romanzo che racconta l’epilogo delle Brigate Rosse

“Anni difficili” di Franco Rizzi: un romanzo che racconta l’epilogo delle Brigate Rosse
“Sapeva benissimo che una pistola non era una difesa sufficiente per il pericolo che l’avrebbe atteso nei giorni, nei mesi a venire, ma non aveva trovato nulla di più efficace da opporre al destino che lo stava aspettando.” Dalla terrazza dell’albergo in cui alloggia a Caracas, Gianni Trapani amalgama i ricordi del passato a ciò che avrebbe dovuto fare nell (continua)