Home > Ambiente e salute > La Via della Felicità ed il Parco Falcone

La Via della Felicità ed il Parco Falcone

scritto da: Scientology Brescia | segnala un abuso

La Via della Felicità ed il Parco Falcone


Come ogni mese, anche domenica 12 Aprile i volontari de "La Via della Felicità" si ritroveranno al parco Falcone, sul lato di via F.lli Ugoni, alle ore 10.30 per prendersi cura della pulizia delle siepi e delle aiuole anche ricordando e condividendo la campagna del sindaco Emilio Del Bono “Brescia sei tu, teniamola pulita”. La Via della Felicità è una guida per vivere una vita migliore, basata esclusivamente sul buon senso. E’ composta da ventuno precetti validi per chiunque, indipendentemente da razza, colore o credo. Scritta da L. Ron Hubbard, la sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo. La Via della Felicità inoltre detiene un record del Guinness dei Primati come il testo secolare più tradotto nel mondo. In particolare il precetto numero 12 “Proteggi e migliora il tuo ambiente” spiega perché la cura della persona, delle proprie Aree e dell’ambiente in generale aiutano tutti a vivere più serenamente. Il precetto afferma: “Ci sono molte cose che le persone possono fare per aiutare a prendersi cura del pianeta. Si inizia con l’impegno personale. Si prosegue suggerendo agli altri di fare altrettanto. L’Uomo ha raggiunto la capacità potenziale di distruggere il pianeta. Ora deve essere portato al punto di essere in grado di salvarlo e di agire per farlo. Dopotutto è il posto in cui viviamo”. Per questi motivi i volontari ed i cittadini che vorranno unirsi a tale iniziativa, percorreranno l’intero parco per riempire i sacchi con l’immondizia che altri hanno “preferito” abbandonare. Verranno anche distribuite copie gratuite del libretto contenete questi precetti.

felicità | buon senso | ambiente | volontariato |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Memorial Livatino Saetta Costa - Premio Speciale in ricordo dei giudici Francesca Laura Morvillo, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e degli uomini delle loro scorte


“Da’ il buon esempio” crea un effetto a catena.


Presentato con successo il libro di Don Franco Galeone


Cosa si può fare per innalzare gli standard dei valori morali nella società?


Corso Gratuito Online La Via della Felicità


La via della felicità: il primo codice morale non religioso disponibile in 106 lingue.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Scientology: l'anima e la conoscenza della vita

Scientology: l'anima e la conoscenza della vita
Dopo aver individuato la struttura dei ricordi, rimaneva da capire chi li stesse osservando. A questo si è quindi indirizzata la ricerca di L. Ron Hubbard L'essere consapevoleNonostante i notevoli risultati raggiunti da Dianetics a proposito della mente e nel campo del comportamento umano, restava ancora un quesito in sospeso: nel momento in cui qualcuno guardava un’immagine mentale, chi, in effetti la stava guardando?Nell’autunno del 1951, dopo aver osservato tantissime persone usare Dianetics e aver riscontrato una comunanza nelle esperienze e nei (continua)

Scientology contribuisce al miglioramento sociale

Scientology contribuisce al miglioramento sociale
Le chiese, nei secoli, si sono sempre contraddistinte per il loro contributo disinteressato alla comunità locale. Anche Scientology, ritenendo l'aiuto un fattore di estremo significato, si adopera per contrastare la diffusione di importanti problemi sociali. L'aiuto alla comunità dagli ScientologistMi ha sempre stupito come gli Scientologist provengano da diversi ceti sociali. Per loro e per Scientology l'aiuto, sia individuale che sociale, è sempre motivo di orgoglio. Pur da diverse storie personali ed esperienze professionali, si preoccupano dei problemi sociali e sostengono numerosi programmi di miglioramento sociale.L'impegno è profuso per ottene (continua)

Scientology - La ricerca come avventura

Scientology - La ricerca come avventura
La ricerca filosofica è affascinate in generale, ma quando si indirizza allo dimensione trascendente lo è particolarmente. Soprattutto quando conduce a qualcosa che tutti possono utilizzare per comprendere la propria, personale dimensione spirituale. Il fascino della ricercaEcco come, il fondatore di Scientology, descrive l'avventura della sua ricerca. “Per quasi un quarto di secolo, mi sono occupato della ricerca dei fondamenti della vita, dell’universo materiale e del comportamento umano. Un’avventura di questo genere conduce lungo molte strade maestre, attraverso molte vie secondarie, dentro i molti vicoli oscuri dell’incertezza, attravers (continua)

Ministri Volontari di Scientology al Parco Falcone Borsellino

Ministri Volontari di Scientology al Parco Falcone Borsellino
I Ministri Volontari di Scientology, una volta al mese, si recano al Parco Falcone Borsellino di Brescia per ripetere la raccolta dei rifiuti abbandonati. Il parco si trova nei pressi della Chiesa bresciana di Scientology. Pulizia mensile al Parco Falcone Borsellino.Il Parco della città più vicino alla sede bresciana della Chiesa di Scientology, è il parco Falcone Borsellino delimitato da Via dei Mille e Via Fratelli Ugoni. Per questo motivo i Ministri Volontari di Scientology l'hanno "adottato" per eseguire mensilmente una raccolta dei soliti rifiuti abbandonati. Un gruppo di cinque persone si è quindi recato al pa (continua)

Scientology torna al Parco Tarello per raccogliere rifiuti abbandonati

Scientology torna al Parco Tarello per raccogliere rifiuti abbandonati
Tornano i Ministri Volontari di Scientology al Parco Tarello di Brescia per continuare la raccolta dei rifiuti abbandonati. I visitatori potrebbero lasciarli negli appositi raccoglitori o anche, molto semplicemente, portarli con sè fino a casa per poi smaltirli in modo differenziato. Seconda pulizia al Parco Tarello.I Ministri Volontari di Scientology sono tornati, dopo una settimana, al Parco Tarello per proseguire la raccolta dei numerosi rifiuti abbandonati nelle zone meno visibili del parco. L'iniziativa vuole educare bambini e giovani della propria comunità che, con la partecipazione concreta, possono meglio comprendere il valore del rispetto delle zone verdi pubbliche co (continua)