Home > News > Regionali Umbria, per De Pierro votare 5 Stelle è inutile

Regionali Umbria, per De Pierro votare 5 Stelle è inutile

articolo pubblicato da: daiotto | segnala un abuso

Regionali Umbria, per De Pierro votare 5 Stelle è inutile

 

Il Presidente dell’Italia dei Diritti: “A chi avesse intenzione di dirottare verso di loro il suffragio, noi diciamo che farebbe meglio a orientare la propria preferenza verso di noi se vuole realmente incoraggiare una forza politica che si muove esclusivamente verso la tutela degli interessi supremi della collettività”

 

Roma – Sempre più vicino il momento in cui i cittadini umbri si recheranno alle urne per esprimere la propria scelta politica e grande è l’impegno da parte di tutti i dirigenti e attivisti del movimento Italia dei Diritti per preparare al meglio la campagna elettorale a sostegno del candidato alla Presidenza della Regione Giampiero Prugni.

 

A tal proposito, il Presidente del movimento Antonello De Pierro lancia un appello agli elettori umbri maggiormente orientati per il Movimento 5 Stelle a dirottare il loro consenso verso l’Italia dei Diritti: “In questa competizione elettorale che comincia ad entrare nel vivo e che si fa sempre più incandescente non posso esimermi dal fare una riflessione e volgere un invito agli elettori sempre tenendo fede al volano della nostra azione politica che è rivolta a beneficio dei corpi collettivi. Essendo fermamente convinti di voler presentare all’elettorato un’offerta politica nuova e di certo scevra di ogni implicazione clientelare al fine di poter realmente cambiare le sorti di una regione schiacciata da una politica ormai anacronistica e soprattutto senza alternanza, il che ha di fatto creato inevitabilmente un sistema feudale, invitiamo naturalmente a non votare per nessuno delle altre forze politiche in campo ma in particolare per il M5S a cui esprimere un consenso in Umbria mi sembra francamente inutile. A livello nazionale abbiamo sempre considerato il movimento di Beppe Grillo, seppur spesso e volentieri lontano dalla nostra linea politica, a volte utile per il buon andamento del Paese sempre a patto di mantenersi entro certi limiti percentuali e perciò espressione  di mera protesta. Siamo lontani anni luce dall’estrinsecazione gestionale messa in atto dai vertici di tale formazione, in quanto fortemente autoritaria e crediamo che se Grillo non è capace di rispettare i sacrosanti principi democratici all’interno del suo partito mettendo in atto immediate epurazioni dovunque percepisca l’odore del dissenso, immaginiamo cosa potrebbe fare alla guida del Paese. A livello autoritario l’Italia ha già dato e pagato il suo scotto con il fascismo. Saremo disposti a cambiare idea, visto che chi si avvicina al movimento è spesso animato da convinzioni autentiche e genuine, solo quando Grillo e i suoi più stretti collaboratori impareranno che la politica in uno stato democratico è soprattutto dialogo. Per ciò che concerne le elezioni regionali umbre non abbiamo mai percepito alcun presupposto concreto nell’azione da parte del Movimento Cinque Stelle e quindi gli elettori che nel segreto della cabina elettorale dovessero apporre una croce su tale simbolo sprecherebbero decisamente la loro importante espressione consensuale. Perciò a chi avesse intenzione di dirottare verso di loro il suffragio, noi diciamo che farebbe meglio a orientare la propria preferenza verso l’Italia dei Diritti se vuole realmente incoraggiare una forza politica che si muove esclusivamente verso la tutela degli interessi supremi della collettività”.

Antonello De Pierro | Italia dei Diritti | Radio Roma | Matteo Salvini | Matteo Renzi | Partito Democratico | Pd | Sel | Nichi Vendola | Alcide De Gasperi | Palmiro Togliatti | Enrico Berlinguer | Angelino Alfano | Antonio Di Pietro | Umberto Bossi | Roberto Calder |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Casale in Umbria un fascino unico


Quanto è importante la scelta del giusto fotografo per il tuo matrimonio?


De Pierro propone festival internazionale cinema a Perugia


Le super offerte di agoda.com per il Songkran: il capodanno thailandese!


19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


BRUSCIANO L'IMPEGNO POLITICO DEL CANDIDATO CONSIGLIERE ROCCO BRACCOLINO CON GIOSY ROMANO SINDACO NELLE ELEZIONI COMUNALI 2013 di Antonio Castaldo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

De Pierro, in visita a Fiuggi, auspica dimissioni sindaco e maggioranza

De Pierro, in visita a Fiuggi, auspica dimissioni sindaco e maggioranza
  Il presidente dell'Italia dei Diritti: "Un'amministrazione comunale che non è sensibile alla corretta valorizzazione delle enormi potenzialità del territorio è orfana degli strumenti basilari e dei più elementari supporti concettuali e valoriali per poter espletare l'attribuzione mandataria affidatale dal corpo elettorale   Roma - Chi era presente pa (continua)

Marco Orsola è il primo sindaco targato Italia dei Diritti

Marco Orsola è il primo sindaco targato Italia dei Diritti
 Il primo cittadino di Saracinesco (Rm) ha aderito al movimento presieduto da Antonello De Pierro   Roma - L'espansione del movimento Italia dei Diritti, presieduto dal giornalista romano Antonello De Pierro, ormai non conosce sosta. Dopo aver ottenuto l'elezione di undici consiglieri in sei comuni, che aggiunti ai precedenti eletti fanno quattordici in sette comuni, solo nella Citt&a (continua)

Italia dei Diritti, De Pierro nomina Oscar Tortosa vice presidente

Italia dei Diritti, De Pierro nomina Oscar Tortosa vice presidente
  Il presidente del movimento ha scelto con convinzione: "E' stato dalla prima ora una figura molto affidabile per il nostro movimento, che ha sostenuto con coerenza e impegno ogni battaglia. La sua storia politica non ha bisogno di commenti e credo fosse la persona più adatta per ricoprire il ruolo" Roma - Sarà l'on. Oscar Tortosa il nuovo vice presidente del mo (continua)

Le liste rosa dell'Italia dei Diritti a Sambuci e Saracinesco

Le liste rosa dell'Italia dei Diritti a Sambuci e Saracinesco
  La scelta di candidare solo donne è spiegata dal presidente Antonello De Pierro: "Da sempre, a prescindere dagli obblighi imposti dall'impianto normativo in vigenza in afferenza alle quote di genere, abbiamo sempre prestato attenzione, nella formazione delle liste, alla presenza di donne. A Sambuci abbiamo tenuto conto della scarsa attenzione che da sempre viene riservata al ge (continua)

Comune chiuso a Saracinesco per lista Italia dei Diritti di sole donne, denuncia penale

Comune chiuso a Saracinesco per lista Italia dei Diritti di sole donne, denuncia penale
 Il presidente del movimento Antonello De Pierro: "La chiusura degli uffici municipali di un comune interessato da una tornata elettorale amministrativa nel giorno della presentazione delle liste confligge in maniera lapalissiana con l'esercizio del diritto all'elettorato passivo, che risulta inevitabilmente coartato"   Roma - "Quanto verificatosi ieri a Saracinesco ha (continua)