Home > Eventi e Fiere > “Il giorno giusto”, al Centro d'Arte Malagnini in mostra opere di Dario Brevi

“Il giorno giusto”, al Centro d'Arte Malagnini in mostra opere di Dario Brevi

scritto da: Inpress | segnala un abuso

“Il giorno giusto”, al Centro d'Arte Malagnini in mostra opere di Dario Brevi


 Saronno (VA) - Dal 9 maggio al 13 giugno il Centro d'arte Malagnini, in Via Verdi 20–22, ospiterà una personale di Dario Brevi dal titolo "Il giorno giusto" a cura di Michele Malagnini (inaugurazione sabato 9 maggio alle ore 17,00).

In mostra una quindicina di opere tridimensionali, a metà tra pittura e scultura, realizzate in MDF (pannelli di legno impiegati nell'industria del mobile).

Con questo materiale l'autore costruisce complesse sovrapposizioni di strati lignei e colori, forme e immagini di una memoria storica. La stratificazione di materia conduce ad una percepita bidimensionalita' che dalla calma iniziale sprigiona nel suo divenire un vibrante dinamismo. 
Le immagini di Brevi "futuristicamente" sviluppano un vorticoso movimento in un concetto di "eterno ritorno" e sfruttano precari equilibri di pieni e vuoti, di luci ed ombre, nel perenne bilanciamento di contemplazione e di forza vitale.

Brevi crede nella contemporaneità e nella possibilità per tutti di parteciparvi. Non si rifugia nei paradisi del metalinguaggio o nell'isola felice del più gratuito arcaismo. La sua arte attesta una presenza felice e consapevole di esserci. Senza retorica, ma con la sicurezza di una scelta alle spalle. In questa partecipazione alla contemporaneità senza confondersi con ciò che è semplicemente attuale, nell'elaborare la semplicità dei materiali con la complicità di un colorismo sempre felice, nel dare concretezza ad una adesione non necessariamente conflittuale alla realtà si possono individuare e suggerire le linee di forza del lavoro di Dario Brevi, che scruta nella complessità con divertito stupore.

In questa mostra con la consueta leggerezza ed ironia l'artista rinnova l'esortazione ad una presenza riflessiva e partecipe alla vita sociale. E' sempre il giorno giusto per ripartire verso nuovi sogni, orizzonti, speranze.

Nato nel 1955 a Limbiate (Monza e Brianza), Brevi si è diplomato al liceo artistico di Brera e si è laureato in architettura al Politecnico di Milano. Ha fatto parte, negli anni Ottanta, del movimento artistico "Nuovo Futurismo", formatosi presso la galleria Diagramma/Luciano Inga-Pin di Milano e teorizzato dal critico bolognese Renato Barilli. Ha tenuto mostre personali (tra cui, nel 2014, "Made in Italy" a Bruxelles per il semestre italiano di presidenza della Commissione Europea) e collettive in Italia ed all'estero. Del suo lavoro si sono occupati numerosi critici d'arte, con saggi e scritti pubblicati sui maggiori quotidiani e periodici di settore italiani e stranieri.

La mostra resterà aperta fino al 13 giugno e potrà essere visitata da martedì a sabato, dalle ore 16,00 alle 19,30 (gli altri giorni su appuntamento).
 
 

Info e contatti
Centro d'Arte Malagnini
Via Verdi 20/22 – Saronno (VA)
Tel. 3387654600- 3203733769
mail: centroartemalagnini@tiscali.it

Fonte notizia: http://www.inpressufficiostampa.com/2015/04/il-giorno-giusto-al-centro-darte.html#more


Arte contemporanea | Centro d Arte Malagnini | Dario Brevi | mostre |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

“Tesori femminili”, da Cécile de Williencourt un libro che invita le donne a recuperare la consapevolezza del loro corpo

“Tesori femminili”, da Cécile de Williencourt un libro che invita le donne a recuperare la consapevolezza del loro corpo
Torino - Arriva anche in Italia, per le edizioni del Leone verde di Torino, il libro "Tesori femminili. Un nuovo sguardo sul corpo della donna, dalla pubertà alla menopausa" di Cécile de Williencourt. Il libro affronta con uno sguardo nuovo e profondo argomenti trascurati o distorti nei tradizionali contesti educativi e formativi - il ciclo, la fertilità, la sessualità, la gravidanza, il parto - e (continua)

Libreria esoterica Anima Eventi (Milano), presentazione del libro “Vidya, il potere della conoscenza” di Lara Pascolo

Libreria esoterica Anima Eventi (Milano), presentazione del libro “Vidya, il potere della conoscenza” di Lara Pascolo
Milano - Venerdì 12 novembre alle ore 17,30 in diretta streaming sulla pagina Facebook e sul canale Youtube della Libreria esoterica Anima Eventi, Lara Pascolo presenterà il libro "Vidya, il potere della conoscenza all'alba di una Nuova Era - speciale Età dell'oro" (Giuliano Landolfi editore, Borgomanero, 2021). Dalle 18,30 l'autrice sarà disponibile anche per la firma copie in (continua)

“Giuseppe”, nel libro di Michele Comper una metafora ironica e spietata della società

“Giuseppe”, nel libro di Michele Comper una metafora ironica e spietata della società
"Giuseppe" è un romanzo distopico, nel quale l'autore rappresenta la nostra società in un futuro assai prossimo, ma prevedibile sulla base delle tendenze odierne. Trento - Il tema del senso di colpa, nella letteratura contemporanea, è stato declinato secondo due schemi. L'uno, riconducibile a Dostoevskij: la colpa cerca il castigo. L'altro a Kafka: il castigo trova la colpa. Nel libro di Michele Comper, "Giuseppe" (la Rondine edizioni, pp. 192, € 14,90), invece, c'è la colpa senza più il castigo.Michele Comper (Rovereto, TN, 1967), giornalista, già collabor (continua)

Betontest, il progetto ISMERS tra le “Storie di successo” del Mediocredito Centrale

Betontest, il progetto ISMERS tra le “Storie di successo” del Mediocredito Centrale
Betontest, il progetto ISMERS è stato inserito tra le “Storie di successo” del Mediocredito Centrale Ispica (RG) - È stato pubblicato ieri sul sito web del Mediocredito Centrale S.p.A. - l'istituto bancario di Invitalia – un lungo articolo dal titolo "Betontest, nuove metodologie di indagine per la sicurezza delle opere edili" (https://www.mcc.it/primopiano/storie-di-successo/betontest-nuove-metodologie-di-indagine-per-la-sicurezza-delle-opere-edili/). L'articolo è apparso nella sezione "Storie d (continua)

"La ferita della carne e la Resurrezione", personale di Giovanni Viola alla Galleria Lo Magno arte contemporanea


L'artista, in occasione della Pasqua, propone una riflessione sul tema della Resurrezione attraverso la rilettura di due tra le più celebri opere di Caravaggio. Modica (RG) - Dal 2 aprile al 15 maggio la Galleria Lo Magno arte contemporanea ospiterà nei propri locali di via Risorgimento 91-93 la personale di Giovanni Viola dal titolo "La ferita della carne e la Resurrezione" (inaugurazione venerdì 2, ore 16; visite su prenotazione). La mostra è a cura di Giuseppe Lo Magno.L'artista, in occasione della Pasqua, propone una riflessione sul tema della Re (continua)