Home > Economia e Finanza > Ecobonus: la detrazione del 65% potrà essere richiesta anche nel 2016

Ecobonus: la detrazione del 65% potrà essere richiesta anche nel 2016

articolo pubblicato da: todayonline | segnala un abuso

Ecobonus: la detrazione del 65% potrà essere richiesta anche nel 2016

Se avete intenzione di ristrutturare casa non esiste momento migliore per farlo: il Governo, nella persona del nuovo Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, si è detto pronto a prorogare la detrazione del 50% per i lavori di ristrutturazione ed anche l’ecobonus del 65% per le opere di riqualificazione energetica. Ma non solo, stando alle promesse del Governo la platea di beneficiari verrà allargata, in maniera tale da stimolare i piccoli interventi che sono una boccata d’ossigeno per tante piccole e medie imprese italiane.

Roberto Carlino, presidente dell’Immobildream, ci spiega di cosa si tratta: “La legge di stabilità, entrata in vigore il primo gennaio 2015, ha introdotto delle novità nelle detrazione fiscali di cui possono usufruire coloro che hanno intenzione di effettuare interventi di riqualificazione energetica all’interno dei propri immobili. Sono detraibili le spese per la riqualificazione globale degli edifici esistenti, per gli interventi sull’involucro edilizio, l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale. Per ottenere il bonus, l’edificio deve essere dotato di un impianto di riscaldamento. Per questo motivo non sono agevolabili gli interventi eseguiti ad esempio su un garage. Tra le spese per cui richiedere la detrazione fiscale vanno conteggiate non solo quelle per effettuare i lavori, ma anche quelle per le prestazioni professionali necessarie alla progettazione dell’intervento o ad ottenere la certificazione energetica. Infine, la detrazione del 65% non è cumulabile né con i bonus per gli interventi di ristrutturazione né con il quinto Conto Energia “

Quindi quello che il Ministro ha dichiarato è un chiaro riconoscimento del valore degli incentivi, vero e proprio “polmone” per l’edilizia tutta  e non è certamente vessatoria anzi tutt'altro per quanto riguarda l’occupazione del settore. Proprio per questo, Delrio lavorerà affinché la prossima legge di stabilità segua lo stesso indirizzo: più attenzione alle ristrutturazioni, tanto nel privato quanto nell’edilizia pubblica, e meno investimenti sulle grandi opere.

ecobonus | mercato immobiliare | immobiliare | detrazione fiscali | riqualificazione energetica | ristrutturazione | immobildream | roberto carlino |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Mutui e 730. Cosa cambia nel nuovo modello


Nuova detrazione fiscale per la sostituzione degli infissi


Posti auto, tecnologie robotiche e mobili thailandesi: 8 consigli per sfruttare al meglio i bonus fiscali


Le caratteristiche delle detrazioni 55 e 36 sulla ristrutturazione


Detrazione 65% e cambio caldaia condominiale: tutto quello che c’è da sapere


Condòmini d'Italia, fatevi avanti: è arrivato il super-bonus! Tutti i motivi per cui il 2018 è l'anno ideale per decidere di rinnovare, mettere in sicurezza e rendere più efficienti i condomìni


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Sentiment positivo nell'immobiliare

Sentiment positivo nell'immobiliare
 Si consolida l’atteggiamento positivo degli operatori del settore immobiliare nei confronti dell’economia e del mercato immobiliare in particolare. Secondo l’indagine sul “Sentiment del mercato immobiliare” del primo quadrimestre 2015, elaborato dall’Università di Parma, le aspettative degli operatori sono in progressivo miglioramento e le tendenze (continua)

Investimento immobiliare più redditizio

Investimento immobiliare più redditizio
Secondo gli ultimi dati, in Italia, l’investimento in immobili è sempre più redditizio. Acquistare un immobile di qualsiasi tipologia per metterlo a reddito produce, nel peggiore dei casi, il doppio del rendimento che offrono i Buoni del Tesoro a 10 anni.     Secondo questo studio, che mette in relazione i prezzi di vendita e affitto delle diverse tipologie immobilia (continua)

Ottimi risultati sul fronte mutui

Ottimi risultati sul fronte mutui
Non deludono i dati sui nuovi mutui proposti dalle banche, in cui si registra che la media dei migliori spread per un finanziamento a tasso variabile e fisso sono passati rispettivamente da un 1,8% e 1,9% nel primo trimestre 2015 a un 1,7% e un 1,3% nel secondo trimestre 2015. Lo segnala la Bussola Mutui, il bollettino trimestrale firmato Crif e MutuiSupermarket.it, aggiungendo che, dal confronto (continua)

Immobiliare italiano e indice di affordability

Immobiliare italiano e indice di affordability
Altre città di Italia, come Salerno e Bologna, seguono la scia positiva di Roma con l’aumento del numero di compravendite, le famiglie italiane dimostrano sempre maggiore fiducia nei confronti del mattone, bene rifugio da sempre preferito dagli italiani. Non solo perché il momento è favorevole per l’acquisto di una casa e per la richiesta di un mutuo, mai a condizi (continua)

Matteo Renzi e IMU 2016: molti consensi

Matteo Renzi e IMU 2016: molti consensi
La decisione del presidente del consiglio Matteo Renzi di abolire le imposte IMU  e TASI sulla prima casa a partire dal prossimo 2016 ha preso molti consensi da molti lati. Primo fra tutti il Presidente dell’Immobildream Roberto Carlino, che non appena sentita la notizia ha subito dimostrato il proprio apprezzamento nei confronti della manovra progettata da Renzi, porgendogli i suoi co (continua)