Home > Eventi e Fiere > Albana Dči e vini in anfora alla Rocca di Dozza

Albana Dči e vini in anfora alla Rocca di Dozza

articolo pubblicato da: studiocru | segnala un abuso

Albana Dči e vini in anfora alla Rocca di Dozza

 Il 19 maggio la premiazione del concorso enologico dedicata al vino simbolo della Romagna e la degustazione dei vini emiliano romagnoli vinificati all’interno delle tradizionali anfore georgiane

 

 

Ancora una volta la Rocca di Dozza (BO) si appresta a essere il palcoscenico per un doppio evento enologico, grazie alla positiva attività di Enoteca Regionale Emilia Romagna. Martedì 19 maggio, ore 18 si svolgerà la cerimonia di premiazione dell’ Albana Dèi 2015, il concorso enologico, giunto alla terza edizione, che rappresenta un evento moderno e popolare per fare il punto annuale sull’Albana e sostenerne la ripresa. Alle 20.45, invece, spazio a una serata davvero particolare, dedicata alla presentazione e alla degustazione di vini emiliano romagnoli vinificati nelle tradizionali anfore (kvevri) georgiane, secondo il metodo utilizzato anche nella nostra regione almeno fino al tempo dei romani.

 

L’ Albana Dèi rappresenta un modo per rilanciare il valore della DOP Romagna Albana “secco” quale veicolo per l’affermazione dell’unicità e straordinarietà di questo vitigno dal potenziale grandioso, non ancora del tutto espresso, nella ricchezza d’interpretazioni dei produttori del territorio. I 9 vini Albana arrivati a questa finale sono: Cara Cara 2014 di Bandini Marco (Castelbolognese), "A" 2014 Fattoria Monticino Rosso (Imola), Romio 2014 Caviro (Faenza), Codronchio 2012 Fattoria Monticino Rosso (Imola), Fiorile 2013 del Fondo S. Giuseppe (Brisighella), Alba della Torre 2013 de La Sabbiona (Faenza); Fondatori 2014 dell’Azienda Merlotta (Dozza), Arcaica 2013 di Francesconi Paolo (Faenza), Sabbia Gialla 2014 Cantina San Biagio Vecchio (Faenza). I vini finalisti sono stati selezionati da una giuria tecnica – composta, tra gli altri, dai critici delle principali guide del settore (Gambero Rosso, Slowine, L’Espresso, Enogea, I Vini di Veronelli, Bibenda) - che ha degustato alla cieca tutti i 56 vini in concorso. Tre le categorie che saranno premiate: ROMAGNA ALBANA DOCG tipologia secco LA MODERNA, VINI DA SOLE UVE ALBANA tipologia secco LUNGHE MACERAZIONI premio Valter Dal Pane, ALBANA DEL CUORE. Per quanto riguarda la categoria “Albana del Cuore” la valutazione finale è stata determinata dalla somma dei dati raccolti dalla giuria popolare che il 3 maggio ha degustato le Albana a Bertinoro, Brisighella e Dozza, che assieme determineranno al 50% la valutazione finale, mentre l’altro 50% di valutazione è stato sempre ad appannaggio della valutazione della giuria tecnica.

L’“Albana Dèi” - nato tre anni fa da un’idea dei curatori Carlo Catani e Andrea Spada e organizzato da Enoteca Regionale Emilia Romagna col patrocinio del Consorzio Vini di Romagna – si svolge nell'ambito di “Wines from the south of Europe – Mediterranean Wines”, il progetto comunitario per la promozione in Europa di una cultura mediterranea del vino, improntata a un consumo consapevole e conviviale di vini di qualità. Il progetto è promosso da Enoteca Regionale dell'Emilia Romagna insieme a partner greci e bulgari. www.southeurope-mediterraneanwines.eu

 

AN so miga FORA, è il progetto datato 2013 di scambio culturale tra i produttori georgiani di vino e anfore, detentori dei segreti dell’ancestrale metodologia di produzione di vino in anfora, e i viticoltori emiliano romagnoli che si sono cimentati con questo antico e affascinante metodo di vinificazione nei tradizionali kvevri (anfore) georgiani. Uno dei produttori che presenterà il proprio “vino in anfora” alla serata del 19 Maggio è Francesco Bordini di Villa Papiano, che spiega: «Questa “contaminazione” è nata da un istinto semplice: indagare in modo ancestrale i vitigni autoctoni della Romagna. Questa voglia di conoscere in profondità senza filtri né timori di protocollo i nostri storici vitigni ha portato un gruppo di vignaioli a misurarsi con le lunghe macerazioni sulle bucce e le fermentazioni spontanee in anfore georgiane di terracotta. Attori di questa avventura: Albana, Trebbiano, Malvasia, Pignoletto, Rebola, Pagadebit, Centesimino e Sangiovese”.

Bordini sarà anche relatore della serata, insieme a Carlo Catani (co-fondatore del progetto AN so miga FORA) e Maurizio Manzoni, sommelier e responsabile della Mostra Permanente dell’Enoteca Regionale. A illustrare agli enoappassionati la propria esperienza e le caratteristiche peculiari della vinificazione in anfora ci saranno anche i vignaioli delle sei aziende presenti alla serata: Tenuta La Viola (FC), Tenuta Pennita (FC), Tre Monti (BO), Villa Papiano (FC), Villa Venti (FC) e Podere Vecciano (RN). Costo della degustazione: 15 euro.

 

Per informazioni e prenotazioni: tel. 0542 367700; e-mail: info@enotecaemiliaromagna

Altre info su: http://www.southeurope-mediterraneanwines.eu

Facebook: https://www.facebook.com/thewinesoul.ita?fref=ts

Twitter: https://twitter.com/thewinesoul

Albana Dei | concorso enologico | Dozza | vini in anfora | premiazione |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ALBANA DEI: DUE GIORNI TRA NUOVI STILI E SAPORI ANTICHI


ALBANA DČI: ALL'ANTICA O MODERNA, CE N'Č PER TUTTI I GUSTI


RINALDI DISTRIBUISCE I VINI CELLI.


Conclusa la VI edizione di Girogusto ad Amburgo, ora lo sguardo č giŕ rivolto a Berlino


ZIRU: L'ORO IN ANFORA DI ANTONELLA CORDA


 

Stesso autore

GIANNITESSARI PRESENTA LA NUOVA LINEA ALPONE

GIANNITESSARI PRESENTA LA NUOVA LINEA ALPONE
 Tre nuovi spumanti metodo Charmat da uva Durella  nelle tipologie Brut, Extra Dry e Dolce Si chiama Alpone la nuova linea di spumanti dell’azienda agricola Giannitessari, prodotti con metodo Charmat da uva Durella. In etichetta il torrente Alpone è rappresentato graficamente in rilievo, su fondo grigio, in tre diversi colori fluo: azzurro per la versione Brut, giallo per (continua)

CANTINE APERTE: CALINVERNO SI DEGUSTA A TUTTO TONDO

CANTINE APERTE: CALINVERNO SI DEGUSTA A TUTTO TONDO
 Domenica 26 maggio 2019 l’azienda agricola Monte Zovo propone esperienze avvolgenti con Calinverno, il vino simbolo della famiglia Cottini Calinverno sarà il protagonista di Cantine Aperte all’azienda agricola Monte Zovo di Caprino Veronese. Domenica 26 maggio, in occasione della tradizionale giornata indetta dal Movimento Italiano Turismo del Vino, la famiglia Cottini ha (continua)

GRAVNER: BIANCO BREG 2011 IL VINO CHE HA LASCIATO IL POSTO AL BOSCO

GRAVNER: BIANCO BREG 2011 IL VINO CHE HA LASCIATO IL POSTO AL BOSCO
 Tra il 2011 e il 2012 Josko Gravner ha espiantato tutti i vigneti da cui è stato ottenuto questo vino. Solo 3000 bottiglie, frutto di un’ottima annata Arriva sul mercato il Bianco Breg 2011 di Gravner. Prodotto con uve Sauvignon, Pinot Grigio, Chardonnay e Riesling Italico, è la penultima annata ad andare in commercio. I vigneti dai quali è stata raccolta l’ (continua)

RADICI DEL SUD: L’AUTOCTONO PROTAGONISTA A SANNICANDRO DI BARI

RADICI DEL SUD:  L’AUTOCTONO PROTAGONISTA A SANNICANDRO DI BARI
 Lunedì 10 giugno apre al pubblico il Salone, dove degustare i migliori vini e oli del Sud Italia. Alle 19.30 conferenza sui vitigni autoctoni con la maison Tarlant I vini da vitigno autoctono del Meridione tornano protagonisti con Radici del Sud. Il Salone dei vini e degli oli del Sud Italia è in programma per lunedì 10 giugno 2019 dalle 11.00 alle 21.00 al Castello di (continua)

SETTIMA EDIZIONE DE L’ORO DEL GARDA: PREMIATI I MIGLIORI OLI GARDA DOP

SETTIMA EDIZIONE DE L’ORO DEL GARDA: PREMIATI I MIGLIORI OLI GARDA DOP
 Il concorso unico indetto dal Consorzio Garda DOP premia ogni anno i migliori oli delle tre denominazioni. Primo posto al frantoio Turri e all’Agraria Riva del Garda Sono l’olio Garda Orientale DOP del frantoio Fratelli Turri di Cavaion Veronese (Verona) e quello dell’Agraria Riva del Garda di Riva del Garda (Trento) a vincere il primo posto de L’Oro del Garda, il co (continua)