Home > Musica > MICHELANGELO GIORDANO: “LE STRADE POPOLARI” è il disco d'esordio dell’artista escluso da Sanremo per i “troppi voti”

MICHELANGELO GIORDANO: “LE STRADE POPOLARI” è il disco d'esordio dell’artista escluso da Sanremo per i “troppi voti”

scritto da: Laltoparlante3 | segnala un abuso

 MICHELANGELO GIORDANO:  “LE STRADE POPOLARI” è il disco d'esordio dell’artista escluso da Sanremo per i “troppi voti”


 

Il cantautore che ha condotto il festival di Sanremo nell'aula del tribunale esce con il suo primo album: un viaggio musicale tra tradizione popolare e contemporaneità.

 

 

Guarda qui il video di “Chi bussa alla porta”

 

 

"Le strade popolari" è il nuovo album del cantautore Michelangelo Giordano che include 11 brani scritti dallo stesso cantautore ed arrangiati dal produttore artistico Stefano Pulga (già produttore di Edoardo Bennato ed arrangiatore, tra gli altri, per Gilbert Montagnè). L'album ha una netta impronta cantautorale, arricchito da sonorità etniche mediterranee. Un’attenzione particolare viene prestata da Michelangelo nella cura dei testi di ogni singolo brano dell'album. Oltre a canzoni autobiografiche, sono presenti brani di denuncia e impegno sociale che, il cantautore calabrese, decide di trattare a volte con una pungente ed originale ironia come nei brani "Chi bussa alla porta" e "Il paesino di periferia"; altre volte in modo crudo, schietto e spietato come nel brano "Nella stanza chiusa a chiave" ispirato alla storia di Natascha Kampusch; oppure in "Non cangiunu li cosi" in cui punta il dito contro le criminalità mafiose, l'abuso di potere e l'omertà.

Invece, per parlare d'amore Michelangelo Giordano cerca una maturità dettata da viscerali esperienze personali come nel brano "L'amore ci chiede amore" che diventa un inno universale all'amore.

Nell'album sono presenti anche due brani, "Dolce e amara" e "Sutta a luna", che Michelangelo Giordano dedica alla sua terra d'origine e che rappresentano perfettamente la bellezza ed i contrasti delle terre del Sud.

 

La Gazzetta del Sud del 16/03/2015: «il CD è profondamente imbevuto di sonorità e di culture mediterranee, e alcuni dei brani sono stati scritti dall'autore in dialetto calabrese.»

 

Il Gazzettino della Calabria del 16/03/2015: «nel suo nuovo cd sono presenti alcuni brani in dialetto calabrese, Giordano è autore dei testi per un lavoro prettamente cantautorale, ricco di sonorità etniche mediterranee.»

 

 

BIO

Michelangelo Giordano, autore, compositore ed interprete di tutti i suoi brani, nasce a Reggio Calabria dove muove i primi passi nella musica.

Nel 2004 frequenta il seminario di composizione tenuto dal CET, dai suoi docenti e dal Presidente e Fondatore Mogol.

Nel 2006 una sua canzone viene selezionata dalla casa discografica Carosello Records per partecipare al Cornetto Free Music Festival dove approda in finale esibendosi all'Alcatraz di Milano davanti alle telecamere di All Music. Nell'estate 2006, Michelangelo, apre alcuni concerti della tournée Passaporto del cantante Gatto Panceri.

Grazie all'incontro con il discografico Piero La Falce, nel 2009 pubblica un singolo con la casa discografica Steam Roller/Halidon.

Nel 2012 è tra i vincitori della selezione on line Sanremo Social e partecipa al programma televisivo di Rai Uno "Sanremo Social Day La Scelta" condotto da Gianni Morandi.

La sensibilità compositiva del cantautore Michelangelo Giordano, viene riconosciuta all'interno del concorso Voci per la Libertà-Una Canzone per Amnesty, dove si aggiudica il Premio Web Una Canzone per Amnesty 2013 per il suo impegno artistico nella tutela dei diritti umani.

L'incontro col produttore artistico Stefano Pulga (già produttore, tra gli altri, di Edoardo Bennato), ha spinto Michelangelo ad una costante ricerca musicale personale che mette completamente a nudo la sua anima.

Nei primi mesi del 2015, fa notizia l'esclusione di Michelangelo Giordano dalle selezioni dell'ultimo Festival di Sanremo di cui hanno parlato vari quotidiani e notiziari nazionali (Il Tempo, Il Giorno, Libero Quotidiano, Ansa, Il Giornale, La Gazzetta del Sud, ecc.) per il coraggio dimostrato dal cantautore calabrese....lo stesso coraggio che Michelangelo cerca quando scrive canzoni di denuncia con occhi attenti al mondo che lo circonda.

 

 

 

LINK DELLE PUBBLICAZIONI PIÙ IMPORTANTI USCITE IN MERITO ALLA QUESTIONE:

 

 

 

Facebook Profilo: https://www.facebook.com/michelangelo.giordano.9

Facebook Fanpage: https://www.facebook.com/michelangelogiordanoofficialpage?ref=hl

Youtube: https://www.youtube.com/channel/UC30JMzVljcBeFSpysrniwTA

 

 

Francesca Zizzari 

francesca@laltoparlante.it - tel. 328 4161425



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

AREA SANREMO 2020: on line il regolamento e il bando per partecipare all’unico concorso che dà accesso al 71° Festival di Sanremo

AREA SANREMO 2020: on line il regolamento e il bando per partecipare all’unico concorso che dà accesso al 71° Festival di Sanremo
Rimodulate le fasi del concorso che si svolgerà fra corsi on line e audizioni live, nel rispetto delle vigenti norme.  La Città dei Fiori ospiterà Area Sanremo 2020 nei giorni 24/25 ottobre, 31/1 novembre e 7/8 novembre, per le audizioni live che condurranno alla finale del 20/22 novembre, quando verranno decretati gli otto vincitori del concorso. Da questi (continua)

Gogaia è uscito il 25 settembre l’ep di esordio del progetto tra musica e sociale di Gaia Trussardi

Gogaia è uscito il 25 settembre l’ep di esordio del progetto tra musica e sociale di Gaia Trussardi
Un ampio disegno che ha l’obiettivo di promuovere l’integrazione attraverso il linguaggio universale della musica.L’ep Gogaia è il primo progetto artistico di Gaia Trussardi che racconta una storia di integrazione in forma pop. Dopo la scrittura dei 5 pezzi, Gaia ha messo insieme un trio formato da lei e due artisti africani, Ezy Williams e Haruna Kuyateh, i quali partecipano e si integrano perfet (continua)

Daniele Fortunato “Quel filo sottile” fuori dal 25 settembre il concept album del cantautore romagnolo d’adozione

Daniele Fortunato “Quel filo sottile” fuori dal 25 settembre il concept album del cantautore romagnolo d’adozione
Un disco di vita vissuta che racconta la storia di due persone attraverso sette canzoni che mettono a fuoco diverse istantanee del loro percorso. "Quel filo sottile" è il nuovo disco scritto e arrangiato dal cantautore Daniele Fortunato. Il concept album mette in scena il legame tra due persone attraverso sette fotografie musicali. Si racconta dell'alternanza tra leggerezza e tormento che da (continua)

Bouvet “Vedi me” è il nuovo singolo del cantautore toscano

Bouvet “Vedi me” è il nuovo singolo del cantautore toscano
IN RADIO DAL 25 SETTEMBREDopo aver partecipato alle finali di Area Sanremo 2019, l’artista pubblica per Rusty Records una canzone dedicata al momento magico in cui chi si è sentito da sempre invisibile agli occhi della gente, viene finalmente “visto” e riconosciuto dalla persona giusta.     La cover è stata ideata da Bouvet e disegnata da Roberto Diatz“Vedi me” è una canzo (continua)

Savage “Lonely Night” è il terzo singolo estratto dall’album “Love and Rain”

Savage “Lonely Night” è il terzo singolo estratto dall’album “Love and Rain”
Atmosfere dark e malinconiche caratterizzano il nuovo brano incentrato sul concetto di abbandono e solitudine, dell’icona dance anni ’80.In radio dal 25 settembre “Lonely night” è un viaggio sonoro fra i meravigliosi anni '80 e nel mondo romantico di Savage. Il pezzo esalta la miglior commistione fra pop, italodisco, new wave e synthpop ed è stato registrato con le più moderne tecnologie digi (continua)