Home > Turismo e Vacanze > Pernottare ad Hotel Centrale, nel cuore di Roma all’angolo con via Margutta, significa “vivere” il centro della città magica e da lì partire per le mete d’arte e di shopping

Pernottare ad Hotel Centrale, nel cuore di Roma all’angolo con via Margutta, significa “vivere” il centro della città magica e da lì partire per le mete d’arte e di shopping

scritto da: Redoffice3 | segnala un abuso

Pernottare ad Hotel Centrale, nel cuore di Roma all’angolo con via Margutta, significa “vivere” il centro della città magica e da lì partire per le mete d’arte e di shopping


Il rapporto tra chilometri percorsi, soddisfazione e mete visitate è altissimo: dall’Hotel Centrale si parte dal pieno centro di Roma per arrivare alle mete artistiche più famose della Capitale e alle vie dello shopping, come ad esempio piazza del Popolo, via Margutta, via del Babbuino e piazza di Spagna, raggiungibili davvero con pochi passi. Qui di seguito la distanza in metri da Hotel Centrale Roma a questi luoghi ed il percorso in minuti, senza inganno

Partire dal centro della Capitale significa fare meno chilometri e vedere più cose: ecco il vantaggio che dà pernottare a Hotel Centrale Roma, un tre stelle di categoria Superiore nel pieno centro della città.

42 secondi e circa 60 metri: sono il tempo e la distanza che si impiega da via Laurina, la strada in cui si trova Hotel Centrale Roma, a via del Babbuino. Questa è una delle vie più famose della città per la moda, in particolare per l’abbigliamento uomo-donna ma anche per i negozi di scarpe, le gioiellerie, le orologerie e le profumerie esclusive. Qui si trovano infatti le boutique delle grandi firme come Chanel, Hogan e Tiffany e anche la boutique di Frederic Malle, “l'editore dei profumieri di lusso”.

Due minuti (per percorrere circa 100 metri) è invece quanto ci vuole per raggiungere dall’Hotel Centrale Roma via Margutta, conosciuta come la via degli artisti. Qui sono infatti presenti case d'aste e numerose gallerie d'arte, oltre ai negozi di antiquariato e qui si svolge “100 pittori di Margutta”, la più importante rassegna artistico – culturale di Roma Capitale.

In 4 minuti si arriva invece a piazza del Popolo, che, con la sua porta, è l’esempio eccellente della stratificazione architettonica della Città Eterna (un fenomeno che si è verificato per i continui avvicendamenti di pontefici che comportavano modifiche e rielaborazioni dei lavori edilizi e viari). Su piazza del Popolo si affacciano ben tre chiese; la più antica è la basilica di Santa Maria del Popolo, del XV secolo; ospita, tra l’altro, dipinti del Caravaggio e architetture di Raffaello e del Bramante. Le due chiese gemelle sono invece Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli, entrambe della fine del Seicento. La piazza è inoltre arricchita dall’obelisco egizio noto come Flaminio, risalente al XIII secolo a.C. e da numerose fontane.

6 minuti per fare 450 metri circa è invece il tempo per arrivare da via Laurina a piazza di Spagna, una delle più famose piazze di Roma, in cui troneggia la scalinata di Trinità dei Monti. Questa, simbolo della piazza e costituita da 135 gradini, fu inaugurata in occasione del Giubileo del 1725; è decorata da numerose terrazze-giardino e in primavera ed estate viene addobbata con fiori. In piazza di Spagna, all’arte si affiancano  negozi di lusso; al centro c’è la famosa fontana della Barcaccia, che risale al primo periodo barocco, scolpita dai Bernini padre e figlio e da qui si possono raggiungere in pochi passi molte vie della moda e dello shopping: via del Babbuino, via Condotti, via del Corso e via Margutta.

(Nella foto, l'immagine di Roma magica dalla terrazza di una delle camere di Hotel Centrale Roma)

 

http://www.hotelcentraleroma.it/


Fonte notizia: http://www.hotelcentraleroma.it/


hotel centrale roma | hotel centro roma | hotel via babuino roma centro | hotel piazza del popolo centro roma | hotel via margutta roma centro | hotel piazza di spagna centro roma | expo milano hotel roma | expo 2015 hotel roma | expo milano 2015 hotel roma |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La lista dei migliori hotel del mondo


Cento pittori, cento opere in via Margutta per i cento canti della Divina Commedia di Dante


agoda.com svela offerte grandiose per gli hotel preferiti di Parigi


Hotel Centrale Roma vince il Certificato di Eccellenza di TripAdvisor anche per il 2013


Alla "Roma Jewelry Week" l'estro creativo della Neo-Scuola Orafa Romana insieme all'associazione OTP


Il trend dei boutique hotel: tra design e fantasia


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Reagire alla crisi: una soluzione arriva dall’alta gioielleria d’arte

Reagire alla crisi: una soluzione arriva dall’alta gioielleria d’arte
Il "Grande Patto” proposto da #GabriellaRivalta è un vero e proprio nuovo paradigma che vede la cultura e la prassi della condivisione diventare driver di cambiamento nella pratica di tutti i giorni La Maison piemontese di gioielli d’arte, con a capo Gabriella Rivalta e il figlio Roberto, ha deciso di recuperare i rapporti che in questi momenti di crisi sanitaria e sistemica stanno subendo danni irreparabili nel tessuto sociale e relazionale dell’Italia. Ecco la proposta di #GabriellaRivalta: “si tratta di un rivoluzionario rapporto di collaborazione, un nuovo patto fiduciario fra produz (continua)

Diretta con “Da Gutenberg a Zuckerberg, che emozione!”, martedì 26 maggio 2020 dalle ore 14.30 alle 16

Diretta con “Da Gutenberg a Zuckerberg, che emozione!”, martedì 26 maggio 2020 dalle ore 14.30 alle 16
Le frontiere dell'editoria del terzo millennio ed i segreti per una strategia di content curation e storytelling efficace, fra tecnologia ed umanità Come riconoscere le nuove forme di editoria digitale che possono diventare modelli di business validi e replicabili? Come rendere la propria comunicazione multi-canale coerente ed efficace? Risponderà a queste ed altre domande un evento AISM - Associazione Italiana Sviluppo Marketing a cura di Emotional Marketing Lab e MIURA: dalla prima Bibbia sino a «Facebook Augmented Reality» passando per (continua)

La desiderabilità del segno a Milano: brand design, calligrafia e agopuntura urbana

La desiderabilità del segno a Milano: brand design, calligrafia e agopuntura urbana
“La desiderabilità del segno” è un concept a tre voci con Paolo Rossetti, Simonetta Ferrante e Matteo Pettinaroli, in cui è possibile immergersi in una ramificazione di segni, una texture di relazioni, una trama di gesti Designing Happiness a 100 anni da Bauhaus L’incontro “La desiderabilità del segno”, avvenuto nel centesimo annive (continua)

La desiderabilità del segno

La desiderabilità del segno
La desiderabilità del segno Un incontro tra arte, design e trasformazione urbana, a cento anni dall’esperienza Bauhaus con al centro la desiderabilità, motore che fa girare l'esistenza “La desiderabilità del segno”. Un incontro a tre voci, Paolo Rossetti, Matteo Pettinaroli, Simonetta Ferrante in cui è possibile immergersi in una ramificazione di segni, una texture di relazioni, una trama di ge (continua)

“Robots & Rinascimento”, l’intelligenza artificiale si connette con il patrimonio creativo italiano e la visione 4.0

“Robots & Rinascimento”, l’intelligenza artificiale si connette con il patrimonio creativo italiano e la visione 4.0
Il meeting svoltosi il 30 gennaio 2018 ha visto protagonista il robot NAO della Scuola di Robotica che ha interagito con gli ospiti. L’incontro, presentato da “LA LOGICA DEL FLUIRE. CHE MERCATO SAREMO” e “COPERNICO”, ha incluso gli interventi di Fiorella Operto, Fabrizio Bellavista e Stefano Lazzari e un saluto di benvenuto di Federico Lessio mentre Luisa Cozzi ha (continua)