Home > Primo Piano > Oltre il 50% dei malware per Android mira a transazioni finanziarie

Oltre il 50% dei malware per Android mira a transazioni finanziarie

scritto da: SABMCS | segnala un abuso

Oltre il 50% dei malware per Android mira a transazioni finanziarie


 Bochum (Germania) - L’impiego di App per il “mobile banking” e lo shopping online crescono in maniera esponenziale. Secondo ING Bank, il 36% degli italiani impiega uno smartphone o un tablet per le transazioni bancarie. Un altro 20% intende passare al mobile banking nel corso del prossimo anno. L’Osservatorio del Politecnico di Milano indica nel suo recente studio che il “Mobile Commerce” cuba attualmente il 10% dei consumi della Mobile Economy e il 18% del totale dell’e-commerce italiano. L’acquisto di giochi, video, news, musica ed altri contenuti digitali si avvicina in Italia al miliardo di Euro, con una crescita del 18% per un volume di circa il 40% degli acquisti effettuati dai vari store. L’Osservatorio prevede infine un aumento costante del valore del Mobile Commerce, destinato a pesare per quasi il 40% sul totale e-commerce entro il 2017. Questo trend non è sfuggito ai cyber criminali, che hanno sviluppato malware ad hoc. Abbonamenti forzati con SMS “premium” o telefonate, estorsioni tramite ransomware e controllo remoto dei bonifici durante i processi di autorizzazione delle transazioni: un’analisi condotta dagli esperti di sicurezza di G DATA ha rivelato che oltre il 50% del malware sviluppato per piattaforme Android cela una motivazione di natura finanziaria. In tutto gli analisti hanno rilevato oltre 440.000 nuovi malware per Android nel primo trimestre del 2015, identificando un nuovo ceppo ogni 18 secondi. Il G DATA Mobile Malware Report riassume le tendenze più importanti e le previsioni per l’anno in corso. Il report è disponibile online sul sito G DATA.

 
"L’impiego di smartphone e tablet per l’online banking aumenta rapidamente. Grazie al suo predominio sul mercato, il sistema operativo Android in particolare desta il massimo interesse dei cyber criminali. Non ci sorprende quindi che gli hacker sviluppino e distribuiscano malware finanziari e trojan bancari specifici per questa piattaforma”, commenta Christian Geschkat, G DATA Mobile Solutions Product Manager. "La prevedibile conseguenza è un incremento significativo di malware con obiettivi finanziari per questo sistema operativo nel corso dell’anno."
 
Incremento dei malware con motivazione finanziaria destinati a piattaforme Android
 
Infographic Financially motivated Android malware EN RGBIl mobile banking è in forte espansione. Ciò ha conseguenze sul malware sviluppato per Android. Gli esperti di sicurezza di G DATA hanno determinato che oltre il 50% dei malware attualmente distribuiti ha un’origine di natura finanziaria ed include trojan bancari e trojan inviati via SMS.
 
Incremento del malware per piattaforme mobili nel primo trimestre 2015
 
Gli esperti G DATA hanno identificato 440.267 nuovi campioni di malware nel solo primo trimestre del 2015. Il numero di nuovi ceppi di malware per Android é aumentato del 6,4 % rispetto all’ultimo trimestre dello scorso anno (413.871). Il confronto con il dato anno su anno palesa una forbice ancora maggiore, l’incremento è del 21% (363.153 nel primo trimestre 2014).
 
Ulteriori previsioni
 
- Il numero di nuovi tipi di malware aumenterà in modo significativo nel 2015: Gli esperti G DATA prevendono un rapido aumento del numero di nuovi ceppi di malware per Android nel 2015. A fronte della pervasività di questo sistema operativo, i cybercriminali sono determinati a diffondere quanto più malware possibile.
- Internet of Things – invasione tramite i device mobili: I dispositivi “intelligenti” sono più soggetti agli attacchi. Che si tratti di vetture smart, dispositivi per il riscaldamento o router, i ricercatori riscontrano sempre più falle. In molti casi gli smartphone e i tablet vengono impiegati per controllare i dispositivi intelligenti. Gli analisti G DATA prevedono quindi che proprio queste piattaforme si tramuteranno in uno dei primari vettori di attacchi.
- Il Mobile Malware Report completo di G DATA é reperibile online al link: secure.gd/dl-en-mmwr201501 
 
Profilo aziendale
 
La sicurezza IT è nata in Germania: G DATA Software AG viene considerata a pieno titolo l'inventore dei software antivirus. L'azienda, fondata nel 1985 a Bochum, più di 28 anni fa sviluppò il primo programma contro la diffusione dei virus informatici. Oggi, G DATA è uno dei principali fornitori al mondo di soluzioni per la sicurezza IT.
 
Numerosi test mirati hanno dimostrato che la IT security "Made in Germany" offre agli utenti di Internet la miglior protezione possibile. Dal 2005 la fondazione Stiftung Warentest si occupa di testare i prodotti di sicurezza informatica. In tutti e sette i test, condotti dal 2005 al 2014, G DATA ha sempre ottenuto il miglior punteggio per il rilevamento virus. Nei test comparativi di AV-TEST, G DATA ottiene regolarmente i migliori risultati in termini di individuazione di malware. Anche a livello internazionale InternetSecurity di G DATA è stato eletto miglior pacchetto di sicurezza per Internet da riviste specialistiche indipendenti in diversi Paesi, tra cui Australia, Austria, Belgio, Francia, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Stati Uniti.
 
Il portafoglio prodotti G DATA comprende soluzioni di sicurezza sia per privati, sia per le aziende, dalle PMI alle grandi imprese. Le soluzioni di sicurezza di G DATA sono disponibili in oltre 90 Paesi di tutto il mondo.
 
Ulteriori informazioni su G DATA e sulle soluzioni di sicurezza sono consultabili sul sito www.gdata.it
 

Fonte notizia: https://sabmcs.wordpress.com/2015/07/01/gdata-mmr-q1-2015/


app per il banking | G DATA | hacker | malware | malware per android statistiche | malware per piattaforme mobili | mobile banking | mobile malware report | trojan bancari | uso smartphone in Italia |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Android: G DATA rileva oltre 4.500 nuovi malware al giorno


Impennata di cyberattacchi su dispositivi Android


Le cifre del malware nel primo semestre 2018: il pericolo si annida sul web


I dispositivi Android con firmware obsoleto sono l’80%


G DATA: 9.468 nuovi malware per Android al giorno tra gennaio e giugno 2016


G DATA: nel 2015 focus sul malware multi-target e sullo spyware. Ecco 6 previsioni


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Snom D7C dà un tocco di colore ed eleganza alle comunicazioni

Snom D7C dà un tocco di colore ed eleganza alle comunicazioni
Il potente modulo di espansione Snom D7C per i terminali IP Snom D785, D765, D735 e D717 che presenta all’utente con immediatezza tutte le funzioni preferite in maniera chiara su un ampio display a colori. I telefoni da tavolo moderni convincono spesso con funzionalità particolarmente utili per le comunicazioni nella quotidianità aziendale. Tuttavia, quando l’utente vuole avvalersene, risultano visibili solo parzialmente. Non è questo il caso con il potente modulo di espansione Snom D7C per i terminali IP Snom D785, D765, D735 e D717 che presenta all’utente con immediatezza tutte le funzioni preferi (continua)

Un criterio di scelta in più: i telefoni Snom sono personalizzabili

Un criterio di scelta in più:  i telefoni Snom sono personalizzabili
Che si tratti di modificare le diciture sui tasti, di applicare il logo dell’azienda acquirente sul telefono o che si desideri un terminale di un colore completamente diverso - con Snom è possibile soddisfare quasi tutti i desideri in termini di design. Qualità, mobilità e funzionalità - le aspettative nei confronti della moderna telefonia aziendale sono sempre più elevate. Snom, noto produttore di telefoni IP per aziende e industria aggiunge a questo elenco un ulteriore criterio di scelta: l'individualizzabilità dei terminali. Il produttore berlinese garantisce infatti la massima adattabilità dei propri telefoni alle esigenze dei propri clienti. (continua)

Il VoIP a prova di intemperie: la stazione base DECT multicella Snom M900 Outdoor

Il VoIP a prova di intemperie: la stazione base DECT multicella Snom M900 Outdoor
Con un involucro protettivo (300 x 175 x 80 mm) in plastica certificato IP55 e resistente agli urti (IK08), agli agenti atmosferici e ai raggi UV, la stazione base DECT multicella M900 outdoor opera con temperature comprese tra -20 e +60 °C e ha una portata del segnale radio di 50 metri all'interno e 300 metri all'esterno degli edifici. Le misurazioni necessarie per l’installazione di stazioni base DECT per una copertura ottimale di specifiche aree di taluni edifici possono essere una dura sfida per i tecnici. Soprattutto se occorre garantire un passaggio delle chiamate da una multicella all’altra senza soluzione di continuità in presenza di un gran numero di telefoni cordless IP. Un compito ancora più arduo se tale copertura va (continua)

Più flessibilità e tempi di implementazione ridotti con la nuova API di Snom per fornitori di soluzioni UC

Più flessibilità e tempi di implementazione ridotti con la nuova API di Snom per fornitori di soluzioni UC
Il pioiniere del VoIP e produttore di telefoni IP premium ha introdotto una nuova API sicura che consente ai produttori di soluzioni UC di integrare facilmente nei propri sistemi il servizio SRAPS, lo strumento di provisioning automatico firmato Snom. Lo scorso settembre, Snom, noto produttore di telefoni IP premium per professionisti, aziende e industria ha messo a disposizione dei produttori di soluzioni UC una API sicura che consente loro di integrare nei propri sistemi in maniera ancora più comoda il servizio SRAPS, lo strumento di provisioning automatico firmato Snom. Sono già numerose le integrazioni dell’API per SRAPS realizzate da parte (continua)

Snom affida a Luca Livraga la gestione del Technical Support EMEA

Snom affida a Luca Livraga la gestione del Technical Support EMEA
A cinque anni dall’inizio della sua carriera in Snom Italia come Technical Support Engineer, Livraga assume ora il ruolo di Team Lead Technical Support EMEA. Tra le priorità del manager sia una stretta collaborazione con il product management a sostegno di un’innovazione ancora più vicina al mercato sia la garanzia di continuità in termini di eccellenza del servizio tecnico erogato. Da cinque anni in Snom, Livraga ha lavorato in passato per noti operatori italiani come Vodafone e Fastweb, occupandosi anche nelle precedenti esperienze di VoIP e problemi di connettività. Da sempre a contatto con tecnici installatori e i loro utenti finali, dal piccolo al grande cliente fino alle pubbliche amministrazioni, l’oggi trentottenne ha portato in Snom una visione a tutto tondo su ciò d (continua)