Home > Sviluppo sostenibile > Ha senso parlare di Energy Union?

Ha senso parlare di Energy Union?

scritto da: Word Agency | segnala un abuso

Ha senso parlare di Energy Union?


La Germania firma unilateralmente un accordo energetico con la Russia. Ha senso parlare ancora di Energy Union? Nella concitazione che ha costellato le vicende greche penso che possa essere sfuggito l'accordo bilaterale siglato pochi giorni fa da Merkel e Putin, nonostante la rigida posizione tedesca sulle sanzioni nei confronti della Russia, per la costruzione di un gasdotto che porti il gas russo direttamente in Germania, eludendo le regole europee del Terzo Pacchetto Energia che aveva fatto cadere SouthStream. Ritengo mio dovere richiamare l'attenzione su di esso. E' stato stipulato tre giorni prima dell'incontro trilaterale organizzato dalla Commissione per mediare tra Russia e Ucraina sulla vicenda energetica. Non sorprende dunque che quest'ultimo incontro sia fallito. E' difficile dare credito al decollo, pur importante, dell'Energy Union se i Capi di Governo non si impegneranno sul tema, lasciando prevalere gli interessi nazionali del Paese più forte nella strategia energetica di lungo periodo dell'UE.

 

Leggi articolo completo...


Fonte notizia: http://www.valeriatermini.it/mc/510/Unione-energetica-il-tentativo-di-Bruxelles-di-avere-una-voce-sola


Valeria Termini | Energy Union | Grecia | Germania | accordo Merkel e Putin | UE |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Nuove soluzioni ATEN per realizzare data center sempre più “green”


Terna: Windcity si aggiudica la terza edizione di Next Energy


La partnership tra Best Union ed Expert System rende più facile la fruizione di eventi e parchi divertimento


Il corso di Energy Manager


Taglio del nastro per la seconda edizione di White Energy Week, il progetto di Alternanza Scuola-Lavoro promosso da Seaside


Solar Energy Group presenta “Super Solar Deluxe”: il nuovo sistema fotovoltaico basato su Tecnologia a Microinverter Enphase


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Presentazione dell’edizione speciale dell’Art Report di MPS dedicata alla Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze

Presentazione dell’edizione speciale dell’Art Report di MPS dedicata alla Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze
 Banca MPS, AXA-Art e Art Defender organizzano una serata per l’edizione speciale dell’Art Report di MPS dedicata alla Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze.  Dopo la visita a Palazzo Corsini, il programma prosegue con una presentazione, che si terrà nella vicina sede MPS, seguita da un cocktail. L’evento è solo su invito.  (continua)

Middle In East Arte mediorientale e sud asiatica oggi, in relazione al contesto italiano e alla Biennale di Venezia

Middle In East Arte mediorientale e sud asiatica oggi, in relazione al contesto italiano e alla Biennale di Venezia
 Middle In East è il titolo del convegno presentato il 18 settembre 2015 (ore 18.00) a Palazzo Franchetti, Venezia. L’iniziativa è promossa da Andrea Carlo Alpini, gallerista di Theca Gallery, Milano, insieme con Paolo Ceccherini, analista dell’area Research di Monte dei Paschi di Siena e curatore di MPS Art Report, unitamente a Igor Zanti, director manager di IED Ve (continua)

Workshop: “Arte tra business e nuovi modelli di interpretazione”, Magis Finance e Università di Siena

Workshop: “Arte tra business e nuovi modelli di interpretazione”, Magis Finance e Università di Siena
 Il seminario ha analizzato il tema della gestione dei beni artistico culturali, presentando le soluzioni più avanzate derivanti dall’esperienza dei professionisti della materia.    Sono disponibili le slide dell’intervento “Art as an Alternative Investment”, presentate da Giovanni Fulci, FRM, MPS.    Le slide sono scaricabili dal sito BEF (continua)

SDA Bocconi/iShares workshop: Innovazione Finanziaria ed Evoluzione dell’Asset Allocation. In ricordo di Franco Caparrelli.

 Nel workshop sono state analizzate le principali tendenze che caratterizzano l’industria dell’asset management e dell’ingegneria finanziaria.  L'iniziativa ha rappresentato un’occasione per affrontare e discutere di strategie di investimento e dei condizionamenti della crescente incertezza e della relativa volatilità di mercato, del ruolo e delle prospett (continua)

Intervista esclusiva ad un ispettore dei fondi europei del MIUR

 La storia Nel 2012 avviene un fatto strano che nessuno ha mai riportato: tutto un ufficio di ispettori dei fondi europei del MIUR viene cancellato dopo una serie di ispezioni che danno risultati molto negativi. L’ufficio era composto da 4 persone più 5 consulenti, a marzo 2012 l’ufficio viene completamente smantellato ed il personale viene o allontanato, o mandato in pen (continua)