Home > Ambiente e salute > "La verità sulla droga" informa Grumello

"La verità sulla droga" informa Grumello

scritto da: Scientology Brescia | segnala un abuso


I volontari della Associazione "Mondo libero dalla droga" hanno distribuito 600 libretti "La verità sulla droga" alla comunità di Grumello. Consapevoli dell'importanza dell'informazione non autoritaria, ma semplice e diretta i sostenitori distribuiscono materiali informativi che raccolgono costante consenso fra giovani e adulti. Sul sito internet di "Mondo Libero dalla Droga" si possono consultare tutti i libretti e visionare molti "Annunci di pubblica utilità" della serie "Dicevano - Mentivano" dove per ogni sostanza viene messo in luce un falso messaggio, un luogo comune che viene fatto circolare per "aiutare" i giovanissimi ad intraprendere la via della dipendenza. Sullo stesso sito gli educatori possono ordinare gratuitamente il "Kit per educatori" che fornisce strumenti pratici per istruire i giovani sull’abuso di queste sostanze. I genitori possono informare adeguatamente e per tempo i loro ragazzi ordinando il "Kit informativo gratuito e dvd" che include un cofanetto di 13 opuscoli di prevenzione della droga della serie “La Verità sulla Droga” ed il DVD "Creazione di un mondo libero dalla droga", insieme agli annunci di pubblica utilità e un’anteprima del documentario La Verità sulla Droga. La campagna "La verità sulla droga" è stata istituita dalla Chiesa di Scientology. Tutte le attività della associazione sono non confessionali, non discriminatorie e non a fine di lucro. I materiali di comunicazione sono disponibili per chiunque li voglia esaminare ed utilizzare per contribuire alla prevenzione sui giovani affinché, loro per primi, crescano nella consapevolezza della piaga che l'uso di sostanze viene a determinare nelle loro vite. I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

Fonte notizia: http://it.drugfreeworld.org/home.html


Droga | Prevenzione | Hubbard | Scientology | Marijuana | Cocaina | Sostanze | Hashish |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

26 giugno 2020 - Giornata mondiale contro il consumo e il traffico illecito di droga


Creare specialisti della prevenzione alla droga


PREVENZIONE ALLA DROGA: RAGGIUNGERE MILIONI DI PERSONE CON IL MESSAGGIO “DICEVANO... MENTIVANO”


L’istruzione per porre fine alla droga.


Prevenzione online antidroga


CLUB DELLA GIOVENTÙ LIBERA DALLA DROGA


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Scientology: l'anima e la conoscenza della vita

Scientology: l'anima e la conoscenza della vita
Dopo aver individuato la struttura dei ricordi, rimaneva da capire chi li stesse osservando. A questo si è quindi indirizzata la ricerca di L. Ron Hubbard L'essere consapevoleNonostante i notevoli risultati raggiunti da Dianetics a proposito della mente e nel campo del comportamento umano, restava ancora un quesito in sospeso: nel momento in cui qualcuno guardava un’immagine mentale, chi, in effetti la stava guardando?Nell’autunno del 1951, dopo aver osservato tantissime persone usare Dianetics e aver riscontrato una comunanza nelle esperienze e nei (continua)

Scientology contribuisce al miglioramento sociale

Scientology contribuisce al miglioramento sociale
Le chiese, nei secoli, si sono sempre contraddistinte per il loro contributo disinteressato alla comunità locale. Anche Scientology, ritenendo l'aiuto un fattore di estremo significato, si adopera per contrastare la diffusione di importanti problemi sociali. L'aiuto alla comunità dagli ScientologistMi ha sempre stupito come gli Scientologist provengano da diversi ceti sociali. Per loro e per Scientology l'aiuto, sia individuale che sociale, è sempre motivo di orgoglio. Pur da diverse storie personali ed esperienze professionali, si preoccupano dei problemi sociali e sostengono numerosi programmi di miglioramento sociale.L'impegno è profuso per ottene (continua)

Scientology - La ricerca come avventura

Scientology - La ricerca come avventura
La ricerca filosofica è affascinate in generale, ma quando si indirizza allo dimensione trascendente lo è particolarmente. Soprattutto quando conduce a qualcosa che tutti possono utilizzare per comprendere la propria, personale dimensione spirituale. Il fascino della ricercaEcco come, il fondatore di Scientology, descrive l'avventura della sua ricerca. “Per quasi un quarto di secolo, mi sono occupato della ricerca dei fondamenti della vita, dell’universo materiale e del comportamento umano. Un’avventura di questo genere conduce lungo molte strade maestre, attraverso molte vie secondarie, dentro i molti vicoli oscuri dell’incertezza, attravers (continua)

Ministri Volontari di Scientology al Parco Falcone Borsellino

Ministri Volontari di Scientology al Parco Falcone Borsellino
I Ministri Volontari di Scientology, una volta al mese, si recano al Parco Falcone Borsellino di Brescia per ripetere la raccolta dei rifiuti abbandonati. Il parco si trova nei pressi della Chiesa bresciana di Scientology. Pulizia mensile al Parco Falcone Borsellino.Il Parco della città più vicino alla sede bresciana della Chiesa di Scientology, è il parco Falcone Borsellino delimitato da Via dei Mille e Via Fratelli Ugoni. Per questo motivo i Ministri Volontari di Scientology l'hanno "adottato" per eseguire mensilmente una raccolta dei soliti rifiuti abbandonati. Un gruppo di cinque persone si è quindi recato al pa (continua)

Scientology torna al Parco Tarello per raccogliere rifiuti abbandonati

Scientology torna al Parco Tarello per raccogliere rifiuti abbandonati
Tornano i Ministri Volontari di Scientology al Parco Tarello di Brescia per continuare la raccolta dei rifiuti abbandonati. I visitatori potrebbero lasciarli negli appositi raccoglitori o anche, molto semplicemente, portarli con sè fino a casa per poi smaltirli in modo differenziato. Seconda pulizia al Parco Tarello.I Ministri Volontari di Scientology sono tornati, dopo una settimana, al Parco Tarello per proseguire la raccolta dei numerosi rifiuti abbandonati nelle zone meno visibili del parco. L'iniziativa vuole educare bambini e giovani della propria comunità che, con la partecipazione concreta, possono meglio comprendere il valore del rispetto delle zone verdi pubbliche co (continua)