Home > News > Sciopero dei Cobas: alcuni lavoratori della cooperativa che lavora per il colosso dello shopping online, YOOX Group, si schierano a difesa della loro società

Sciopero dei Cobas: alcuni lavoratori della cooperativa che lavora per il colosso dello shopping online, YOOX Group, si schierano a difesa della loro società

scritto da: Usonlinearticlenews | segnala un abuso


YOOX: alcuni dipendenti di Mr. Job intervengono a sostegno della loro società, sottolineando come le condizioni di lavoro alle quali sono sottoposti siano del tutto normali, tipiche di qualsiasi azienda.

YOOX: la maggior parte dei lavoratori di Mr. Job difende il colosso dello shopping online

La richiesta di licenziamento di 8 lavoratrici di Mr. Job, società che mette a disposizione di YOOX personale per la confezione degli abiti, ha generato una serie di contromosse da parte dei Cobas, che contestano l'utilizzo di metodi ricattatori e volti allo sfruttamento del lavoro. Aldo Milani, leader del sindacato, ha infatti sottolineato come sia in atto un tentativo di punire tutti i dipendenti che avevano preso parte agli scioperi organizzati per contestare le condizioni lavorative nella cooperativa, appellandosi a motivi futili e di poco conto. A difesa di Mr. Job, e conseguentemente di YOOX, è però intervenuta la maggior parte dei lavoratori, come evidenziato in un articolo pubblicato sul portale online della testata "Il Fatto Quotidiano". Molti di questi dipendenti, che avevano preso parte allo sciopero bianco organizzato lo scorso 11 luglio, non vogliono infatti sentire parlare di sfruttamento.

La campagna contro YOOX e i suoi magazzini? Si tratta di propaganda

Francesco Patti, dipendente di Mr. Job da marzo 2014, è intervenuto a difesa della sua società, sottolineando come le condizioni alle quali sono sottoposti lavoratori e lavoratrici siano in realtà normali, tipiche di ogni azienda. Proseguendo nel suo discorso, ha posto l'accento sul carattere meramente propagandistico della campagna indetta dai Cobas contro YOOX e i suoi magazzini, evidenziando come soltanto una decina di lavoratori, a fronte dei circa 300 in totale, abbiano effettivamente aderito alle manifestazioni. Infine, si è esposto anche in merito alle sanzioni disciplinari comminate agli 8 lavoratori, a suo avviso più che giustificate per la loro scarsa attitudine al lavoro. Patti auspica che lo sciopero previsto non sia di impedimento alle persone che hanno intenzione di lavorare, in caso contrario potrebbe essere organizzato nuovamente uno sciopero bianco.

Per leggere l'articolo completo relativo alla vicenda YOOX, visita il portale online della testata "Il Fatto Quotidiano".


Fonte notizia: http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/09/02/yoox-i-lavoratori-di-mr-job-attaccano-i-cobas-lavoriamo-in-condizioni-normalissime/2002187/


Yoox | Yoox dipendenti | YOOX Cobas | YOOX Mr Job | sciopero |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Beatrice Trussardi scelta come curatrice della sezione Design+Art di Yoox


Arte e design incontrano l’e-commerce: Beatrice Trussardi curatrice per Yoox


L’importanza dello sciopero del 23 marzo in FIAT-FCA


Le questioni sollevate dallo sciopero in Amazon


L'intervista a Erno Rossi per i suoi 40 anni di professione...


Viva la lotta dei proletari della logistica!


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore