Home > Eventi e Fiere > Gli Ambassador di Expo Milano 2015 Marco Bianchi e Lisa Casali: show cooking e approfondimenti nell’evento targato Goglio sulla corretta conservazione degli alimenti

Gli Ambassador di Expo Milano 2015 Marco Bianchi e Lisa Casali: show cooking e approfondimenti nell’evento targato Goglio sulla corretta conservazione degli alimenti

scritto da: Redoffice3 | segnala un abuso

Gli Ambassador di Expo Milano 2015 Marco Bianchi e Lisa Casali: show cooking e approfondimenti nell’evento targato Goglio sulla corretta conservazione degli alimenti


Expo, 4 settembre 2015. I due Ambassador dell’Esposizione Universale di Milano Marco Bianchi, divulgatore scientifico per la Fondazione Veronesi e "chef" per vocazione e Lisa Casali, scienziata ambientale, blogger e scrittrice, hanno approfondito concetti importanti sul cibo, sulla salute e sulla corretta conservazione degli alimenti con una dimostrazione finale attraverso uno show cooking. Organizzata dall’azienda Goglio di Daverio Varese nel Padiglione ‘Cibus è Italia’ in Expo Milano 2015, la serata è stata focalizzata sui temi "Pomodoro e caffè: principi e benefici" e "Gli alimenti: la corretta conservazione"

"Pomodoro e caffè: principi e benefici" e "Gli alimenti: la corretta conservazione" sono stati gli argomenti principali di una cena evento ad Expo Milano 2015, organizzata da Goglio, azienda di Daverio (VA) leader negli imballaggi flessibili. La serata si è svolta il 4 settembre 2015 presso la Terrazza Panoramica del padiglione "Cibus è Italia" nel sito espositivo dell’Esposizione Universale, dove Goglio ha anche uno stand. Protagonisti della serata i due Ambassador per Expo Marco Bianchi, divulgatore scientifico per la Fondazione Veronesi e "chef" per vocazione e Lisa Casali, scienziata ambientale, blogger e scrittrice, che hanno dato vita ad uno show cooking.

La prima parte dell’evento, più teorica, è stata focalizzata su "Pomodoro e caffè: principi e benefici"; Marco Bianchi ha fatto uno speech sui benefici e sulle proprietà del pomodoro e del caffè. E’ seguito l’intervento di Lisa Casali circa "Gli alimenti: la corretta conservazione", che ha trattato dell’importanza della corretta conservazione dei cibi e del sottovuoto, nonché della “cottura in lavastoviglie”, un metodo che incarna perfettamente la sua filosofia antispreco che utilizza appunto il sottovuoto.

L'intervento di Marco Bianchi è stato molto approfondito ed ha spiegato la filosofia di base che lo conduce nella scelta degli alimenti: "nel 2007 il Fondo Mondiale per la ricerca sul cancro ha redatto un documento che è diventato sempre più una vera e propria Bibbia per la salute. Si tratta purtroppo di informazioni ancora poco diffuse, ma lì si trova un elenco completo di tutti quegli alimenti capaci di influenzare il nostro benessere; la domanda sorge allora spontanea: perchè non prevenire tumori, malattie cardiovascolari e degenerative sfruttando il sapere della nutrigenomica? Insieme possiamo scoprire quanto saporita e prelibata potrebbe essere la nostra salute". Lisa Casali, invece, ha percorso le strade del riutilizzo con suggerimenti pratici; eccone alcuni: "ogni giorno, attraverso il cibo e il modo in cui cuciniamo, facciamo una scelta, la più democratica e ampia che ognuno di noi può attuare liberamente e totalmente e allora perchè non utilizzare anche gli scarti dei cibi, consumando il giusto, senza sprechi? Scegliere consapevolmente cosa mettere nel piatto può diventare un vero e proprio atto rivoluzionario. Un esempio: le bucce dello scalogno e dell'aglio possono essere conservate e utilizzate per profumare il brodo e, ancora, con l'acqua del pomodoro si possono cuocere i ceci e con quella dei legumi si può fare un'ottima maionese aggiungendoci l'uovo".

Nella seconda parte della cena evento del 4 settembre ad Expo Milano 2015, Marco Bianchi e Lisa Casali hanno dato vita anche ad un momento di showcooking preparando insieme due ricette: con il pomodoro, il “Giardino di Farrotto al pomodoro” (Farrotto cotto nell'acqua del pomodoro con ceci croccanti, gocce di pesto di basilico e zucchine, olio aromatizzato al pomodoro e chips di bucce) e, con il caffè, il “Tiracisù” (Tiramisù alla ricotta con acqua di cottura dei ceci al posto delle uova, biscotti integrali e polvere di caffè). Tutte strettamente ‘osservanti’ la filosofia dei loro creatori. Parole chiave della serata: lotta anti-spreco, alimentazione e salute, imballaggio confezionamento tecnologia innovazione, più prodotto meno packaging.

 

https://www.facebook.com/ExpoMilanPackagingGoglio

https://twitter.com/GoglioPack

http://www.goglio.it/


Fonte notizia: https://twitter.com/GoglioPack


evento goglio expo milano 2015 | packaging goglio expo milano 2015 | imballaggio goglio expo milano 2015 | lotta anti-spreco goglio | alimentazione e salute packaging goglio | imballaggio confezionamento tecnologia innovazione | più prodotto meno packaging |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Imballaggio, tecnologia, innovazione: il claim di Goglio è “Più prodotto, meno packaging”, verso soluzioni sempre più sostenibili


Goglio nel padiglione Cibus - Federalimentare dentro Expo 2015 a Milano


20 maggio 2015. Oscar dell’imballaggio vinto da Goglio con GTea, packaging attivo all’estratto di the verde


Goglio presenta a Host 2015 le sue soluzioni di packaging per il caffè


“Packaging Sicuro e Sostenibile”. Ieri sera 28 ottobre, in Expo, ancora protagonista Goglio


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Reagire alla crisi: una soluzione arriva dall’alta gioielleria d’arte

Reagire alla crisi: una soluzione arriva dall’alta gioielleria d’arte
Il "Grande Patto” proposto da #GabriellaRivalta è un vero e proprio nuovo paradigma che vede la cultura e la prassi della condivisione diventare driver di cambiamento nella pratica di tutti i giorni La Maison piemontese di gioielli d’arte, con a capo Gabriella Rivalta e il figlio Roberto, ha deciso di recuperare i rapporti che in questi momenti di crisi sanitaria e sistemica stanno subendo danni irreparabili nel tessuto sociale e relazionale dell’Italia. Ecco la proposta di #GabriellaRivalta: “si tratta di un rivoluzionario rapporto di collaborazione, un nuovo patto fiduciario fra produz (continua)

Diretta con “Da Gutenberg a Zuckerberg, che emozione!”, martedì 26 maggio 2020 dalle ore 14.30 alle 16

Diretta con “Da Gutenberg a Zuckerberg, che emozione!”, martedì 26 maggio 2020 dalle ore 14.30 alle 16
Le frontiere dell'editoria del terzo millennio ed i segreti per una strategia di content curation e storytelling efficace, fra tecnologia ed umanità Come riconoscere le nuove forme di editoria digitale che possono diventare modelli di business validi e replicabili? Come rendere la propria comunicazione multi-canale coerente ed efficace? Risponderà a queste ed altre domande un evento AISM - Associazione Italiana Sviluppo Marketing a cura di Emotional Marketing Lab e MIURA: dalla prima Bibbia sino a «Facebook Augmented Reality» passando per (continua)

La desiderabilità del segno a Milano: brand design, calligrafia e agopuntura urbana

La desiderabilità del segno a Milano: brand design, calligrafia e agopuntura urbana
“La desiderabilità del segno” è un concept a tre voci con Paolo Rossetti, Simonetta Ferrante e Matteo Pettinaroli, in cui è possibile immergersi in una ramificazione di segni, una texture di relazioni, una trama di gesti Designing Happiness a 100 anni da Bauhaus L’incontro “La desiderabilità del segno”, avvenuto nel centesimo annive (continua)

La desiderabilità del segno

La desiderabilità del segno
La desiderabilità del segno Un incontro tra arte, design e trasformazione urbana, a cento anni dall’esperienza Bauhaus con al centro la desiderabilità, motore che fa girare l'esistenza “La desiderabilità del segno”. Un incontro a tre voci, Paolo Rossetti, Matteo Pettinaroli, Simonetta Ferrante in cui è possibile immergersi in una ramificazione di segni, una texture di relazioni, una trama di ge (continua)

“Robots & Rinascimento”, l’intelligenza artificiale si connette con il patrimonio creativo italiano e la visione 4.0

“Robots & Rinascimento”, l’intelligenza artificiale si connette con il patrimonio creativo italiano e la visione 4.0
Il meeting svoltosi il 30 gennaio 2018 ha visto protagonista il robot NAO della Scuola di Robotica che ha interagito con gli ospiti. L’incontro, presentato da “LA LOGICA DEL FLUIRE. CHE MERCATO SAREMO” e “COPERNICO”, ha incluso gli interventi di Fiorella Operto, Fabrizio Bellavista e Stefano Lazzari e un saluto di benvenuto di Federico Lessio mentre Luisa Cozzi ha (continua)