Home > Arte e restauro > Tra pittura e improvvisazione, omaggio di Giovanni Robustelli a Carmelo Bene

Tra pittura e improvvisazione, omaggio di Giovanni Robustelli a Carmelo Bene

scritto da: Inpress | segnala un abuso

Tra pittura e improvvisazione, omaggio di Giovanni Robustelli a Carmelo Bene


 Modica (RG) - Domenica 11 ottobre alle ore 19.00 nella Galleria Lo Magno di Via Risorgimento n. 91/93 si inaugura una mostra personale di Giovanni Robustelli dal titolo “Il più cretino”, a cura di Giuseppe Lo Magno, con testi critici di Elisa Gradi.

Il titolo della mostra, tratto da un monologo dell'attore e drammaturgo Carmelo Bene nel film "Nostra Signora dei Turchi" da lui diretto (1968), allude a quello stato di semplicità e innocenza, di istupidimento che sconfina nell'abbandono e nella contemplazione visionaria e mistica. Non solo. «Il titolo di questa mostra – aggiunge l'autore - è anche riflesso su di me, sullo stesso auspicio di Carmelo Bene, giocando anche sulla provocazione del ridicolizzarmi, per mostrare il fianco, per non scherzare come gli adulti ma giocare come i bambini».

Quindici le opere in mostra, per lo più acquerelli. I lavori di Robustelli, come scrive la curatrice Elisa Gradi nel testo che accompagna la mostra, si muovono tra pittura figurativa e astrazione.

La sua scrittura «non segue [...] un partito pittorico prestabilito, segnando un punto di congiunzione con la precisa volontà non-rappresentativa del teatro di Carmelo Bene. Né altrimenti si potrebbe restituire la fedeltà dell’esplorazione di un territorio pittorico che inglobi spazio, tempo e movimento, aprendosi fino allo sconfinamento nel campo dell’astrazione. Si tratta, dunque, di una sfida di sintesi fra pittura ed improvvisazione che il pittore tenta di far emergere in ogni composizione: della prima, egli conserva l’importanza del gesto, legato alla liricità della forma; della seconda, l’eco del movimento e del suono, in quanto portatori di valori trascendentali. Dal loro incontro scaturisce un concerto di sensi, le cui impressioni si rimandano l’una all’altra in un crescendo di variazioni e incrinature, che il pubblico sarà invitato a vivere nella piena libertà interpretativa, apprezzando la ricerca di un autore per cui non nel quadro finito si esaurisce lo sforzo creativo, ma da questo, tutto ha inizio».

Giovanni Robustelli (Vittoria, 1980), pittore, illustratore, sperimentatore si è formato artisticamente a Genova, avviando proficue collaborazioni con gallerie d'arte, curatori e critici tra la città della Lanterna e Milano. Di recente la sua ricerca artistica si è orientata verso performance cinestesiche, dove le note del sax del jazzista Francesco Cafiso o l'orchestra di sapori nei piatti dello chef Ciccio Sultano si fondono con il suo gesto pittorico. Le sue opere fanno parte di varie collezioni private italiane ed estere.

La mostra resterà aperta fino al 14 novembre (visite tutti i giorni, ore 10.00-13.00 e 16.00-20.00, chiuso la domenica).

 
 
Info e contatti

Galleria Lo Magno, 

Via Risorgimento, 91-93, Modica (RG)
tel. 0932 763165
mail: gallerialomagno@virgilio.it
web: www.gallerialomagno.it 

Arte contemporanea | Galleria Lo Magno | mostre | Giovanni Robustelli | Carmelo Bene |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Intervista di Alessia Mocci a Luc Vancheri: la pubblicazione italiana del saggio francese “Cinema e Pittura”


Solo un errore, Carmelo Emmolo


Un gioco irriverente


LA SCUOLA DEGLI ELFI


In libreria “Cinema e Pittura: condivisioni, presenze, contaminazioni” di Luc Vancheri edito da Negretto Editore


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

“Giuseppe”, nel libro di Michele Comper una metafora ironica e spietata della società

“Giuseppe”, nel libro di Michele Comper una metafora ironica e spietata della società
"Giuseppe" è un romanzo distopico, nel quale l'autore rappresenta la nostra società in un futuro assai prossimo, ma prevedibile sulla base delle tendenze odierne. Trento - Il tema del senso di colpa, nella letteratura contemporanea, è stato declinato secondo due schemi. L'uno, riconducibile a Dostoevskij: la colpa cerca il castigo. L'altro a Kafka: il castigo trova la colpa. Nel libro di Michele Comper, "Giuseppe" (la Rondine edizioni, pp. 192, € 14,90), invece, c'è la colpa senza più il castigo.Michele Comper (Rovereto, TN, 1967), giornalista, già collabor (continua)

Betontest, il progetto ISMERS tra le “Storie di successo” del Mediocredito Centrale

Betontest, il progetto ISMERS tra le “Storie di successo” del Mediocredito Centrale
Betontest, il progetto ISMERS è stato inserito tra le “Storie di successo” del Mediocredito Centrale Ispica (RG) - È stato pubblicato ieri sul sito web del Mediocredito Centrale S.p.A. - l'istituto bancario di Invitalia – un lungo articolo dal titolo "Betontest, nuove metodologie di indagine per la sicurezza delle opere edili" (https://www.mcc.it/primopiano/storie-di-successo/betontest-nuove-metodologie-di-indagine-per-la-sicurezza-delle-opere-edili/). L'articolo è apparso nella sezione "Storie d (continua)

"La ferita della carne e la Resurrezione", personale di Giovanni Viola alla Galleria Lo Magno arte contemporanea


L'artista, in occasione della Pasqua, propone una riflessione sul tema della Resurrezione attraverso la rilettura di due tra le più celebri opere di Caravaggio. Modica (RG) - Dal 2 aprile al 15 maggio la Galleria Lo Magno arte contemporanea ospiterà nei propri locali di via Risorgimento 91-93 la personale di Giovanni Viola dal titolo "La ferita della carne e la Resurrezione" (inaugurazione venerdì 2, ore 16; visite su prenotazione). La mostra è a cura di Giuseppe Lo Magno.L'artista, in occasione della Pasqua, propone una riflessione sul tema della Re (continua)

“La sfida”, romanzo autobiografico di Alessandra Acciaio, racconta i club privé di Roma e le perversioni di Las Vegas e Costa Rica

“La sfida”, romanzo autobiografico di Alessandra Acciaio, racconta i club privé di Roma e le perversioni di Las Vegas e Costa Rica
L’autrice squarcia il velo di riserbo che avvolge il mondo ovattato dei club privé, dei festini e delle ville lussuose nei dintorni di Roma ma anche locali notturni a Las Vegas e nella Costa Rica. È online dal 27 novembre “La sfida”, l’opera prima di Alessandra Acciaio, un coraggioso romanzo autobiografico in cui, attraverso il racconto della propria esperienza di accompagnatrice di uomini facoltosi, l’autrice squarcia il velo di riserbo che avvolge il mondo ovattato dei club privé, dei festini e delle ville lussuose nei dintorni di Roma, dove si incontrano coppie insospettabili per lo scam (continua)

Dall'Ungheria alla Sicilia arriva Nora Szalai con “5 minuti d’inglese” per imparare divertendosi

Dall'Ungheria alla Sicilia arriva Nora Szalai con “5 minuti d’inglese” per imparare divertendosi
Imparare l'inglese in modo divertente non è stato mai così facile Ragusa - L’inglese? Per impararlo bastano 5 minuti al giorno. È il motto con cui è diventata famosa Nora Szalai. Quarantatré anni, originaria di Budapest, Nora è l’insegnante d’inglese più seguita d’Ungheria, con 290 mila followers su Facebook, un sito da 240 mila visite al giorno, per due volte insignito del prestigioso Macmillan Dictionary – Love English Awards. E ancora una rivis (continua)