Home > Primo Piano > G DATA evita ai suoi utenti danni per oltre 100 milioni di euro

G DATA evita ai suoi utenti danni per oltre 100 milioni di euro

scritto da: SABMCS | segnala un abuso

G DATA evita ai suoi utenti danni per oltre 100 milioni di euro


 Sono molteplici le rivelazioni che G DATA riserva ai propri utenti con la pubblicazione del proprio Malware Report relativo al primo semestre del 2015, ora disponibile online. La più eclatante: gli utenti G DATA, che si tratti di privati o aziende, dormono sonni tranquilli. La tecnologia BankGuard li salvaguarda efficacemente dai furti.

 
Bochum (Germania) - Con oltre 22 milioni di utenze private e 2,6 milioni di utenze aziendali rilevate da Banca D’Italia nel Dicembre 2014, l’online banking gode in Italia, come all’estero, di un forte interesse e di un crescente numero di fruitori. Un trend che non sfugge ai cybercriminali: nel 2014 il Dipartimento Federale della Polizia Criminale Tedesca ha rilevato 6.984 casi di phishing associati all’online banking: un aumento del 70,5% rispetto al 2013, confermato integralmente anche dalle ricerche dei SecurityLabs di G DATA, che hanno rilevato e notificato attraverso il Malware Report relativo al primo semestre del 2015, un numero crescente di attacchi respinti in questo settore. Dalla sua implementazione ad oggi, la tecnologia BankGuard di G DATA, integrata in tutte le soluzioni di sicurezza dello specialista di sicurezza teutonico, ha evitato ai propri utenti possibili danni per oltre 100 milioni di euro durante le operazioni di online banking e lo shopping online. Per il 2015 gli esperti prevedono un aumento nel numero di attacchi sferrati tramite trojan bancari. Il Malware Report di G DATA è disponibile online.
 
Soltanto nel primo semestre del 2015 gli esperti G DATA hanno rilevato oltre 3 milioni di nuovi ceppi di programmi dannosi –ciò corrisponde ad una media di 12 nuovi malware al minuto. Un aumento del 64,8% rispetto al primo semestre del 2014.
 
Utenti di banche tedesche nel mirino dei trojan bancari
 
“Nella prima metà del 2015 è stato registrato un maggior numero di attacchi respinti, non solo a causa dell’ondata di attacchi tramite il trojan bancario Swatbanker” spiega Ralf Benzmüller, a capo dei G DATA SecurityLab. “Per l’intero 2015 prevediamo una riacutizzazione degli attacchi tramite trojan bancari per la prima volta dal 2012.” I G DATA SecurityLabs hanno analizzato attentamente la massiccia campagna del trojan bancario Swatbanker, che mira primariamente a utenti bancari in Germania, Austria e Polonia. Gli utenti verrebbero adescati attraverso la reiterazione di campagne di phishing che hanno avuto un particolare successo: i messaggi ricevuti dagli ignari utenti, esemplari in termini di social engineering, risultavano firmati da noti operatori telefonici (campagne simili al phishing condotto a firma Enel qualche mese fa anche in Italia). Gli esperti dei SecurityLabs non escludono che questa campagna abbia avuto esiti anche sui computer del Parlamento Tedesco.
 
La tecnologia BankGuard di G DATA protegge gli utenti dell’online banking
 
Gli utenti G DATA vengono protetti in modo efficiente contro i trojan bancari grazie alla tecnologia BankGuard, integrata dall’aprile 2011 in tutte le soluzioni G DATA. Ogni anno BankGuard respinge decine di migliaia di tentativi di attacco. Nel solo primo semestre del 2015 sono stati sventati in totale 182.457 attacchi. In base alle statistiche europee sul livello medio di danno finanziario dovuto ai trojan bancari, BankGuard ha impedito fino ad ora furti per oltre 100 milioni di euro.
 
Ulteriori previsioni in ambito finanziario
 
Il numero totale di nuovi tipi di programmi dannosi del 2015 sarà indubbiamente più elevato rispetto a quello del 2014 (5.998.685).
Nel corso del 2015 il numero di attacchi sferrati con trojan bancari tornerà ad aumentare per la prima volta dal 2012 (picco massimo registrato).
 
Nota per i redattori:
 
Il Malware Report 1H/2015 contiene numerose indicazioni anche su altre tipologie di attacchi. Nello specifico la campagna “money rain” e la recrudescenza di attacchi tramite “exploit kit” (p.es. flash) saranno oggetto di ulteriori comunicazioni.
 
Il Malware Report di G DATA è disponibile online al link:
 
https://secure.gd/dl-en-pcmwr201501

Fonte notizia: https://sabmcs.wordpress.com


G DATA | online banking | trojan bancari | BankGuard | cybercriminali | exploit kit | G DATA SecurityLabs | malware | Malware Report 2015 | money rain | phishing | Ralf Benzmüller | Securitylabs | shopping online | Swatbanker | Tecnologia BankGuard |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Lo strano caso del Dottor Chances


La vita in piazza di Maria Concetta Distefano


Movimento Network Marketing


La montagna in salute


Delirium di Postremo Vate


La montagna in salute di Sonia Peyrot


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

VoIP: In Europa un utente su due vincola la sicurezza dei telefoni IP alla notorietà del marchio

VoIP: In Europa un utente su due vincola la sicurezza dei telefoni IP alla notorietà del marchio
Mentre per metà degli utenti VoIP europei il brand è determinante ai fini della sicurezza e dell’interoperabilità dei terminali con le più moderne soluzioni VoIP, l’altra metà è convinta che qualsiasi terminale IP sia sicuro e si interessa poco delle funzionalità avanzate, «basta poter telefonare». Due atteggiamenti del tutto dicotomici, oltre che errati, emersi dal recente studio di Snom Technology. Dei 3156 utenti aziendali intervistati in occasione del sondaggio condotto da Snom Technology con l’ausilio dell’istituto di ricerche di mercato indipendente Norstat in Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia e Spagna tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo 2020, solo il 14% non dispone di un telefono da scrivania. Una media che in Italia è ancora inferiore: ben il 94% degli utenti continua a (continua)

Platino e oro per i distributori Snom

Platino e oro per i distributori Snom
Snom, noto produttore di telefoni IP premium per aziende, professionisti e per ambienti industriali, ha annunciato i distributori premiati per gli eccellenti risultati conseguiti nel corso dell’anno fiscale 19/20, conclusosi a fine marzo. Determinante ai fini dell’assegnazione degli ambiti riconoscimenti non solo il quantitativo di terminali venduti ma anche l’assistenza qualificata erogata ai rivenditori. Tra i premiati figurano due distributori italiani.Per la prima volta dopo sette anni Snom Technology GmbH torna a premiare i partner commerciali più meritevoli su scala globale. Si tratta di aziende annoverate a buon ragione tra (continua)

Intervento contro la solitudine: 100 nuovi telefoni IP Snom presso Silbernetz e. V.

Intervento contro la solitudine: 100 nuovi telefoni IP Snom presso Silbernetz e. V.
Anche senza il coronavirus, la solitudine e il silenzio caratterizzano la quotidianità di milioni di anziani. Cento nuovi telefoni Snom per i volontari e i collaboratori della „rete d’argento“ Silbernetz e.V. contribuiscono a cambiare le cose. Quando i figli hanno lasciato il nido da tempo, il coniuge è deceduto e la TV o la radio sono l’unico collegamento co (continua)

Una conversazione é più efficiente dell’e-mail: Snom offre la migliore qualità audio per le Huddle Rooms

Una conversazione é più efficiente dell’e-mail: Snom offre la migliore qualità audio per le Huddle Rooms
Mai prima d’ora abbiamo comunicato così tanto e spesso. Per il solo 2019 gli esperti hanno previsto un volume di circa 293,6 miliardi di e-mail scambiate in tutto il mondo – ogni giorno! Entro il 2023 questa cifra dovrebbe salire a 347,3 miliardi ogni 24 ore*. Nel contempo i dipendenti sono sempre più mobili e svolgono il proprio lavoro ovunque sia possibile: in uffi (continua)

Nuovo accessorio - Snom A190: headset DECT multicella

Nuovo accessorio - Snom A190: headset DECT multicella
Snom, produttore internazionale di telefoni IP premium per professionisti e aziende presenta il nuovo A190 cordless DECT multicella. Un headset in grado di passare senza soluzione di continuità da una cella all’altra e di eseguire il roaming in installazioni DECT multicella. Insieme alla stazione base DECT M900 annunciata di recente , gli utenti dispongono di una soluzione complet (continua)