Home > Primo Piano > 3CX sul futuro delle telecomunicazioni: flessibilità, semplicità e canale a valore

3CX sul futuro delle telecomunicazioni: flessibilità, semplicità e canale a valore

scritto da: SABMCS | segnala un abuso

3CX sul futuro delle telecomunicazioni: flessibilità, semplicità e canale a valore


 Infrastrutture “software-defined”, “all-IP”, virtualizzazione e cloud, web conferencing, sono tutti trend che 3CX ha anticipato, integrandoli nelle proprie soluzioni per la telefonia via IP. L’azienda ha trasferito ai propri partner la propria leadership tecnologica, consentendo loro di varcare insieme le porte del futuro.

 
Cipro - Sempre più aziende stanno migrando verso sistemi interamente IP e verso infrastrutture software-defined, abbandonando progressivamente dispositivi e hardware. In questo frangente, quale produttore di soluzioni per le telecomunicazioni interamente software-based, 3CX si rivela partner di rilievo per rivenditori ICT e installatori telefonici. Quale risultato della forte focalizzazione del vendor su piattaforme software e su Microsoft Windows, il centralino 3CX è più facilmente gestibile ed offre un’interoperabilità nativa con altre applicazioni in uso presso le aziende. Grazie all’architettura software, il vendor integra costantemente e molto rapidamente strumenti innovativi nel proprio centralino, una caratteristica a tutto beneficio dei partner 3CX, che non solo hanno modo di generare business ricorrente ma, a fronte dell’elevata interoperabilità della soluzione 3CX, possono creare proprie soluzioni end-to-end, aggiungendo notevole valore ai propri servizi.
 
Status quo e prospettive per il 2016
 
“Con una crescita a due cifre, il 2015 è stato un anno decisamente positivo per 3CX. Le nuove tecnologie immesse sul mercato e nello specifico la nuova release del 3CX Phone System, che integra le funzionalità di videoconferencing via web, sono state accolte con molto interesse. “Forti di questo successo, le nostre ambizioni per il 2016 fanno tutte capo ad una crescita aggressiva e massiccia, che intendiamo ottenere attraverso l’integrazione di ulteriori innovazioni tecnologiche nel nostro software: video web conferencing saranno integrati su larga scala nel prodotto 3CX e questo vale anche per software CRM” commenta Nick Galea, fondatore e CEO dell’azienda. Inoltre l’azienda intende portare ad un livello superiore l’integrazione dei dispositivi mobili nel proprio centralino. 3CX è sempre stata particolarmente innovativa sul campo nell’ambito della mobilità. Per prima ha reso disponibili client per smartphone (ora su Apple iOS, Android, Windows Phone), oggi perfettamente integrati nel sistema come regolari interni secondo il paradigma del “numero unico”: avvalersene è come condurre una qualsiasi telefonata via cellulare. Lo stesso dicasi per la tecnologia WebRTC, abbracciata da 3CX di recente a supporto delle comunicazioni attraverso il browser web, un trend che si sta sviluppando molto rapidamente. Il centralino 3CX è già in grado di ricevere chiamate tramite browser internet e quest’impiego si diffonderà sempre di più insieme alla trasmissione di contenuti video. Ciò significa che anche 3CX farà passi avanti investendo ulteriormente in questa tecnologia.
 
Infine la novità di quest’anno, ossia il centralino virtuale di 3CX, ad esclusivo appannaggio del cliente e non gestito in costellazioni “multitenant” come proposte da altri produttori, offre molte opportunità ai rivenditori, che non sono obbligati ad investire in anticipo per dar vita ad una propria offerta di telefonia via cloud con il centralino 3CX. Il 3CX Phone System virtualizzato è commercializzato con una struttura di licenze “pay as you go”, anche per i rivenditori. “E per le aziende più piccole viene fornito a prezzi davvero vantaggiosi. Una differenza enorme rispetto ad altre piattaforme cloud che richiedono enormi investimenti,” aggiunge Galea.
 
Flessibilità e semplicità d’uso le parole d’ordine per le future telecomunicazioni
 
In ambito aziendale, l’adozione di nuovi strumenti per le telecomunicazioni e l’abbandono del “vecchio” ha luogo sempre più lentamente di quanto ci si aspetti. La telefonia, come la conosciamo oggi (smartphone, telefono da tavolo, telefoni software) è un qualcosa a cui gli utenti non vogliono ancora rinunciare, al contrario, gli utenti aziendali desiderano poter scegliere tra l’uso delle nuove tecnologie alla vecchia maniera o con nuovi strumenti, sono perfettamente consci di tutte le possibilità offerte dalle nuove tecnologie e sono desiderosi di avvalersene, ma – per ora - senza rinunciare ai tradizionali strumenti di comunicazione. E’ la flessibilità ciò che l’utente aziendale vuole. Tra tre / cinque anni, le videocomunicazioni saranno una commodity, lo stesso vale per le comunicazioni tramite web browser. Quando sarà il momento, 3CX, che già oggi offre questi servizi, potrà annoverare un’esperienza pluriennale nel settore e soluzioni con migliaia di referenze attive.
 
“Sin dalla nostra fondazione, otto anni fa, produciamo centralini IP software-based e portiamo innovazione al mercato dei sistemi per le telecomunicazioni, non da ultimo abbracciando nuovi standard come WebRTC. La nostra rapidità di esecuzione, unita alla qualità delle nostre soluzioni e alla nostra esperienza sul campo, rappresenta un dei nostri maggiori vantaggi competitivi,” afferma Nick Galea, fondatore e CEO di 3CX.
 
Beneficiare di innovazioni importanti nell’ambito delle telecomunicazioni sarà via via molto più semplice per gli utenti finali ma la tecnologia alla base sarà sempre più complessa. Gli strumenti e quindi le modalità di fruizione aumenteranno, ma il modo in cui si comunica oggi non scomparirà. Vecchio e nuovo vanno quindi integrati in modo flessibile e dovranno essere facilmente utilizzabili. Un riscontro pratico? Quante aziende pensano ancora di dover avere un fax? Tra cinque anni sarà ancora così. Dato che l’industria deve mantenere questo tipo di offerta, dovrà essere in grado di integrarla in soluzioni di nuova generazione. Un altro esempio è il cosiddetto telelavoro: solo pochi utenti sono pronti ad operare esclusivamente in mobilità, una realtà che però sta cambiando rapidamente.
 
Proprio per questo la semplicità d’uso sarà uno dei paradigmi che decreteranno il successo delle aziende che operano nelle telecomunicazioni e 3CX ne ha fatto uno dei propri punti di forza. Il 3CX Phone System presenta il massimo livello di integrazione di funzionalità classiche e nuove tecnologie ma soprattutto è facilmente gestibile presso qualsiasi azienda che lavori con Windows. L’utente finale, qualora lo desideri, può gestire con la massima semplicità e in totale autonomia il proprio centralino 3CX, che si tratti di una installazione in loco o via cloud privato. Ciò assicura ai clienti 3CX il pieno controllo della soluzione, quindi la possibilità di svincolarsi da piattaforme che per ogni seppur minima variazione (p.es. aggiungere un nuovo interno) richiedono l’intervento di un tecnico.
 
L’ecosistema 3CX, chiave del successo
 
Lato canale 3CX è uno dei pochi produttori con una strategia commerciale interamente indiretta a qualsiasi livello e in qualsiasi segmento di mercato, senza discriminanti basate sul tipo di soluzione offerta. Anche il centralino cloud-based viene commercializzato tramite hosting partner, rivenditori e distributori. In questo modo i rivenditori possono mantenere il pieno controllo dell’intero processo di erogazione dei propri servizi, sviluppare proprie soluzioni intorno al servizio e trasformarsi loro stessi in operatori VoIP con la tecnologia 3CX, che ad esempio viene offerta alle piccole aziende a condizioni imbattibili. “Dato che il centralino di norma è una piccola parte dell’infrastruttura per la telefonia, è indubbiamente necessario disporre di un ecosistema di operatori VoIP, produttori di terminali, server e software o applicazioni aggiuntive. Nel tempo 3CX ha instaurato solide partnership tecnologiche e dispone di un canale a valore altamente competente che conta circa 15.000 rivenditori su scala globale, uno dei più grandi ecosistemi nel settore dei centralini telefonici”, conferma Galea. Anche nel 2016 l’azienda punterà allo sviluppo di questo ecosistema, trasferendo ai propri partner tutti i vantaggi competitivi e l’innovazione che caratterizzano le soluzioni 3CX.

3CX | centralino IP software-based | telefonia IP | 3CX Phone System | 3CX Webmeeting | all-IP | canale a valore | centralino IP | Cloud | futuro telecomunicazioni | Nick Galea | operatori VoIP | tecnologia WebRTC | telecomunicazioni software-based | vantaggi per |



 

Potrebbe anche interessarti

Con 3CX Cloud Server il centralino IP sbarca sulla nuvola


Nuovi standard per le videoconferenze con 3CX WebMeeting e la completa integrazione delle tecnologie WebRTC


SaaS: quale futuro è riservato al canale ICT?


3CX arricchisce il 3CX Phone System con il sistema di videoconferenze clientless basato su WebRTC


3CX porta l’integrazione del mondo mobile ad un nuovo livello con il suo centralino “Cloud Ready”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Scam alla base del 57% di tutti i crimini informatici del 2021 — Digital Risk Summit

Scam alla base del 57% di tutti i crimini informatici del 2021 — Digital Risk Summit
Gli analisti di Group-IB confermano: nel 2021 lo scam è stato il tipo più comune di frode informatica. In Europa lo specialista di cybersecurity ha rilevato un incremento dell'89% delle piattaforme scam che impersonano marchi noti create su base mensile e - nel solo arco di tempo tra ottobre e dicembre 2021 - la creazione di oltre 150 pagine fasulle al mese legate a particolari ricorrenze o situazioni contingenti. Amsterdam ¦ Group-IB, uno dei leader mondiali della sicurezza informatica, condivide oggi la sua analisi della minaccia informatica più diffusa al mondo: lo scam. Responsabile del 57% di tutti i crimini informatici a sfondo economico, l’industria dello scam si sta sempre più strutturando e coinvolge un numero sempre maggiore di soggetti suddivisi in gruppi gerarchizzati. Il numero di tali gruppi h (continua)

Group-IB presenta il suo compendio annuale sul ransomware: l’ascesa prosegue, la richiesta media di riscatto cresce del 45%

Group-IB presenta il suo compendio annuale sul ransomware: l’ascesa prosegue, la richiesta media di riscatto cresce del 45%
Nel compendio annuale “Ransomware Uncovered 2021/2022”, Group-IB conferma l’ascesa incontrastata della minaccia informatica numero uno, il ransomware. L’Italia è al terzo posto in Europa per numero di aziende colpite da ransomware i cui dati sono stati esfiltrati e pubblicati su Data Leak Site da parte dei cybercriminali. Amsterdam, 19.05.2022 - Group-IB, uno dei leader della cybersecurity su scala globale, presenta il suo secondo compendio annuale “Ransomware Uncovered 2021/2022” sull'evoluzione della minaccia informatica numero uno. I risultati della seconda edizione del rapporto indicano che l'ascesa dell’impero del ransomware non ha conosciuto alcuna battuta di arresto e che la richiesta media di riscatto è au (continua)

I trend delle telecomunicazioni nel 2022: il futuro in quattro passi

I trend delle telecomunicazioni nel 2022: il futuro in quattro passi
La flessibilità nella fornitura di servizi e dispositivi per la telefonia resta anche nel 2022 un pilastro portante della produttività aziendale e quindi della crescita dell'industria delle telecomunicazioni. Lo specialista del VoIP Snom formula quattro previsioni le cui ripercussioni vanno ben oltre l'anno appena iniziato. Purtroppo, il 2022 non ci ha ancora regalato un ritorno alla "normalità". Molti lavorano ancora in smart working o in modalità ibrida. Il ritorno all’home office a inizio anno però non ha preso nessuno in contropiede: rendere disponibili e impiegare i servizi di comunicazione aziendali con facilità sono nel frattempo elementi chiave di un lavoro ibrido senza soluzione di continuità; quindi, garanz (continua)

Econnet punta al raddoppio dei partner MSSP

Econnet punta al raddoppio dei partner MSSP
Il distributore lancia la sua campagna di acquisizione di nuovi partner sul territorio con soluzioni che assicurano nuove opportunità di business a qualsiasi operatore di canale intenzionato ad integrare servizi di sicurezza gestita “made in Europe” nel proprio portafoglio. Bologna | La progressiva adozione di software, piattaforme e infrastruttura in modalità “as a Service” richiede che gli operatori di canale passino da una modalità di erogazione dei servizi “on site” alla fornitura di “Managed Services”. Una trasformazione che spinge sempre più spesso i rivenditori specializzati a valutare nuove modalità di acquisizione e impiego degli strumenti necessari per l’er (continua)

Snom chiude il 2021 con un pieno di successi e oltre 50 nuovi partner certificati

Snom chiude il 2021 con un pieno di successi e oltre 50 nuovi partner certificati
Un anno magnifico il 2021 per la filiale italiana di Snom Technology, che a fronte dei risultati conseguiti da aprile 2021 guarda con ottimismo all’ultimo trimestre del proprio anno fiscale. Lasciatosi alle spalle lo shock delle prime ondate della pandemia nel 2020 con un risultato che ne ha confermato status quo e quote di mercato, Snom Technology, noto vendor di terminali IP premium per aziende e industria ha beneficiato dei segni di ripresa manifestatisi già nel dicembre 2020, colti dal team con un’oculata strategia di anticipazione delle esigenze del mercato a fronte di una potenz (continua)