Home > Ambiente e salute > Nasce “Cucinare in gravidanza” su Gynefam.it: le ricette adatte alle future mamme per piatti ricchi di acido folico, ferro, calcio e Omega 3

Nasce “Cucinare in gravidanza” su Gynefam.it: le ricette adatte alle future mamme per piatti ricchi di acido folico, ferro, calcio e Omega 3

scritto da: GiadaRossi | segnala un abuso

Nasce “Cucinare in gravidanza” su Gynefam.it: le ricette adatte alle future mamme per piatti ricchi di acido folico, ferro,  calcio e  Omega 3


 Gynefam Folic, il primo integratore multivitaminico e multiminerale per la gravidanza di Effik, con la forma attiva dell’acido folico, ha lanciato online e sulla pagina Facebook il progetto “Cucinare in gravidanza” per aiutare le donne in dolce attesa a mangiare in modo sano ed equilibrato, senza rinunciare al gusto, con un’attenzione particolare a quei nutrienti il cui fabbisogno cambia con il sopraggiungere della gravidanza.

 

Le future mamme collegandosi al sito www.gynefam.it, sezione “Cucinare in gravidanza”, oppure seguendo la pagina Facebook Gynefam, potranno conoscere le ricette adatte durante la dolce attesa, appositamente studiate dalla nutrizionista Angela Spadafranca, Biologa e Specialista in Scienza dell’Alimentazione e Responsabile del progetto NutriMamma presso l'Università degli Studi di Milano, e create in modo gustoso da Cinzia Valenti, food blogger del sito “Piatti semplici di Nonna Graziella”.

 

“Cucinare in gravidanza” di Gynefam Folic non propone soltanto delle ricette, ma suggerisce accorgimenti utili per ottimizzare l’apporto e la biodisponibilità di nutrienti preziosi in gravidanza quali ferro, calcio, acido folico e DHA. I metodi di cottura o l’associazione tra certi alimenti possono, infatti, fare la differenza: ad esempio l’acido folico è altamente termolabile e durante la cottura se ne disperde il 50%, per questo è consigliabile la cottura al vapore, perché più conservativa, altro consiglio per migliorare l’apporto nutrizionale è il recupero dell’acqua di cottura. Ulteriore esempio è dato dal ferro presente in alimenti di origine vegetale quali, ad esempio, le verdure a foglia larga oppure i legumi: la biodisponibilità del ferro, contenuto in questi alimenti, può essere migliorata se si accompagna il piatto con una fonte di antiossidanti come ad esempio del succo di limone o una spremuta d’arancia.

Il progetto è stato realizzato in occasione del lancio del nuovo Gynefam Folic di Effik, azienda fortemente specializzata sulla salute della Donna. Gynefam Folic è l’innovativo integratore per la gravidanza perché, contiene il Quatrefolic®, ovvero la forma già attiva dell’acido folico, cioè immediatamente e totalmente disponibile dall’organismo, che garantisce costantemente i processi di crescita cellulare e tissutale sia nella mamma sia nel bambino. Gynefam Folic contiene anche le dosi raccomandate dei principali oligoelementi e vitamine necessari in gravidanza: vitamine del gruppo B, vitamina D, iodio, ferro, fluoro, selenio, rame, zinco, magnesio, calcio ed omega 3 più comunemente conosciute come DHA.

Il servizio “Cucinare in gravidanza” suggerisce 3 tipologie di ricette: primi piatti, secondi piatti e merende. I piatti oltre a soffermarsi sui nutrienti importanti in gravidanza, prestano molta attenzione alla composizione bilanciata del pasto: sono stati suggeriti piatti unici e consigliate associazioni con altri alimenti di accompagnamento, facendo in modo che l’apporto calorico di un pasto copra il 30-40 % del fabbisogno calorico giornaliero della donna in gravidanza, cioè la quota raccomandata per un pasto principale della giornata.

 

La nutrizionista Angela Spadafranca, che ha curato il servizio lanciato da Effik, afferma: “Molte donne in gravidanza mi chiedono informazioni nutrizionali perché è sempre più diffusa tra le donne in gravidanza la consapevolezza che una scorretta alimentazione possa avere degli effetti negativi sugli esiti gravidici e sulla salute del bambino stesso. Una mamma che mangia bene e che ha un adeguato incremento del peso in gravidanza ha un minore rischio di diabete gestazionale, ipertensione gravidica e preeclampsia e condiziona favorevolmente l’assetto metabolico del bambino e la sua salute da adulto.

Per la food blogger Cinzia Valenti, de “I piatti semplici di nonna Graziella”, “Cucinare in gravidanza” è stata un’esperienza importante: “Nella mia esperienza di cuoca amatoriale presto molta attenzione a realizzare una cucina sana, utilizzando ad esempio farine integrali e piatti ricchi di verdura e frutta. Nelle realizzazione del progetto “Cucinare in gravidanza” abbiamo prestato ancora più attenzione agli ingredienti e a come abbinarli tra loro. Abbiamo cercato, ad esempio, di ridurre il sale, utilizzando ingredienti alternativi già saporiti, come la robiola o i pomodori secchi. “Cucinare in gravidanza” è stata sicuramente una crescita per il mio vissuto di food blogger”.

La ginecologa Elena Casolati, della Direzione Medica di Effik, afferma: Mangiare in modo equilibrato e completo in gravidanza è un ottimo strumento per prendersi cura della propria salute, ma l’integrazione dei principali nutrienti rimane assolutamente altamente raccomandata in gravidanza. Ad esempio l’acido folico contenuto nelle verdure fresche per poter svolgere la sua funzione deve essere assorbito e metabolizzato, ma causa di cottura di cibi o interazione con determinati elementi (altri farmaci, alimenti o bevande) può essere degradato o assorbito in maniera ridotta.” 


Fonte notizia: http://www.gynefam.it


Gynefam Folic | Effik | Alimentazione | Gravidanza |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Informare le donne su diritti e tutele in gravidanza: parte il servizio “l’esperto risponde” di Gynefam Mamma


Una nuova ricerca sottolinea come la gravidanza sia spesso l’inizio di errori alimentari e quindi carenza di acido folico, omega 3, vitamina D e calcio


Il 66% delle donne italiane è normopeso e con uno stile di vita salutare


Esperion Therapeutics: Convalida EMA per immissione in commercio delle compresse di acido bempedoico


Acido bempedoico/ezetimibe: accordo Daiichi Sankyo Europe e Esperion Therapeutics


Ipercolesterolemia: dimostrati i benefici dell’acido bempedoico


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

«we´re friends, right?», il nuovo singolo di Karin Ann. Il video dell’artista paladina dei diritti Lgbt

«we´re friends, right?», il nuovo singolo di Karin Ann. Il video dell’artista paladina dei diritti Lgbt
Un nuovo singolo potente e un video girato dal regista di fiducia dei Måneskin per Karin Ann. L’idolo della Generazione Z dall’Est Europa è pronta a conquistare anche il nostro Paese. Il brano s’intitola «we´re friends, right?» e sarà presente in tutti i digital stores da venerdì 26 novembre. La star emergente, nata 19 anni fa in Slovacchia, è venuta a Roma per girare il videoclip, affidandosi al talento visivo del regista Simone Bozzelli che per i Måneskin ha girato il video provocatorio di “I wanna be your slave”. Per la giovane artista – fiera sostenitrice dei diritti umani e LGBT – solo collaborazioni di primo livello. Oltre alla clip diretta da Bozzelli (vincitore nel 2020 della Settimana internazionale della critica di Venezia col corto J’Ador), la produzione del nuovo singolo «we´re friends, right?» è affidata alle mani sapienti del mitico Chris Lord Alge (che ha collaborato an (continua)

All’Università di Parma, il 19 novembre la tavola rotonda “Diversity Leadership nella sanità” organizzata da Nuove Radici World con il sostegno del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Milano

All’Università di Parma, il 19 novembre la tavola rotonda “Diversity Leadership nella sanità” organizzata da Nuove Radici World con il sostegno del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Milano
22mila medici, 38mila infermieri, 5 mila odontoiatri, 1000 psicologi di origine straniera operano in Italia, ma faticano ad accedere al settore pubblico, condannati ad essere professionisti di serie B Il primario di Cardiologia Pediatrica di origini camerunensi Bertrand Tchana “ma alcuni segni positivi di cambiamento cominciano a vedersi” 22mila medici, 38mila infermieri, 5mila odontoiatri, 5mila fisioterapisti, 5mila farmacisti, 1000 psicologi e 1500 fra podologi, tecnici di radiologia, biologi, chimici e fisici. Sono 90 mila i professionisti di origini straniera che operano in Italia e che faticano ad accedere al settore pubblico, anche per mancanza della cittadinanza.  Se ne discuterà all’Università di Parma (continua)

L’Istituto Culturale Coreano in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia Maurizio Nichetti presenta la Corea dei giovani registi italiani alla Casa del Cinema di Roma

L’Istituto Culturale Coreano in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia   Maurizio Nichetti presenta la Corea dei giovani registi italiani  alla Casa del Cinema di Roma
La web serie è composta da 5 film che raccontano sia gli aspetti più conosciuti del paese asiatico come Kimchi, K-Pop e il teakwondo sia quelli più particolari come la carta hanji e il webtoon Giovani per raccontare la Corea con gli occhi degli Italiani. Un paese, quello asiatico che, pur avendo avuto in questi ultimi anni un boom di notorietà in tutto il mondo, rimane ancora per certi versi sconosciuto. Per questo l’Istituto Culturale Coreano, in collaborazione con la Scuola Nazionale di Cinema, ha promosso K-Lab, un laboratorio didattico esperienziale che ha coinvolto gli alliev (continua)

Karin Ann l’idolo della Generazione Z dell’Est Europa

Karin Ann  l’idolo della Generazione Z dell’Est Europa
Karin Ann l’idolo della Generazione Z dell’Est Europa scelta da Spotify per la campagna internazionale Equal Global come testimonial diritti umani e LGBT nelle sue canzoni contro i regimi reazionari La prestigiosa testata tedesca BILD ha detto che Billie Eilish dovrebbe iniziare a preoccuparsi dell’arrivo sulle scene di Karina AnnSpotify l‘ha scelta come testimonial per la sua campagna internazionale “Equal campaign” …così la gigantografia della sua foto è stata utilizzata in Time Square, NYC per il lancio della campagna Ora si appresta a realizzare un nuovo video per “We’ (continua)

Dal 9 al 14 novembre Istituto Culturale Coreano in collaborazione con Asiatica Film Festival A ROMA LA KOREA WEEK DEDICATA AL CINEMA COREANO

Dal 9 al 14 novembre  Istituto Culturale Coreano in collaborazione con Asiatica Film Festival  A ROMA LA KOREA WEEK DEDICATA AL CINEMA COREANO
Casa del Cinema (largo Marcello Mastroianni, 1), Università Sapienza (piazzale Aldo Moro, 5, Istituto Culturale Coreano (via Nomentana, 12) Una lezione all’Università Sapienza di Roma sul fenomeno culturale coreano, anche in ambito cinematografico, inaugurerà la manifestazione. In anteprima i cortometraggi del K-Lab, la webserie realizzata dagli allievi registi del Centro Sperimentale di Cinematografia sotto direzione artistica di Maurizio Nichetti Ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti L’Università Sapienza di Roma (Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale) avrà il compito di inaugurare la Korea Week che per la prima volta è dedicata al cinema. L’Ateneo romano sarà protagonista proponendo una lezione dedicata all’Hallyu, l’onda coreana, anche cinematografica, che ha travolto il mondo. La rassegna, organizzata dall’Istituto Culturale Coreano, in collaborazione con Asi (continua)