Home > Altro > Indicatori e tappi di sfiato: la gamma di accessori per sistemi oleodinamici Elesa

Indicatori e tappi di sfiato: la gamma di accessori per sistemi oleodinamici Elesa

scritto da: Pivari | segnala un abuso

Indicatori e tappi di sfiato: la gamma di accessori per sistemi oleodinamici Elesa


Prestazioni di alto livello, affidabilità e resistenza anche alle condizioni più difficili: queste sono solo alcune delle caratteristiche che rendono gli accessori per sistemi oleodinamici di Elesa una garanzia. In particolare, la gamma si compone di tappi e indicatori di livello. Vediamo nel dettaglio questi prodotti.

Monza, 24 novembre 2015 – I settori dell'oleodinamica e dell'idraulica hanno bisogno di accessori performanti, in grado di garantire prestazioni di alto livello. A tal proposito, Elesa mette a disposizione dei propri clienti una gamma diversificata di indicatori di livello, anche a colonna, spie e tappi sfiato. I sistemi oleodinamici sono sempre più sofisticati e richiedono componenti che effettuino misurazioni precise e facilmente leggibili.

Gli indicatori di livello sono indispensabili per rilevare a colpo d’occhio, il livello di liquido / olio all’interno di un serbatoio. Fanno parte di questa famiglia le spie a cupola appartenenti alla serie HCFE. / HCFE-C anche nella versione ATEX per impiego negli ambienti a rischio di esplosione. A questi si aggiunge una ricca gamma di indicatori di livello realizzati in diversi materiali, tecnopolimero, alluminio, ottone, acciaio INOX con o senza mostrina e con visiera per la lettura dell’olio in tecnopolimero trasparente (serie HGFT. – GN 744 – HRT.) o in vetro (serie GN 743 – GN 743.1 – GN 743.2 – GN 743.3 – GN 743.5 – GN 743.6 – GN 743.7 – GN 743.8), la cui conformazione può essere lenticolare oppure prismatica, che, per effetto della rifrazione sui prismi, fornisce una lettura netta del livello di olio contenuto nel serbatoio (serie HGFT-PR – HGFT-HT-PR – GN 744).

Tra i prodotti per cui Elesa rappresenta un punto di riferimento, ci sono gli indicatori di livello a colonna delle serie HCX., HCZ. e HCK. Gli indicatori di livello a colonna HCX., sono realizzati in tecnopolimero trasparente a base poliammidica. L’indicatore presenta un’alta resistenza ai solventi e più in generale agli oli additivati, oppure a sostanze come idrocarburi alifatici e aromatici, benzine, nafta e esteri fosforici.

Per gli usi con fluidi contenenti alcool, Elesa presenta la versione HCX-AR. L’indicatore di livello HCX. è disponibile nelle esecuzioni standard con o senza termometro incorporato e con mostrina di contrasto in alluminio. L’effetto lenticolare del materiale plastico trasparente garantisce un’ottima visibilità del livello oltre ad una lettura della temperatura anche da posizioni laterali. Il corpo dell’indicatore è assemblato con procedimento di saldatura ad ultrasuoni che garantisce una perfetta tenuta, assicurata da controllo elettronico al 100% in produzione. Inoltre su ciascun pezzo viene inciso a laser un numero di matricola progressivo per la rintracciabilità del prodotto.

La famiglia degli indicatori a colonna HCX. è molto ampia: sfogliando il catalogo online sul sito www.elesa.com è possibile avere maggiori informazioni su ogni singola esecuzione del prodotto.

Gli indicatori della famiglia HCZ., sono realizzati in tecnopolimero trasparente a base poliammidica con mostrina in alluminio laccato, colore bianco, alloggiata nella parte posteriore esterna dell’indicatore, non a contatto diretto con il fluido e quindi non soggetta al fenomeno di ingiallimento. Sono disponibili nelle versioni con o senza armatura di protezione realizzata in SUPER-Tecnopolimero a base poliammidica e con o senza termometro incorporato. L’armatura di protezione è stata studiata per scaricare gli urti direttamente sulla superficie di montaggio preservando la struttura dell’indicatore. Test di laboratorio hanno provato l’efficacia della protezione nel salvaguardare l’indicatore.

Gli indicatori a colonna della serie HCK. si compongono da un’armatura di base in alluminio in colore naturale, una visiera di livello a colonna (tubo) in policarbonato che garantisce un’ottima visibilità del livello del fluido anche da posizioni laterali e da una protezione frontale trasparente contro gli urti accidentali in policarbonato. Test di laboratorio dimostrano l’effettiva resistenza agli urti accidentali della protezione che risulta anche facilmente estraibile consentendo le operazioni di pulizia in maniera molto agevole.

Il nuovo indicatore HCK-GL con tubo trasparente in vetro PYREX®*, è particolarmente adatto anche per utilizzo con soluzioni aggressive contenenti glicole, largamente utilizzate nei sistemi di raffreddamento o in contesti applicativi a basse temperature per evitare il congelamento del liquido.

Questo indicatore di livello è stato recentemente premiato come miglior prodotto all’interno della categoria strumenti di misurazione e sensori presso “HaPeS”, la Fiera internazionale di Idraulica, Pneumatica, Sistemi di Comando e di Trasmissione, tenutasi a fine ottobre a Katowice, in Polonia. Inoltre, per le serie HCK. e HCK-GL è disponibile il kit (SLCK) per il controllo elettrico del livello di un fluido.

Infine, completano la gamma degli accessori per sistemi oleodinamici i tappi sfiato. Nel catalogo Elesa sono presenti tappi sfiato in plastica o in acciaio, con diverse caratteristiche. In particolare, spiccano i tappi sfiato con filtro e paraspruzzi della serie SFP.: realizzati in tecnopolimero a base poliammidica, sono resistenti a solventi, oli, grassi ed altri agenti chimici aggressivi. La guarnizione di tenuta è costituita da una rondella piana in gomma sintetica NBR., mentre il diaframma paraspruzzi è in tecnopolimero. Sono disponibili le versioni senza filtro d’aria o con filtro “tech-foam” in schiuma di poliuretano reticolata o “tech-fil” in filo di acciaio zincato pressato per due diverse finezze di filtrazione.

Concludiamo la nostra rassegna con i tappi sfiato pressurizzati a doppia valvola della serie SFW., che consentono una chiusura dei serbatoi in maniera tale da mantenere costante la pressione dell'aria al loro interno ed evitare la deformazione delle pareti del serbatoio stesso. Inoltre, è presente nel catalogo anche la versione SFW-VP caratterizzata in aggiunta da un dispositivo antivandalismo “Vandal-proof”.

La gamma di accessori per sistemi oleodinamici di Elesa, come abbiamo visto, è adatta alle applicazioni più disparate e garantisce in ogni circostanza di impiego grande affidabilità.


Fonte notizia: http://www.elesa.com/it


accessori per sistemi oleodinamici | Elesa |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Resistenza alla corrosione: focus sui volantini di manovra Elesa


Manopole e leve di manovra: gli elementi di regolazione Elesa


Maniglie Elesa: ergonomiche, compatte e adattabili alle esigenze dei progettisti


Le maniglie Elesa: soluzioni tecnologicamente avanzate per diverse applicazioni


Le ruote industriali del catalogo Elesa


Cerniere Elesa: innovazione, tecnologia e design


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Se sei una vera pupa a Bologna centro il Capodanno per te!

Se sei una vera pupa a Bologna centro il Capodanno per te!
 Ovviamente anche se non sei una pupa o un bullo, una femme fatale o un gangster, se non ti vesti con vestitini a minigonna con frange o se non indossi gessati con Borsalino, il Capodanno a Bologna organizzato dallo Jam Club, locale nelle prigioni di palazzo Bentivoglio, tra piazza Maggiore e le le due torri della gaudente& (continua)

Trascorreresti il Capodanno a Prato?

Trascorreresti il Capodanno a Prato?
 In Italia ci sono città che non verrebbe mai in mente di visitare o che nel tempo sono state bollate come “città industriali” o città non consone al turismo. Chi penserebbe mai di trascorrere in queste città il Capodanno? Difficilmente verrebbe in mente di trascorrere il Capodanno in Toscana, figurarsi a Prato! Provate a pen (continua)

Festeggiare il Capodanno in Umbria ad Assisi

Festeggiare il Capodanno in Umbria ad Assisi
 Non c’è niente di più contrastante nella mentalità comune tra il concetto di Capodanno e l’Umbria e soprattutto Assisi. Siate sinceri, avevate mai pensato di trascorrere Capodanno in Umbria e da Assisi? Capodanno è tipicamente considerata una festa “pagana” dove potersi scatenare, divertire, dimenticare il vec (continua)

La splendida Perugia ancora da scoprire

La splendida Perugia ancora da scoprire
 Sebbene tutti, almeno in Italia, conoscano per rinomanza Perugia, almeno per il fatto che è capoluogo di regione dell’Umbria o semplicemente perché vi ha la sede la Perugina con i suo favolosi Baci, è ancora oggi una meta turistica poco valorizzata rispetto alle sue potenzialità. Sede universitaria prestigiosa, con una cinta muraria (continua)

Toscana meta del turismo invernale

Toscana meta del turismo invernale
 Tuscany è un brand fortissimo in tutto il mondo che rivaleggia direttamente con Italy. Uno straniero probabilmente non conosce altre regioni italiane, non conosce Veneto, Lazio, forse conosce Sicily. Il brand Florence è ugualmente forte e fenomeni come la recente serie televisiva Medici non fanno che rafforzarli. Però il turismo in To (continua)