Home > Primo Piano > G DATA - previsioni 2016: L’Internet delle Cose sotto assedio

G DATA - previsioni 2016: L’Internet delle Cose sotto assedio

articolo pubblicato da: SABMCS | segnala un abuso

G DATA - previsioni 2016: L’Internet delle Cose sotto assedio

Il produttore di soluzioni per la sicurezza IT condivide quattro previsioni sul cybercrime per il prossimo anno.

 
Bochum (Germania) - Malware preinstallato su smartphone e autovetture oggetto di attacchi informatici tra i temi sotto i riflettori dei media nel 2015. Un internauta su due quest'anno è stato vittima della criminalità informatica (fonte Bitkom). Il 2016 prosegue sull'onda vertiginosa dell’interconnessione: la digitalizzazione dei processi di produzione aziendali avanza e anche i privati collegano alla Rete sempre più dispositivi gestibili via Internet o tramite Apps. In molti casi tuttavia, questo progresso ha luogo senza considerare gli aspetti legati alla sicurezza: via libera quindi per i cybercriminali, che nel 2016 cercheranno ancor più acribicamente obiettivi di attacco e possibilità di manipolazione proprio in questo ambito. Gli esperti di sicurezza G DATA condividono quattro previsioni per l’anno che verrà.
 
"La digitalizzazione dei processi non ha luogo esclusivamente presso aziende o enti, se ne avvalgono anche i cybercriminali" afferma Eddy Willems, Security Evangelist di G DATA. "Chi tira i fili del traffico di droga su scala mondiale non lo fa più sulle strade ma in negozi del deep web. Anche le armi sono a portata di click, un trend destinato a rafforzarsi nel 2016, perché per i cybercriminali il commercio via Internet minimizza i rischi".
 
Le previsioni 2016 in tema di sicurezza IT
 
- Crescente digitalizzazione della criminalità
I confini della criminalità organizzata sbiadiscono: droga, armi, documenti fasulli o intere identità possono essere acquistate in shop del web sommerso con un click. Le attività criminali si sposteranno sempre più verso questo ambito di Internet.
 
- L’Internet delle Cose nel mirino dei delinquenti
Autovetture craccate, braccialetti fitness o dispositivi accessibili da remoto: l'internet delle cose è sempre più apprezzato, che se ne faccia uso privatamente o a livello aziendale. Nel 2016 i cybercriminali potenzieranno le proprie attività in questo settore cercando in modo mirato falle di sicurezza che consentano loro di accedere alle reti aziendali. L'IoT si trasformerà progressivamente in un «Internet of Threats» (Internet delle minacce).
 
- Crimine informatico "as a Service"
Su numerosi forum del deep web è disponibile da tempo una variegata offerta di exploit kits ed altri malware. Gli esperti di sicurezza G DATA si aspettano che un crescente numero di criminali informatici offra in modo diretto i propri servizi "on demand" e che attacchi aziende, enti o privati su commissione.
 
- Gli hotspot gratuiti attirano i cybercriminali
Sempre più locali, edifici, aeroporti, stazioni e centri commerciali si dotano di hotspot wifi gratuiti, che nel 2016 saranno sfruttati in maggior misura dai cybercriminali a caccia dei dati di utenti ignari.

G DATA | Internet delle cose | previsioni 2016 | cybercrime | web sommerso | sicurezza IT | attività criminalili online | crimine informatico | cybercriminali | deep web | digitalizzazione aziende | digitalizzazione criminalità | exploit kit | furto di dati | Int |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Robinson Jr.


La vita in piazza di Maria Concetta Distefano


Movimento Network Marketing


La montagna in salute


Delirium di Postremo Vate


La montagna in salute di Sonia Peyrot


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Abbattere i costi é la ragione per cui due terzi delle aziende europee adottano il VoIP

Abbattere i costi é la ragione per cui due terzi delle aziende europee adottano il VoIP
 In Europa siamo ben lontani dal rinunciare al telefono fisso, che campeggia ancora sull'83,5% delle scrivanie. Rilevante anche la notorietà del VoIP presso l'utenza aziendale, 4 addetti su 5 conoscono infatti questa tecnologia e ne sappiamo annoverare i vantaggi. Questi sono solo alcuni dei risultati del recente studio * condotto da Snom in cinque Paesi europei in collaborazione con l (continua)

Snom svincola la telefonia IP dalla postazione di lavoro fissa e fa dei suoi terminali un salvavita

Snom svincola la telefonia IP dalla postazione di lavoro fissa e fa dei suoi terminali un salvavita
 Con la sua nuova serie di terminali IP cordless DECT, Snom rivoluziona la tradizionale modalità di fruizione della telefonia IP. Un’integrazione della tecnologia Bluetooth Low Energy, unica nel suo genere, apre i terminali ad infiniti scenari d’impiego.   Snom, pioniere del VoIP e noto produttore di terminali IP premium e accessori per la telefonia aziendale, annunc (continua)

La nuova libertà nelle conversazioni telefoniche: l’headset DECT A150 ultraleggero di Snom

La nuova libertà nelle conversazioni telefoniche: l’headset DECT A150 ultraleggero di Snom
 Con il suo A150, Snom, produttore internazionale di terminali VoIP premium per aziende e professionisti presenta un headset ultraleggero senza fili, che si avvale del protocollo DECT per massimizzarne la portata. L’eccellente qualità audio e la comodità d’uso una volta indossato caratterizzano l’elegante dispositivo sovrauricolare dotato di numerose funzionali (continua)

Un binomio inseparabile: la trasmissione di dati e voce in ambito professionale

Un binomio inseparabile:  la trasmissione di dati e voce in ambito professionale
 Sebbene oggi la maggior parte degli utenti di telefoni professionali sa che la propria voce viene trasportata „over IP“, solo a pochi è chiaro cosa ciò comporti esattamente e cosa sia necessario per renderlo possibile.   Mentre l’utenza privata si avvale ancora di piattaforme Internet pubbliche per chiamare a poco costo o gratuitamente amici e parenti, (continua)

Snom presenta moderno terminale IP di base con display a colori e sensore di luminosità: il D717

Snom presenta moderno terminale IP di base con display a colori e sensore di luminosità: il D717
 Snom, pioniere e produttore tedesco leader di telefoni IP per l’uso professionale annuncia la disponibilità del suo nuovo D717, il modello “entry level” della serie premium di terminali IP da scrivania D7xx. A dispetto della qualifica di modello di base, lo Snom D717 é paperless, poichè dotato di tasti funzione digitali e di un display a colori, risulta (continua)