Home > Primo Piano > Privati e aziende nel mirino del Trojan bancario Dridex – un eccesso di curiosità con conseguenze

Privati e aziende nel mirino del Trojan bancario Dridex – un eccesso di curiosità con conseguenze

scritto da: SABMCS | segnala un abuso

Privati e aziende nel mirino del Trojan bancario Dridex – un eccesso di curiosità con conseguenze


 I G DATA SecurityLabs mettono in guardia da e-mail contenenti presunte cartelle equitalia, avvisi di morosità di dubbia provenienza o documenti diretti a terzi, inviatici apparentemente per errore. La nostra curiosità ha conseguenze.

 
Bochum (Germania) - Attenzione all’ondata di e-mail contenenti apparenti fatture scadute o cartelle equitalia! Con l’avvicinarsi della fine dell’anno i cybercriminali prendono di mira indistintamente privati e aziende utilizzando messaggi e-mail apparentemente legittimi per attirarli nella loro trappola. La loro strategia consiste nell’inviare primariamente e-mail con allegati in formato .doc o .pdf, che paiono scansioni da stampanti multifunzione. I G DATA SecurityLabs hanno rilevato che – a parte grossolani tentativi di phishing – la maggior parte degli allegati contiene un pericoloso trojan bancario appartenente alla famiglia Dridex, che si installa sul PC della vittima all’apertura del documento fasullo. Le soluzioni per la sicurezza di G DATA rilevano le applicazioni manipolate, la tecnologia BankGuard respinge efficacemente il malware.
 
E’ noto che la fine dell’anno è periodo di “caccia grossa allo sprovveduto” per i cybercriminali, che fanno leva sul fattore umano per attirare le potenziali vittime nelle proprie trappole.  Ecco perché prima di aprire messaggi e allegati di dubbia natura, G DATA invita utenti privati e aziendali a porsi le seguenti domande:
 
- Avete effettuato qualche ordine e siete in attesa di una fattura da questo particolare mittente? Se la presunta fattura proviene da un fornitore noto: avete autorizzato l’invio di fatture per email? In caso affermativo, qualora si tratti di una comunicazione apparentemente proveniente da operatori telefonici o dal vostro fornitore di energia elettrica, con che cadenza ricevete le fatture di solito?
- L’e-mail è scritta in una lingua sensata per voi e la vostra situazione? Un operatore o sito italiano vi invierà molto probabilmente fatture in italiano e non in inglese, e con molta probabilità i messaggi saranno scevri da grossolani refusi.
- L’e-mail (non l’allegato) con la fattura o cartella scaduta contiene informazioni personali corrette e note solo a voi e al fornitore (p.es. il vostro codice fiscale o il codice cliente)?
- In relazione alle scansioni di presunti documenti aziendali: la vostra azienda possiede stampanti multifunzione in grado di scansire e salvare documenti in formato .doc?
- Se siete sicuri che il documento non sia per voi, resistete alla tentazione di aprirlo: la curiosità generata dal potenziale accesso ad informazioni relative a terzi “noti” (il social engineering è capace di questo ed altro) è proprio ciò su cui contano i cybercriminali. Non è infatti raro ricevere in questo periodo presunte buste paga, intestate ad un collega e recapitate a voi “per errore”.
- Un ulteriore consiglio è quello di non pubblicare su forum o bacheche di siti il proprio indirizzo email principale o aziendale in modo sconsiderato, per ridurre al minimo il rischio di essere vittima del social engineering.
 
Fortunatamente, laddove il fattore umano ci porta ad errare, esistono soluzioni di sicurezza in grado di riconoscere in tempo reale applicazioni manipolate o tentativi di dirottamento delle transazioni finanziarie, come i prodotti G DATA con doppio motore antimalware e la tecnologia BankGuard. Non possiamo che ricordare quindi, vista l’impennata di messaggi infetti di questo periodo, che è importante dotarsi della migliore protezione possibile: un’eccesso di curiosità capita a chiunque.

G DATA | Trojan bancario | fatture fasulle | cybercriminali | email spam | G DATA SecurityLabs | IT security | malware | sicurezza aziendale | sicurezza IT | soluzioni sicurezza G DATA | Tecnologia BankGuard | trojan Dridex |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Statistiche Virus/malware realmente circolanti febbraio 2010


G DATA evita ai suoi utenti danni per oltre 100 milioni di euro


Il trojan per Android Spy.Banker ruba soldi dal conto Paypal


G DATA mette a nudo ZeuS Panda


Il trojan bancario BackSwap impiega tecniche innovative per svuotare i conti delle vittime


Il 27% di tutto il malware della storia dell’informatica è comparso nel 2015


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

VoIP: In Europa un utente su due vincola la sicurezza dei telefoni IP alla notorietà del marchio

VoIP: In Europa un utente su due vincola la sicurezza dei telefoni IP alla notorietà del marchio
Mentre per metà degli utenti VoIP europei il brand è determinante ai fini della sicurezza e dell’interoperabilità dei terminali con le più moderne soluzioni VoIP, l’altra metà è convinta che qualsiasi terminale IP sia sicuro e si interessa poco delle funzionalità avanzate, «basta poter telefonare». Due atteggiamenti del tutto dicotomici, oltre che errati, emersi dal recente studio di Snom Technology. Dei 3156 utenti aziendali intervistati in occasione del sondaggio condotto da Snom Technology con l’ausilio dell’istituto di ricerche di mercato indipendente Norstat in Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia e Spagna tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo 2020, solo il 14% non dispone di un telefono da scrivania. Una media che in Italia è ancora inferiore: ben il 94% degli utenti continua a (continua)

Platino e oro per i distributori Snom

Platino e oro per i distributori Snom
Snom, noto produttore di telefoni IP premium per aziende, professionisti e per ambienti industriali, ha annunciato i distributori premiati per gli eccellenti risultati conseguiti nel corso dell’anno fiscale 19/20, conclusosi a fine marzo. Determinante ai fini dell’assegnazione degli ambiti riconoscimenti non solo il quantitativo di terminali venduti ma anche l’assistenza qualificata erogata ai rivenditori. Tra i premiati figurano due distributori italiani.Per la prima volta dopo sette anni Snom Technology GmbH torna a premiare i partner commerciali più meritevoli su scala globale. Si tratta di aziende annoverate a buon ragione tra (continua)

Intervento contro la solitudine: 100 nuovi telefoni IP Snom presso Silbernetz e. V.

Intervento contro la solitudine: 100 nuovi telefoni IP Snom presso Silbernetz e. V.
Anche senza il coronavirus, la solitudine e il silenzio caratterizzano la quotidianità di milioni di anziani. Cento nuovi telefoni Snom per i volontari e i collaboratori della „rete d’argento“ Silbernetz e.V. contribuiscono a cambiare le cose. Quando i figli hanno lasciato il nido da tempo, il coniuge è deceduto e la TV o la radio sono l’unico collegamento co (continua)

Una conversazione é più efficiente dell’e-mail: Snom offre la migliore qualità audio per le Huddle Rooms

Una conversazione é più efficiente dell’e-mail: Snom offre la migliore qualità audio per le Huddle Rooms
Mai prima d’ora abbiamo comunicato così tanto e spesso. Per il solo 2019 gli esperti hanno previsto un volume di circa 293,6 miliardi di e-mail scambiate in tutto il mondo – ogni giorno! Entro il 2023 questa cifra dovrebbe salire a 347,3 miliardi ogni 24 ore*. Nel contempo i dipendenti sono sempre più mobili e svolgono il proprio lavoro ovunque sia possibile: in uffi (continua)

Nuovo accessorio - Snom A190: headset DECT multicella

Nuovo accessorio - Snom A190: headset DECT multicella
Snom, produttore internazionale di telefoni IP premium per professionisti e aziende presenta il nuovo A190 cordless DECT multicella. Un headset in grado di passare senza soluzione di continuità da una cella all’altra e di eseguire il roaming in installazioni DECT multicella. Insieme alla stazione base DECT M900 annunciata di recente , gli utenti dispongono di una soluzione complet (continua)