Home > Ambiente e salute > Il 77% degli italiani sceglie l’eco-odontoiatria di Verdenti

Il 77% degli italiani sceglie l’eco-odontoiatria di Verdenti

articolo pubblicato da: prnews | segnala un abuso

Il 77% degli italiani sceglie l’eco-odontoiatria di Verdenti

Diminuire il consumo di plastica, eliminare l’uso di sostanze chimiche, ridurre lo spreco di acqua, carta ed energia, utilizzare protesi a km zero evitando l’acquisto di prodotti d’importazione, limitare il ricorso alle radiografie e porre maggiore attenzione ai programmi di prevenzione per ridurre il ricorso alle terapie. Sono gli elementi caratterizzanti della filosofia di Verdenti.

Secondo una ricerca effettuata dall’istituto di ricerche Quaeris sulla frequentazione degli studi dentistici in Italia e sull’attenzione agli aspetti ecologici ed ambientali da parte dei clienti è emerso che i pazienti scelgono  il dentista per diversi motivi: oltre alla qualità e all’igiene (che di solito vengono dati per scontati), viene scelto per l’aspetto economico (10%) o per il risparmio di tempo (9%) dovuto alla vicinanza al domicilio e ai tempi brevi per gli appuntamenti. Una parte dei clienti ricerca nel dentista qualcuno con cui relazionarsi, un professionista che lo consideri una persona  e non solo un cliente (10%) e per molti di essi assumono importanza i valori relativi all’ambiente e al risparmio di risorse. Il 23% dei soggetti interpellati cambierebbe sicuramente dentista a favore di uno studio Verdenti e il 54% probabilmente lo farebbe.

L’attenzione agli aspetti “Green” è in aumento e questo si riversa su tutte le scelte, anche sul lavoro dei dentisti. Gli studi odontoiatrici producono una grande quantità di  rifiuti non riciclabili. Negli USA hanno valutato tale impatto sul territorio: 1,7 miliardi di buste di plastica, 4,8 milioni di lamine di piombo, 28 milioni di litri di fissaggio radiografico, 3,7 tonnellate di mercurio. La scelta del dentista è quindi importante perché riguarda non solo la salute ma la stessa qualità della vita. Verdenti è il primo gruppo di dentisti in Italia che, come già in altre parti del mondo (eco-dentistry, green-dentistry) promuove una maggiore sensibilità legata alla prevenzione, all'ambiente e al rapporto personale con i pazienti. 

Il settore è saturo di promozioni e convenzioni. Anche i network di dentisti sono diffusi, ma spesso promuovono solo “qualità e cortesia”. Oltre a questi elementi esiste l’ormai inflazionato fattore prezzo che fa parte però soltanto delle realtà commerciali. Verdenti si distingue per l’attenzione alla salute orale e generale del paziente e al risparmio di risorse ambientali – dichiara il Dott. Tiziano Caprara, Fondatore di Verdenti, relatore internazionale, laureato in Odontoiatria all'Università di Bologna. Verdenti è un network “valoriale” che si basa sulla condivisione di valori profondi sia con il gruppo di lavoro che con i pazienti”.

Verdenti | Quaeris | Tiziano Caprara | eco odontoiatria | studi dentistici |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Cartucce per stampanti vuote? Da Eco Store valgono 1 euro


Dentista a Milano con sedazione cosciente


Linkeb aiuta Eco Store a compensare le emissioni di CO2 del Gran Premio di Monza


L’odontoiatria digitale all'Abruzzo dental forum


UN PROGETTO DI BIOEDILIZIA E BIOARCHITETTURA ALL’ECO VILLAGGIO LOPS PER UN ABITARE ECOSOSTENIBILE ANCHE A MILANO


The GreenWatcher presenta i suoi strumenti innovativi nella tappa fiorentina del Roadshow SMAU 2015


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Italpepe racconta la sua “storia d’impresa”

Italpepe racconta la sua “storia d’impresa”
E’ stato presentato in Italpepe il progetto di Alternanza Scuola-Lavoro che condurrà alla nascita dell’archivio storico dell’azienda. Un’iniziativa promossa in collaborazione con il Comune di Pomezia ed il Liceo Artistico e Linguistico Pablo Picasso di Pomezia, che si inserisce in un ampio progetto di valorizzazione e promozione della memoria storica del territorio. (continua)

Il packaging eco-sostenibile dei funghi freschi Sapori del mio Orto

Il packaging eco-sostenibile dei funghi freschi Sapori del mio Orto
SIPO fa un ulteriore passo avanti nell’ottica della green economy. Dopo il rinnovo del packaging dello storico marchio Sapori del mio Orto avvenuto lo scorso anno - dove è stato introdotto per gli ortaggi di I gamma il packaging flow pack in carta pane - l’azienda prosegue nel rinnovo delle confezioni nell’ottica della sostenibilità lanciando il pack in cartone per (continua)

FabricaLab, brillante la crescita della IT company italiana nel 2018

FabricaLab, brillante la crescita della IT company italiana nel 2018
I numeri diffusi da FabricaLab durante il recente meeting aziendale di fine anno a Firenze parlano di un consistente aumento del fatturato rispetto al 2017, che si è attestato a quota 5,8 milioni di euro. La crescita del giro d’affari è stata pari al 17% - valore nettamente superiore rispetto alla media del comparto ICT - con un EBITDA provvisorio al 18%. Specializzata in solu (continua)

Acquaviva aderisce alla rete di imprese del programma WHP Workplace Health Promotion

Acquaviva aderisce alla rete di imprese del programma WHP Workplace Health Promotion
Dipendenti più sani e felici grazie ad un ambiente di lavoro che promuove la salute: è l’obiettivo della società italiana Acquaviva, entrata nella rete WHP delle imprese bresciane impegnate a migliorare la salute e il benessere nei luoghi di lavoro.  Ma non solo i dipendenti. Anche tutti coloro che fanno visita in azienda come clienti e collaboratori trovano a dispo (continua)

TESISQUARE® annuncia la release 6.0 della piattaforma collaborativa per la Supply Chain Visibility

TESISQUARE® annuncia la release 6.0 della piattaforma  collaborativa per la Supply Chain Visibility
TESISQUARE Platform 6.0 propone un nuovo approccio alla gestione della Supply Chain con il rilascio della nuova suite software “TESI Control Tower”, soluzione in grado di fornire strumenti per il monitoraggio e il governo delle performance della Supply Chain. TESISQUARE®, partner tecnologico specializzato nella progettazione e implementazione di ecosistemi digitali collaborativi, (continua)