Home > Turismo e Vacanze > San Cataldo, la marina della città di Lecce

San Cataldo, la marina della città di Lecce

articolo pubblicato da: ivanmontanarini | segnala un abuso

San Cataldo, la marina della città di Lecce

San Cataldo la località balneare, viene da sempre definita la “Marina dei Leccesi” per la sua vicinanza a Lecce; infatti sono solo 10 km che separano il capoluogo di provincia dalla sua marina.

Fondata in epoca romana, dalle fonti che abbiamo possiamo pensare che fosse un importante porto, di cui purtroppo non rimangono molti reperti.

Affacciata sul mare Adriatico, la costa di San Cataldo si presenta bassa e prevalentemente sabbiosa.

Le dune e le insenature vengono circondate da una grande pineta, che è una delle poche rimaste in piedi nel Salento.

Anticamente chiamata "Salapia", San Cataldo era un centro di snodo molto importante per l'impero romano. I sub e gli amanti dello snorkeling potranno divertirsi, ammirando il fondale, che presenta oltre alla tipica flora e fauna mediterannea, alcuni resti risalenti all’epoca romana.

Per una migliore fruibilità e migliorare l'aspetto estetico, alcuni anni fa San Cataldo è stata oggetto di un ripascimento delle sue coste.

Dove dormire a San Cataldo

A San Cataldo si può soggiornare in Hotel, Bed and Breakfast o affittare un appartamento. Per tutti coloro che volessero avere a disposizione una casa vacanza per le proprie ferie o fare un investimento immobiliare in Puglia, è possibile scegliere le soluzione offerte dal residence Campoverde. Sono disponibili diversi appartamenti suddivisi in monolocali, bilocali, trilocali e duplex per soggiornare. Sono inoltre numerosi servizi come piscine, campi da tennis e da calcetto, un ristorante, un bar e un’edicola per tutti coloro che amano divertirsi e rilassarsi.

Vicino a San Cataldo

Merita una nota particolare, la riserva naturale delle Cesine gestita dal WWF. Qui, un’attenta opera di salvaguardia della flora e fauna autoctone, ma non solo.

Infatti, le Oasi delle Cesine, è un luogo di "riposo" di numerosi uccelli emigratori durante i loro “spostamenti”.

Qui è possibile effettuare il birdwatching, ossia ammirare gli uccelli presenti nell’Oasi Protetta.

Non solo natura. Nei dintorni di San Cataldo, si trova Acaya: unico esempio di città fortificata del Sud Italia, che ha mantenuto intatto il proprio aspetto seicentesco.

Il borgo rispecchia il classico schema della “città-fortezza”, tipica di quel secolo: ossia una cinta bastionata con “fianchi ritirati” e una piantina dal tracciato ortogonale.

Due grandi torrioni decorati con archetti e bacchettelli e un robusto cordone di pietra definiscono la silhouette del Castello.

Carlo V avvallò la scelta di realizzare il maniero, per costruire una struttura difensiva in grado di rispondere agli attacchi dei Turchi, che come è noto in quegli anni imperversavano sulle coste salentine.

san cataldo | lecce | puglia | appartamenti |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Palazzo Massari - Il B&B Migliore A Lecce


I Corsi Di Yoga a Lecce Assolutamente Da Non Perdere


Peperoncino Jazz Festival 2007


Salento, terra di sole, mare, vento e... buon cibo!


I Colori Del Salento - Il b&b del Salento a Lecce


I Giardini di Atena - Molto più di un villaggio turistico, a 5 minuti da Lecce!


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore