Home > Economia e Finanza > Flavio Cattaneo, ad Terna: profitto e solidarietà due anime in azienda

Flavio Cattaneo, ad Terna: profitto e solidarietà due anime in azienda

articolo pubblicato da: Phinet | segnala un abuso

Flavio Cattaneo, ad Terna: profitto e solidarietà due anime in azienda

Gruppo Terna e Coopi insieme in un progetto solidale.
A Kami, villaggio minerario sulle Ande boliviane, a 3.850 metri di quota, è arrivata la corrente elettrica. Miracolo di una linea lunga 37 chilometri, che si inerpica dai 2.650 metri di una centrale su un fiume agli oltre 4mila della vetta. E che ha portato la scintilla dello sviluppo a propagarsi nell'area, permettendo la creazione di 40 posti di lavoro nell'agricoltura e nell'allevamento, grazie anche alla presenza in loco di un missionario salesiano, anche lui di origine piemontese.

«Le idee camminano con le gambe degli uomini». Sarebbe contento Pietro Nenni, che usava spesso questo detto, nel sapere che Giampiero Fantini da Borgomanero (Novara), 60 anni, tecnico delle linee ad alta tensione nonché fervente cattolico, lo ha preso alla lettera. Non nel senso che abbia mai letto i suoi (monumentali) diari, ma perché, mettendo in gioco anni di ferie e permessi speciali, riuscendo a conquistare il concreto sostegno della propria azienda, il gruppo Terna, AD Flavio Cattaneo, e coordinandosi con un'organizzazione non governativa, la Coopi, è riuscito a trasformare la sua idea in una vera e propria, benché piccola, economia di territorio.

Così a Kami, villaggio minerario sulle Ande boliviane, a 3.850 metri di quota, è arrivata la corrente elettrica. Miracolo di una linea lunga 37 chilometri, che si inerpica dai 2.650 metri di una centrale su un fiume agli oltre 4mila della vetta. E che ha portato la scintilla dello sviluppo a propagarsi nell'area, permettendo la creazione di 40 posti di lavoro nell'agricoltura e nell'allevamento, grazie anche alla presenza in loco di un missionario salesiano, anche lui di origine piemontese.

Una storia partita, come si usa dire, dal basso, ma che non avrebbe potuto riuscire meglio se pianificata da un dream team di manager. Perché l'idea di Fantini pare ritagliata alla perfezione sulla mission del gruppo Terna, settimo operatore mondiale nella trasmissione di energia. E l'impresa, che ci ha creduto fin dall'inizio, ora grazie a questo progetto si è aggiudicata la candidatura italiana all'European Employee Volunteering Award, prestigioso premio che sarà assegnato in febbraio a Bruxelles e consegnato in marzo a Londra.
Ma non si tratta di un caso isolato. Alla finale continentale, in categorie diverse, saranno presenti anche altre aziende italiane. Perché, contro ogni aspettativa, il fenomeno del volontariato d'impresa ha resistito alla crisi e sembra, anzi, aver dato nuova carica alla solidarietà e al welfare locale.

A raccontare la scommessa vinta di Kami è lo stesso Giampiero Fantini, da pochi giorni in pensione dopo 40 anni di lavoro, per lungo tratto all'Enel, poi come responsabile del gruppo operativo di Novara della Terna. «Faccio volontariato dalla metà degli anni 80 - ricorda -. Prima della Bolivia ero stato in diversi altri paesi, sia in Africa che nei Balcani». A parlargli del villaggio sulle Ande era stato, nel 1991, un giovane collega incontrato in un aeroporto brasiliano dopo una missione. Undici anni più tardi, un memo ricevuto via mail ha fatto scattare l'idea.

(Fonte: Il Sole 24 Ore)

Social Media Communication
Phinet
Roma Italia
Alessandra Camera
a.camera@phinet.it

flavio cattaneo | volontariato | kami | coopi | solidarietà | bolivia |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Repubblica.it pubblica due importanti notizie sui successi di Terna, AD Flavio Cattaneo


Flavio Cattaneo primo manager italiano nel campo delle energy utilities


Flavio Cattaneo continua a far crescere il successo di Terna


Sostenibilità: Flavio Cattaneo e i progetti Terna per una rete elettrica integrata euromediterranea


Flavio Cattaneo: ok alla vendita del solare operazione che fa bene a paese e sistema elettrico


Flavio Cattaneo: La scommessa (proibita) di Terna che imbarazza Eni ed Enel


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Simona Norreri, Lombardia Scuola di Welfare

 Simona Norreri, i principali obiettivi da raggiungere sono: garantire la continuità didattica; superare le graduatorie e i concorsi centralisti per concorsi e dirigenti scolastici, passando gradualmente ad un sistema che valorizzi il reclutamento condotto dalle istituzioni scolastiche sulla base di albi e abilitazione regionale, con graduatorie e concorsi regionali, ed ottenere c (continua)

Marco Simeon (Rai Vaticano): "Lascia perdere chi ti porta a mala strada"

Marco Simeon (Rai Vaticano):
 Il martirio di don Pino Puglisi, un motivo di devozione, ma anche uno stimolo e un segno di grande valore per tutti, in primis per i sacerdoti. Dopo l’annuncio del Vaticano della prossima beatificazione del sacerdote siciliano ucciso dalla mafia nel 1993, monsignor Vincenzo Bertolone, Arcivescovo di Catanzaro, spiega i motivi per cui la Santa Sede ha deciso di riconoscere don Pino Pugl (continua)

Infracom Italia S.p.A dà il via alla ristrutturazione finanziaria

Il 30 ed il 31 gennaio 2012 completato il percorso di dismissione delle attività non strategiche previste nel piano industriale Infracom Italia S.p.A., società controllata dal Gruppo Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova, leader nel settore dell’ Information & Communication Technology, ha sottoscritto con le principali banche finanziatrici un accordo di ristrutturaz (continua)

Aeroporti di Roma: ADR, Fabrizio Palenzona, sponsor del centenario AeCI

Aeroporti di Roma, la società privata che gestisce i due aeroporti della Capitale guidata da Fabrizio Palenzona, è partner della manifestazione organizzata da Aero Club d’Italia per festeggiare il suo centenario. Fondata nel 1911, l’AeCI è una Federazione Sportiva che si occupa di tutti gli sport aeronautici in Italia oltre che dell'attività didattica nel c (continua)

Fabrizio Palenzona (Adr): Pjanic pronto per la Roma dopo la Nazionale

Aeroporti di Roma, Fabrizio Palenzona. Conclusi gli impegni con la Nazionale, Miralem Pjanic, il nuovo centrocampista bosniaco della Roma, è rientrato nella Capitale. Grande l'interesse e la curiosità da parte dei passeggeri e degli operatori aeroportuali di chiara fede giallorossa, all'arrivo del calciatore al Leonardo da Vinci da Monaco di Baviera con un volo di linea della Luf (continua)