Home > Economia e Finanza > Il profilo professionale dell’Amministratore Delegato di F2i SGR S.p.A. Renato Ravanelli

Il profilo professionale dell’Amministratore Delegato di F2i SGR S.p.A. Renato Ravanelli

scritto da: Articolinews | segnala un abuso


F2i SGR S.p.A., costituita nel gennaio 2007, è la società di gestione del risparmio che ha lanciato il più grande fondo chiuso italiano, dedicato a investimenti nel settore e guidato e coordinato da Renato Ravanelli.

F2i - Fondi Italiani per le Infrastrutture

La biografia professionale di Renato Ravanelli, manager alla guida di F2i

Renato Ravanelli è un manager nato a Milano nel 1965, da ottobre 2014 Amministratore Delegato di F2i SGR S.p.A. - Fondi Italiani per le infrastrutture. Conseguita la Laurea in Economia e Commercio, inizia a lavorare svolgendo attività nel settore utilities e assicurazioni. Successivamente diviene Financial Analyst e macroeconomista in due importanti istituti finanziari per la durata di quattro anni, per poi assumere la carica di Responsabile del trading di elettricità e gas per il Gruppo AEM, ricevendo la nomina a CFO e Direttore delle strategie. Nel 2005 entra in Edison e poi in A2A, tra le più importanti multiutility attive nei settori gas ed energia elettrica, ambientale e della gestione delle reti predisposte per la distribuzione di vettori di energia, dove viene nominato Direttore Generale e Componente Esecutivo del Consiglio di Gestione. Nel 2010 entra a far parte di Inframed, fondo per le infrastrutture attivo in Turchia e Nord Africa, in qualità di Componente Indipendente del Comitato Investimenti. Renato Ravanelli assume, infine, l'attuale carica di Amministratore Delegato di F2i - Fondi italiani per le infrastrutture nel 2014, con Presidente del Consiglio d'Amministrazione Bernardo Bini Smaghi.

Renato Ravanelli e la sua esperienza professionale presso F2i - Fondi italiani per le infrastrutture

Entrato in F2i SGR S.p.A. nell'ottobre del 2014, in qualità di Amministratore Delegato, Renato Ravanelli ha guidato la società verso il primato di primo fondo comune di investimento mobiliare di tipo chiuso. Tale Società di Gestione del Risparmio (SGR) nasce nel 2007 con il primario obiettivo di raccogliere fondi da veicolare nel sistema infrastrutturale italiano, allo scopo di elevare i livelli di efficienza agli standard europei. La SGR si interfaccia con interlocutori nazionali e internazionali, oltre a enti pubblici e privati. Infrastrutture sociali, reti di trasporto e di distribuzione di acqua, gas ed elettricità, gestione dei rifiuti sono solo alcuni dei settori di investimento nei quali F2i SGR S.p.A. è intervenuta nel tempo. In particolare, la società si avvale di due Fondi distinti, denominati Primo Fondo, creato nel 2007, e Secondo Fondo, realizzato nel 2012, che ha avuto modo di mettere in atto importanti investimenti sotto la gestione di Renato Ravanelli. Con i suoi 1.852 milioni di Euro a disposizione, il Primo Fondo è stato autorizzato dalla Banca d'Italia nell'agosto 2007, ponendosi come aggregatore di soggetti pubblici e privati attivi nel settore infrastrutturale nazionale. Ha partecipato, inoltre, a processi di privatizzazione, consolidamento delle relazioni con Enti locali ed imprenditori privati, mediando con investitori domestici ed internazionali. Il Secondo Fondo F2i è stato istituito dal Consiglio d'Amministrazione di F2i SGR SpA che, a luglio 2012, ne ha approvato il Regolamento. Nel luglio 2015, il Secondo Fondo ha raggiunto una raccolta di ben 1.242,5 milioni di Euro, superando di oltre 40 milioni il target iniziale. Come già per il Primo Fondo, la missione del Secondo è quella di affermarsi come investitore e partner di lungo periodo nel settore delle infrastrutture in Italia.

F2i SGR S p A | Renato Ravanelli |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il Secondo Fondo F2i supera l’obiettivo iniziale di 1.200 milioni di euro


Il percorso professionale di Renato Ravanelli, Amministratore Delegato di F2i


Renato Ravanelli: acquisizione dell’aeroporto di Olbia, il valore dell’operazione per F2i


Logistica portuale, F2i completa l’acquisizione di MarterNeri


Renato Ravanelli: F2i SGR acquista sette impianti eolici in Sicilia e Calabria


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il laboratorio di Riva Acciaio ed il sistema di simulazione per la fabbricazione dell’acciaio

Il laboratorio di Riva Acciaio ed il sistema di simulazione per la fabbricazione dell’acciaio
Nello stabilimento siderurgico Riva Acciaio di Lesegno il rottame viene trasformato in un’infinità di nuovi prodotti, grazie anche all’aiuto del sofisticato sistema Gleeble 3800 Lo stabilimento Riva Acciaio di Lesegno è l'unico in Italia ad avere un sistema di simulazione della fabbricazione dell'acciaio che permette di riprodurre tutte le varie fasi del processo.Riva Acciaio di Lesegno: nuova vita ai rottamiL'acciaio è un elemento estremamente versatile che può assumere diverse forme ed essere utilizzato in qualsiasi campo. Inoltre, date le sue caratteristiche, (continua)

Trovare un equilibrio tra innovazione e protezione dei cittadini: la soluzione proposta da Pompeo Pontone

Un recente articolo di “EUreporter” riaccende il dibattito sulla gestione dell’intelligenza artificiale da parte di persone e imprese dell’Unione Europea: l’esperto Pompeo Pontone si esprime sull’argomento Pompeo Pontone, Investor e Investment specialist, con all'attivo diversi progetti di Fintech e Data Science, fornisce la sua analisi sul complesso equilibrio tra benefici e rischi legati all'intelligenza artificiale.L'AI nella vita di tutti i giorni: le riflessioni di Pompeo PontoneL'intelligenza artificiale è riuscita, oltre che a farsi sempre più sofisticata, a divenire parte integrante delle pi (continua)

Italia leader della circular economy: Riva Acciaio abbraccia i nuovi obiettivi di sostenibilità

Italia leader della circular economy: Riva Acciaio abbraccia i nuovi obiettivi di sostenibilità
“Verso un modello di economia circolare per l’Italia”: il documento stilato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero dell’Ambiente è stato accolto a pieno da Riva Acciaio Riva Acciaio, come player di riferimento nell'ambito siderurgico, ha abbracciato la sfida della sostenibilità, puntando al raggiungimento degli impegni presi dal nostro Paese verso l'Accordo di Parigi e l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite.Riva Acciaio: l'Italia sul podio della circular economy ma bisogna guardare avantiRiva Acciaio supporta la transizione energetica in corso in Italia, condivid (continua)

“Mala Gestio”: intervista all’autore Massimo Malvestio, avvocato ed editorialista

“Mala Gestio”: intervista all’autore Massimo Malvestio, avvocato ed editorialista
Massimo Malvestio: “Le banche come sono state per 150 anni stanno scomparendo. La vera novità è nella tecnologia finanziaria e in chiunque saprà affrancarsi dalle banche e dai regolatori” L'avvocato Massimo Malvestio, editorialista del "Corriere del Veneto" e collaboratore di "Nordesteuropa.it", ha denunciato per anni la situazione in cui versava il Veneto e il sistema bancario: in "Mala Gestio, perché i veneti stanno tornando poveri" i prodromi della catastrofe finanziaria che ha investito negli scorsi anni il territorio.Il Veneto, le banche, la crisi: la lungimirante inchies (continua)

FME Education: la cultura a portata di click

FME Education: la cultura a portata di click
FME Education ha aiutato a portare l’infinito patrimonio storico-culturale italiano sulle piattaforme digitali per valorizzare il Paese attraverso le nuove tecnologie Nata a Milano come Editore che si propone di promuovere contenuti didattici innovativi, FME Education è in prima linea nella promozione della cultura italiana sul digitale.FME Education: la tecnologia al servizio della culturaLa digitalizzazione era una rivoluzione che si aspettavano tutti. Prima di marzo 2020 nessuno però avrebbe mai creduto che si sarebbe rivelata l'unica via per acced (continua)