Home > Eventi e Fiere > Le Roi du Terroir

Le Roi du Terroir

scritto da: Contatto | segnala un abuso


Lo Chardonnay elevè en fût de chêne 2013 di Maison Anselmet incoronato re in Vallée d'Aoste nell'ambito di Operawine2016 Vallée d'Aoste una regione piccola, impervia, rude, scarsa di precipitazioni a dispetto della molta neve. Territorio con elevata frammentazione della proprietà, piccoli appezzamenti difficili da lavorare, talvolta difficili da raggiungere, vigne a quote elevate che vanno dai 600 ai 1100 m slm, mai in piano, mai lavorabili meccanicamente, solo da poco il trasporto delle cassette in vendemmia viene effettuato con piccoli trattorini, vigne mai facili. Vignaioli che hanno ciascuno un proprio carattere, e che sono abituati a farlo prevalere su tutto e tutti. Una cantina, Maison Anselmet, che ha fortemente voluto che queste prerogative, al tempo stesso forza e debolezza della regione, diventassero il proprio punto di forza a livello regionale prima, nazionale poi, internazionale ora. I vitigni di Maison Anselmet, siano internazionali o autoctoni, diventano allora espressione del territorio con la scelta dei cloni più adatti a ciascuna vigna, traggono vantaggio dalle escursioni termiche estreme con un equilibrio tra acidi e zuccheri di rara reperibilità, sfruttano l'altitudine delle vigne che garantisce un basso contenuto di solforosa, una forte mineralità e una sapidità quasi marina. I vini di Maison Anselmet sono l'espressione finale di tutto questo, e di più il frutto di anni di sperimentazioni, di aggiornamenti, di innovazioni, di colpi di fortuna. Dopo la medaglia d'oro ricevuta nel 2014 in Gran Bretagna al Decanter World Wide Awards con Petite Arvine elevè en fût de chêne 2012 e l'inserimento tra le 100 migliori cantine italiane del 2015 ecco quindi il più recente riconoscimento al re del territorio e visto che lo si può accostare ai più grandi Chardonnay francesi ecco le Roi, le Roi du Terroir: lo Chardonnay elevè en fût de chêne 2013 di Maison Anselmet Oggi è la punta di diamante. Inserito da Wine Spectator tra i cento migliori vini italiani, il prossimo 9 aprile verrà premiato, unico produttore valdostano, nell'ambito di Operawine2016 a Verona in apertura di Vinitaly 2016. È, questo, un punto di partenza per le prossime sfide ma al tempo stesso una importante pietra miliare nella crescita oltre confine. Qualche numero della Maison: 100000 bottiglie prodotte lo scorso anno. Densità in vigna 9.000-10.000 ceppi per ettaro. Tutte le vigne sono ubicate in Vallée d'Aoste. Produzione minima di una etichetta 800 bottiglie (Le Prisonnier), produzione massima 15000 bottiglie (Torrette Superieur). Selezione manuale delle uve, prima selezione direttamente in vigna durante la raccolta, seconda selezione in cantina con asportazione di marcescenze e acini acerbi. Fermentazione, a seconda dei vini, in acciaio, in botte 500 lt o in barrique francese. Uso di barrique francesi nuove e di diverse tostature e di più passaggi passaggi. Batonnage. Per il metodo classico permanenza sui lieviti per 48 mesi. Per ulteriori informazioni: Ufficio Stampa Maison Anselmet Contatto Febe Srl - Milano - Tel. 02/45409478 saraclerici@contattofebe.it; serenamlombardi@contattofebe.it

Maison Anselmet | Valle d Aosta | Vinitaly | Wine Spectator | Chardonnay | Operawine |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

YouTube Analytics | W2O - Web allo stato puro


LA FRIULANA SERENI ORIZZONTI HA I MIGLIORI INDICI DI REDDITIVITÀ DEL SETTORE


Telefonia IP: il ROI è fondamentale per l'acquisto


Assicurarsi un significativo ritorno sull’investimento con un centralino IP


Marketing BtoB: Email marketing, sito web, SEO e social marketing gli strumenti più efficaci per le imprese


TORNA IL NOTTURNO DI METERI: ECCELLENZA E TERROIR SULLE RIVE DEL BRENTA


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Tempo, Spazio, Silenzio, YOGA: il modo giusto per ritrovare se stessi all'Auberge de La Maison

Tempo, Spazio, Silenzio, YOGA: il modo giusto per ritrovare se stessi all'Auberge de La Maison
P { margin-bottom: 0.21cm; } Anche l'Auberge de La Maison, celebra la Giornata Internazionale dello Yoga, con una lezione di yoga outdoor sul grande prato, proprio al cospetto del Monte Bianco. L'Auberge de La Maison si trova in un contesto unico al mondo, tra colate di ghiaccio e roccia, in un suggestivo contrasto di colori che spaziano dal blu del cielo, al grigio-nero della roccia, al bianco (continua)

Sabato 15 Aprile: VIGNERONS@COURMAYEUR

Sabato 15 Aprile: VIGNERONS@COURMAYEUR
Gli albergatori di Courmayeur propongono una degustazione itinerante nelle loro case. Presso gli alberghi aderenti, in via Roma e all’Office du Tourisme di Courmayeur, sabato 15 aprile sarà possibile acquistare, al costo di 15 euro, il calice dell’evento con il quale effettuare le degustazioni. Un servizio navette gratuito garantirà la raggiungibilità di tutte le s (continua)

L'appuntamento della domenica mattina è con il Brunch Auberge

L'appuntamento della domenica mattina è con il Brunch Auberge
P { margin-bottom: 0.21cm; } Troppo tardi per il classico cappuccio e brioche? Troppo presto per una polenta concia? Niente paura l'Auberge de La Maison di Courmayuer vi viene in aiuto con il Brunch Auberge. Il brunch è la giusta via dimezzo tra la colazione e il pranzo, adatto a quelli che la domenica amano dormire fino a tardi, concedersi un po' di coccole e anche ai mattinieri atleti i (continua)

Il VdA Torrette Superieur 2014 di Maison Anselmet conquista il gusto a stelle e strisce

Il VdA Torrette Superieur 2014 di Maison Anselmet conquista il gusto a stelle e strisce
Wine Spectator, opinion leader di riferimento per il mercato nordamericano dei vini, ha assegnato al Vallée d'Aoste Torrette Superieur 2014 della valdostana Maison Anselmet un punteggio elevatissimo (91 su 100), un riconoscimento quasi inaspettato per la Maison anche in considerazione del fatto che questo è un vino base. La degustazione effettuata da Wine Spectator ha una procedur (continua)

L'Auberge de La Maison a fianco degli sportivi

L'Auberge de La Maison a fianco degli sportivi
Punto di riferimento dell'hotellerie valdostana, l'Auberge de La Maison, si contraddistingue per i suoi servizi d'eccellenza e per la sua capacità di fornire particolare attenzione anche agli amanti della bicicletta. La montagna è trekking, arrampicata ma anche “bici”. All'Auberge de La Maison gli amanti delle due ruote trovano tutto il supporto per godere appieno di una vacanza all'insegna del (continua)