Home > Lavoro e Formazione > Utilizzare i sistemi di gestione nell’ottica dei rischi

Utilizzare i sistemi di gestione nell’ottica dei rischi

scritto da: AIFUS | segnala un abuso


Utilizzare i sistemi di gestione nell’ottica dei rischi

 

Nel mese di maggio 2016 a Brescia si terranno due corsi di aggiornamento per conoscere le nuove edizioni delle norme ISO 9001 e ISO 14001 e migliorare la gestione del rischio nelle aziende.

 

Le nuove edizioni delle norme UNI EN ISO 9001 (Sistemi di gestione per la qualità) e UNI EN ISO 14001 (Sistemi di gestione ambientale)  rappresentano una vera e propria rivoluzione rispetto all’impostazioni che queste norme hanno avuto fino a oggi. Una rivoluzione particolarmente importante per coloro che si occupano di salute e sicurezza sul lavoro, anche in riferimento alla prossima uscita della nuova norma ISO 45001 che andrà a sostituire lo standard BS OHSAS 18001 (Sistemi di Gestione per salute e sicurezza sul lavoro).

 

Infatti se uno dei principi comuni delle nuove impostazioni dei sistemi di gestione è rappresentato dal concetto di risk management, è ora proprio la valutazione dei rischi ad assumere un ruolo chiave nel passaggio ai nuovi sistemi di gestione.

 

In questa fase di importanti novità in materia di sistemi di gestione è dunque necessario per le aziende conoscere, analizzare e applicare gli aspetti innovativi delle norme ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015.

 

Proprio con questi obiettivi l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) ha organizzato a Brescia il 26 e 27 maggio 2016 due corsi di aggiornamento,  dal titolo “I sistemi di gestione nell’ottica dei rischi”, rivolti a formatori,  consulenti aziendali,  RLS,  RSPP/ASPP, responsabili  di sistemi  di gestione, auditor e a tutti coloro che vogliono accrescere le proprie competenze sui sistemi di gestione.

 

Dunque il 26 e 27 maggio 2016 si terranno a Brescia due incontri di aggiornamento dal titolo “I sistemi di gestione nell’ottica dei rischi”.

 

I corsi si pongono l’obiettivo di illustrare la struttura dei nuovi standard ISO, contribuendo all’acquisizione delle competenze necessarie per l’efficace applicazione dei requisiti per i sistemi di gestione per la qualità e dei sistemi di gestione ambientale. E intendono anche fornire indicazioni sulle novità introdotte nell’attività di auditor ambientale.

 

Un altro obiettivo dei corsi è quello di analizzare le principali differenze e similitudini tra le norme ISO e le prescrizioni normative italiane e ampliare la conoscenza del nuovo approccio di risk management.

 

Il corso di aggiornamento, della durata totale di 16 ore, si sviluppa attraverso due diversi moduli di 8 ore a cui è possibile iscriversi anche singolarmente.

 

L’incontro del 26 maggio 2016 (modulo A1), dal titolo “La ISO 9001:2015 ed i riflessi sugli audit dei sistemi di gestione per la qualità”, si soffermerà su questi temi:

- la struttura di alto livello (HLS) declinata per la gestione per la qualità;

- gap analysis tra precedenti sistemi di gestione per la qualità e ISO 9001:2015;

- tecniche di analisi organizzativa e di contesto: esempi concreti nell’ottica della gestione per la qualità;

- concetti e fondamenti della gestione dei rischi con esempi di minacce ed opportunità in chiave qualità;

- la catena di fornitura, le attività in outsourcing e la gestione dei relativi rischi;

- la gestione per la qualità in relazione alla business continuity;

- metodologie di valutazione delle prestazioni e dell’efficacia dei processi e dell’intero sistema di gestione, con esempi ricavati da tecniche consolidate.

 

L’incontro del 27 maggio 2016 (modulo A2), dal titolo “La ISO 14001:2015 ed i riflessi sugli audit dei sistemi di gestione ambientale”, affronterà invece i seguenti argomenti:

- la struttura di alto livello (HLS) declinata per la gestione ambientale;

- gap analysis tra precedenti sistemi di gestione ambientale e ISO 14001:2015;

- tecniche di analisi organizzativa e di contesto: esempi concreti nell’ottica della gestione ambientale;

- concetti e fondamenti della gestione dei rischi con esempi di minacce ed opportunità in chiave ambientale;

- la catena di fornitura, le attività in outsourcing e la gestione dei relativi rischi;

- la prospettiva del ciclo di vita;

- metodologie di valutazione delle prestazioni e dell’efficacia dei processi e dell’intero sistema di gestione, con esempi ricavati da usi consolidati di indicatori ambientali.

 

I corsi - a numero chiuso - si svolgeranno nelle sede di AiFOS di Brescia - via Branze 45, c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia – dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

 

Ognuno dei due moduli è valido come aggiornamento relativo a 8 ore per RSPP e ASPP di tutti i macrosettori ATECO oppure 8 ore per Formatori qualificati prima area tematica (normativa).

 

Ricordiamo che il programma, i contenuti didattici, le competenze dei docenti e la prova d’esame sono stati definiti in modo da soddisfare le prescrizioni dell’Allegato B del Regolamento RG-02 AICQ SICEV e valere per l’aggiornamento della certificazione come auditor/lead auditor.

 

Per avere informazioni e iscriversi ai corsi è possibile utilizzare questo link: http://aifos.org/home/formazione/corsi_qualificati/corsi_aggiornamento/corsi_aggiornamento/i_sistemi_di_gestione_nell_ottica_dei_rischi

 

 

Per informazioni:

Sede nazionale  AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it   - info@aifos.it  - formarsi@aifos.it

 

 

12 maggio 2016

 

Ufficio Stampa di AiFOS

ufficiostampa@aifos.it

http://www.aifos.it/

ISO | corsi | sicurezza | aifos |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

I sistemi di gestione nell’ottica dei rischi


Sicurezza sul lavoro: realizzare il documento di valutazione dei rischi


Gestione delle batterie al litio: rischi, prevenzione e sicurezza


Sistemi di controllo industriali: nuovo tallone d’Achille dell’industria?


Il programma di formazione per la professione da auditor


COS’È L’ ANALISI DEI RISCHI?


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Un nuovo corso per i responsabili dei manufatti contenenti amianto

Un nuovo corso per i responsabili dei manufatti contenenti amianto

 

Un corso in presenza a Brescia l’8, 9 e 10 marzo 2022 per formare i responsabili del rischio amianto (RRA). Il percorso formativo migliora le conoscenze per la localizzazione, caratterizzazione e valutazione dei manufatti contenenti amianto.

  Comunicato Stampa Un nuovo corso per i responsabili dei manufatti contenenti amianto     Un corso in presenza a Brescia l’8, 9 e 10 marzo 2022 per formare i responsabili del rischio amianto (RRA). Il percorso formativo migliora le conoscenze per la localizzazione, caratterizzazione e valutazione dei manufatti contenenti amianto.     In Italia continua ad es (continua)

Sicurezza sul lavoro: come cambia il decreto 81 e le prospettive future

Sicurezza sul lavoro: come cambia il decreto 81 e le prospettive future

 

Il 24 gennaio 2022 un webinar gratuito per conoscere e analizzare le recenti modifiche del D.Lgs. 81/2008 e le prospettive future delle figure della sicurezza.

  Sicurezza sul lavoro: come cambia il decreto 81 e le prospettive future   Il 24 gennaio 2022 si terrà un webinar gratuito per conoscere e analizzare le recenti modifiche del D.Lgs. 81/2008 e le prospettive future delle figure della sicurezza.   Di fronte ai molti infortuni mortali che sono avvenuti nei luoghi di lavoro in questi mesi, anche in relazione alla ripresa co (continua)

La valutazione del rischio elettrico e la nuova CEI 11/27

La valutazione del rischio elettrico e la nuova CEI 11/27

 

Nel mese di febbraio 2022 un corso in videoconferenza si soffermerà sulla valutazione del rischio elettrico, sulle principali misure di prevenzione e sulle novità introdotte dalla nuova edizione 2021 della norma CEI 11-27.

  Comunicato Stampa La valutazione del rischio elettrico e la nuova CEI 11/27   Nel mese di febbraio 2022 un corso in videoconferenza si soffermerà sulla valutazione del rischio elettrico, sulle principali misure di prevenzione e sulle novità introdotte dalla nuova edizione 2021 della norma CEI 11-27.   Se l’esposizione al rischio elettrico è present (continua)

Rapporto AiFOS: l’uso della videoconferenza per la salute e sicurezza

Rapporto AiFOS: l’uso della videoconferenza per la salute e sicurezza

 

I risultati della ricerca sull’uso della videoconferenza per la formazione alla salute e sicurezza sul lavoro, la presentazione del Rapporto AiFOS 2021 e il webinar gratuito del 19 gennaio 2022.

  Comunicato Stampa Rapporto AiFOS: l’uso della videoconferenza per la salute e sicurezza   I risultati della ricerca sull’uso della videoconferenza per la formazione alla salute e sicurezza sul lavoro, la presentazione del Rapporto AiFOS 2021 e il webinar gratuito del 19 gennaio 2022.   Per essere un efficace misura di prevenzione di infortuni e malattie professio (continua)

Disturbi muscoloscheletrici e lavoro: i manifesti premiati

Disturbi muscoloscheletrici e lavoro: i manifesti premiati

 

Premiati dalla Fondazione AiFOS i migliori manifesti prodotti dagli studenti dell’Accademia SantaGiulia di Brescia sul tema della prevenzione dei disturbi muscoloscheletrici in relazione alla campagna europea “Alleggeriamo il carico!”.

  Comunicato Stampa   Disturbi muscoloscheletrici e lavoro: i manifesti premiati   Premiati dalla Fondazione AiFOS i migliori manifesti prodotti dagli studenti dell’Accademia SantaGiulia di Brescia sul tema della prevenzione dei disturbi muscoloscheletrici in relazione alla campagna europea “Alleggeriamo il carico!”.   Secondo i dati diffusi in questi a (continua)