Home > Eventi e Fiere > Ferrara Sharing Festival: appuntamento venerdì 20 maggio alle 19.15 con il workshop “Che mercato saremo” con doppio schermo e connessioni IoT e Human Bio Feed Back

Ferrara Sharing Festival: appuntamento venerdì 20 maggio alle 19.15 con il workshop “Che mercato saremo” con doppio schermo e connessioni IoT e Human Bio Feed Back

articolo pubblicato da: Redoffice3 | segnala un abuso

Ferrara Sharing Festival: appuntamento venerdì 20 maggio alle 19.15 con il workshop “Che mercato saremo” con doppio schermo e connessioni IoT e Human Bio Feed Back

Sotto il cappello di “Che mercato saremo. Linking people, money, emotions, places and things” si parlerà di Sharing Economy ed economie collaborative, di aziende connesse con il ‘sociale’ e di Internet of Things. Un workshop esperienziale supportato dalle tecnologie “Internet of Things” e dai sensori “Human Bio Feed Back” e da proiezioni su un doppio schermo simultaneo per affrontare le due realtà che caratterizzano ogni antefatto innovativo: il piano logico ed il lato intuitivo-emozionale

Sharing Economy: un lungo processo si concretizza

A Ferrara il primo Festival della Sharing Economy: esperti, ricercatori, imprenditori e giornalisti a confronto sulle nuove economie e sui processi collaborativi. Un lungo processo si concretizza e prende corpo dalle voci dei protagonisti.

“Che mercato saremo”, venerdì 20 maggio ore 19.15: i relatori

Un evento - laboratorio promosso da Ferrara Fiere: dalla viva voce dei relatori, qualche ulteriore particolare. “Connettere persone, denaro, luoghi, emozioni e cose non è più un progetto utopistico ma la realtà” afferma Fabrizio Bellavista, Partner Emotional Marketing Institute, che continua: “siamo giunti finalmente ad un passo determinante nel cambiamento iniziato nel 1993 con l'avvento di Internet. La sfida vera è quella di creare connessioni di qualità con al centro l’uomo e le sue emozioni in un processo in cui le aziende diventano partecipi ed attori proattivi delle nuove cittadinanze”. Alessandro Donadio, founder #socialorg, afferma invece che “le organizzazioni sono sistemi umani fatti di ‘mani’, ‘teste’ e ‘cuori’. L’azione di scambio, essendo intrinseca nella natura dell’umano, dovrebbe trovare la sua base naturale in quei tre elementi organizzativi. Ma non è così: le organizzazioni sono bloccate e inerti e le persone insieme a loro. Serve perciò una ridefinizione di questo sistema, per consentirgli di liberare energie e risorse oggi necessarie. La social organization é quindi uno step verso questa liberazione che dobbiamo imparare a praticare e lo scambio ne è la sua essenza”.  Paolo Mamo, Amministratore delegato Altavia (DistrEAT), sottolinea invece: “nella nostra avventura imprenditoriale ci accompagna la certezza, anche lessicale, che non possa esistere uno sviluppo che non sia pienamente sostenibile. Questo per noi significa innovare quotidianamente gli strumenti volti a migliorare la qualità della vita dei nostri collaboratori e la relazione con il territorio che abitiamo”. Conclude questo breve giro di pareri Nicola Zanardi, Amministratore delegato di Ferrara Fiere, moderatore del laboratorio esperienziale: “l'incontro disseminato nei luoghi centrali di questa Ferrara antica e colta ha una forma di ‘laboratorio a cielo aperto’ ed un ‘sapore di futuro’, proprio quel  futuro che ha tanta incertezza nel suo essere ma questa è anche una sua ricchezza incommensurabile: non cerchiamo di razionalizzarla troppo!”.

La dinamica del workshop: non si può trasmettere il ‘nuovo’ con una comunicazione obsoleta e non coerente

Durante il workshop esperienziale ci saranno prove in diretta della tecnologia “Internet of Human Things” in collaborazione con Lab#ID dell'Università Carlo Cattaneo e di sensori “Human Bio Feed Back”. Gli speech saranno presentati su un doppio schermo simultaneo per affrontare le due realtà che caratterizzano ogni antefatto innovativo: sul primo schermo ci sarà una presentazione che scorre su un piano logico, sull’altro schermo, contemporaneamente, scorrerà invece il lato intuitivo-emozionale. Ogni speech ha una sessione di condivisione in real time. Durante il workshop verrà distribuito un auto-test per individuare “Qual è la sharitudine della tua azienda”.

Incontrarsi, condividere, contaminarsi: un ‘Cocktail Valley’ per brindare alle nuove economie

Uno dei focus dell'incontro è quello di fare networking, di contaminare e contaminarsi: start up, un incubatore e molti personaggi dell'innovazione si daranno appuntamento per l’occasione; a questo proposito, l'aperitivo finale è stato chiamato ‘Cocktail Valley’, per un brindisi collettivo alle nuove economie.

“Che mercato saremo”, venerdì 20 maggio 2016; Sala della Musica, via Boccaleone 19 Ferrara. Dalle ore 19.15 fino alle 20.45; seguirà un “Cocktail Valley” alla presenza di incubatori, innovatori e start up.

http://www.sharingfestival.it/la-struttura-del-festival/workshop

ferrara sharing festival | che mercato saremo ferrara sharing festival | sharing economy | internet of things | social organization | social networking | fabrizio bellavista ferrara sharing festival | alessandro donadio ferrara sharing festival | paolo mamo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CHIESA DI SCIENTOLOGY - CELEBRAZIONI DEL SETTANTESIMO ANNIVERSARIO DELLA DICHIARAZIONE UNIVERSALE


19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


Acquistare Yogi Tea scontato


Enrico Fresolone i consiglio acquistare un buon telefono


Danilo mattei attore, regista, produttore, film,


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

“Robots & Rinascimento”, l’intelligenza artificiale si connette con il patrimonio creativo italiano e la visione 4.0

“Robots & Rinascimento”, l’intelligenza artificiale si connette con il patrimonio creativo italiano e la visione 4.0
Il meeting svoltosi il 30 gennaio 2018 ha visto protagonista il robot NAO della Scuola di Robotica che ha interagito con gli ospiti. L’incontro, presentato da “LA LOGICA DEL FLUIRE. CHE MERCATO SAREMO” e “COPERNICO”, ha incluso gli interventi di Fiorella Operto, Fabrizio Bellavista e Stefano Lazzari e un saluto di benvenuto di Federico Lessio mentre Luisa Cozzi ha (continua)

“Water Brands” e “Super Brands”: il 21 ottobre 2017 a Milano due grandi eventi al Festival della Crescita

“Water Brands” e “Super Brands”: il 21 ottobre 2017 a Milano due grandi eventi al Festival della Crescita
Al Palazzo delle Stelline di Milano (il primo alla Cult Library, il secondo alla Visions Hall), sabato 21 ottobre alle ore 17 e alle 18.30 si svolgeranno due eventi, all’interno del Festival della Crescita: il primo tratterà di “Water Brand” e del libro “La logica del fluire. Che mercato saremo”, il secondo di “Super Brands” e del volume "S (continua)

Milano Food City 2017. Gifasp premia la prevenzione dello spreco alimentare

Milano Food City 2017. Gifasp premia la prevenzione dello spreco alimentare
Durante l’evento Milano Food City #famedivero, il 9 maggio 2017 presso lo Spazio BASE, nell’epicentro del ‘fuorisalone’ della Food Week, Francesca Meana, designer e membro del comitato esecutivo di Gifasp, ha consegnato un doppio riconoscimento ai migliori lavori presentati per il progetto-laboratorio “140 caratteri o un'immagine” a due classi della Scuola p (continua)

#famedivero: un evento alla scoperta di cultura, socialità e cibo genuino all’interno di Milano Food City 2017

#famedivero: un evento alla scoperta di cultura, socialità e cibo genuino all’interno di Milano Food City 2017
Il food blog Famelici, in collaborazione con la Social Street  “Abitanti intorno al parco Solari”, organizza martedì 9 maggio alle 18.30 presso Spazio Base a Milano, in via Bergognone 34, Zona Tortona, un evento-percorso alla scoperta  del reale significato del termine “genuino” nell’alimentazione e nelle relazioni La Milano Food City 2017 ( (continua)

Uno chef, appartenente al network della Camera di Commercio Italiana in Giappone, ha portato l’agroalimentare italiano nel paese nipponico

Uno chef, appartenente al network della Camera di Commercio Italiana in Giappone, ha portato l’agroalimentare italiano nel paese nipponico
Intervista a Elio E. Orsara, appartenente al network della Camera di Commercio Italiana in Giappone. Lo chef italiano è proprietario di un ristorante, di un forno e di una società di catering; esporta inoltre in Giappone vino e olio italiani e qui ha avviato una produzione di salami, formaggi e prodotti tipici calabresi, insieme ad un’attività di e-commerce. E’ (continua)