Home > Cultura > Comitato antimafia Livatino Saetta Costa. Lezioni di legalità all’Istituto “Federico Sciacca” di Giarre

Comitato antimafia Livatino Saetta Costa. Lezioni di legalità all’Istituto “Federico Sciacca” di Giarre

scritto da: Simopulvi | segnala un abuso

Comitato antimafia Livatino Saetta Costa. Lezioni di legalità  all’Istituto “Federico Sciacca” di Giarre


All’Istituto comprensivo “Federico Sciacca” di Giarre è tempo di legalità: ospite il Comitato Antimafia Livatino Saetta Costa che anche in questo 2016 continua il suo viaggio nelle scuole della provincia etnea, impartendo lezioni di legalità e sensibilizzando gli studenti alla cultura dell’antimafia. Già nel 2015 oltre 8.000 studenti sono stati coinvolti intorno ad un unico focus: non esiste pace senza giustizia sociale, tema che è stato al centro degli incontri anche di questo nuovo anno scolastico. A partecipare all’evento, introdotto dal dirigente scolastico prof.ssa Maria Novelli, centinaia di studenti attenti e interessati. “Vogliamo ricordare gli ideali di giustizia di questi uomini – spiega Attilio Cavallaro, presidente del Comitato – per non dimenticare, e per costruire su queste basi gli uomini che sarete domani”. Presidente onorario del Comitato e presidente dell’Istituto medico psicopedagogico Lucia Mangano di Sant’Agata Li Battiati – struttura d’eccellenza, accreditata presso il Parlamento Europeo (Registro Trasparenza n. 054846014854-49 con sede in Rue Fernand Neuray n. 68 – 1050 Bruxelles) – il prof. avv. Corrado Labisi, che da anni porta avanti la missione della madre, Antonietta Labisi, fondatrice del Centro e antesignana della lotta alla mafia. Soprattutto nel quartiere di San Cristoforo, durante gli anni Sessanta, ha operato assistendo piccoli e anziani, rappresentando un modello da seguire per numerosi bambini e soggetti svantaggiati che, a vario livello, hanno potuto contare sul suo sostegno incondizionato, generoso, spontaneo, pieno d’affetto e di socialità. Una figura carismatica per la quale il Comitato Antimafia Livatino Saetta ha consegnato all'arcivescovo di Catania la richiesta per avviare un processo di beatificazione. “La mafia più pericolosa – spiega l’avv. Labisi – è quella che siede nei posti di potere. Democrazia è partecipazione, e per partecipare è necessario avere una coscienza. Il primo dovere che abbiamo verso noi stessi – continua – è l’onestà. Non possiamo cambiare di certo le sorti della società con questi incontri, ma possiamo collaborare per avere una società migliore”. Ospite della lezione anche la sign.ra Giovanna Raiti, sorella di Salvatore Raiti, il carabiniere ucciso dalla mafia nella Strage della circonvallazione a Palermo, nel 1982, ad appena diciannove anni, mentre era in servizio durante il trasferimento del boss catanese Alfio Ferlito al carcere di Trapani.

comitato livatino saetta costa | antimafia | corrado labisi | attilio cavallaro | legalità |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Premio Livatino Saetta Costa ad Antonio Vinciguerra Presidente TAR Catania


XXII Memorial Livatino Saetta Costa


Presentato alla Procura di Enna “Padrini e Padroni” il nuovo libro di Nicola Gratteri, Procuratore Capo della Repubblica di Catanzaro


Memorial Livatino Saetta Costa - Premio Speciale in ricordo dei giudici Francesca Laura Morvillo, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e degli uomini delle loro scorte


XXIII Memorial Livatino Saetta Costa


Consegnati al carcere di “Bicocca” i riconoscimenti internazionali Livatino Saetta Costa e Premio speciale Antonietta Labisi


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Nasce a Catania ANGELICAeLEALTRE, un progetto di promozione per la lotta contro ogni tipo di violenza sulle donne

Nasce a Catania ANGELICAeLEALTRE, un progetto di promozione per la lotta contro ogni tipo di violenza sulle donne
Un anello per un riscatto. Sociale, culturale, di genere. Un anello simbolo di solidarietà femminile, amuleto prezioso, metafora di difesa, che racconta Angelica, protagonista dell'Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, bella principessa del Catai che, in continua fuga dai suoi irruenti ammiratori, svanisce per magia di un anello in grado, all'occorrenza, di renderla invisibile. Come Angelic (continua)

Tremestieri Etneo racconta la storia della Shoah agli studenti delle scuole

Tremestieri Etneo racconta la storia della Shoah agli studenti delle scuole
La Shoah raccontata ai ragazzi delle scuole del comune di Tremestieri Etneo. Un’iniziativa promossa dal sindaco Santi Rando, per non dimenticare le ferite della contemporaneità, occasione di confronto per gli studenti su una pagina tragica della storia dell'Italia fascista. Relatori dell'incontro, che si è tenuto nella Chiesa Madonna delle Grazie di Piano Tremestieri, sotto la guida spirituale di (continua)

Sabato 16 dicembre arriva Pictures il primo album del compositore catanese Giuseppe Palmeri

Sabato 16 dicembre arriva Pictures il primo album del compositore catanese Giuseppe Palmeri
Note come immagini affrescate sui tasti bianchi e neri di un pianoforte. Un progetto musicale dal nome evocativo Pictures, nato dagli oltre 15 anni di esperienza nell’ambito della musica per immagini di Giuseppe Palmeri, pianista e compositore catanese, che dalle immagini, sia statiche che in movimento, ha creato le forme musicali che caratterizzano i brani dell’album. Ciascuna delle dodici tra (continua)

Memorial Livatino Saetta Costa - Premio Speciale in ricordo dei giudici Francesca Laura Morvillo, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e degli uomini delle loro scorte

Memorial Livatino Saetta Costa - Premio Speciale in ricordo dei giudici Francesca Laura Morvillo, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e degli uomini delle loro scorte
È il riconoscimento all’impegno sociale, alla difesa della legalità, del rispetto delle regole, della divulgazione di un’informazione libera e corretta, e celebra la memoria di tre magistrati vittime di mafia: Antonino Saetta, Rosario Livatino e Gaetano Costa. Un evento itinerante il Memorial Livatino Saetta Costa, che ha voluto ricordare in questa nuova edizione – approdata qualche giorno fa ne (continua)

IP Security Forum Bari è alle porte, privacy in primo piano

IP Security Forum Bari è alle porte, privacy in primo piano
BARI - Formazione normativa e aggiornamento tecnologico per vincere le sfide della rivoluzione digitale nel settore della sicurezza: tutto questo all’IP Security Forum, a Bari, domani venerdì 26 maggio. Tutti i segmenti della sicurezza, a partire dalla videosorveglianza, sono interessati dalla transizione verso soluzioni su base IP. Conoscere le straordinarie opportunità che il mondo IP riserva a (continua)