Home > Eventi e Fiere > Concorso fotografico Packlick Mem. G. Meana: premiate la sostenibilità e la creatività fotografica

Concorso fotografico Packlick Mem. G. Meana: premiate la sostenibilità e la creatività fotografica

scritto da: Redoffice3 | segnala un abuso

Concorso fotografico Packlick Mem. G. Meana: premiate la sostenibilità e la creatività fotografica


Premiazione del concorso fotografico Packlick il 16 giugno 2016 a Milano; il contest, organizzato da GIFASP, ha voluto ricordare l’Arch. Giuseppe Meana, sottolineare la componente comunicazionale e  la sostenibilità del packaging cartaceo e fare aumentare presso i giovani la percezione positiva intorno al concetto “buon packaging”. Ecco i tre premiati per ognuno dei due temi del concorso  (“Sostenibilità del packaging cartaceo” e racconto fotografico “Il packaging cartaceo, potente mezzo di comunicazione del prodotto”) e le Menzioni Speciali decise dalla Giuria, che ha rappresentato il mondo fotografico di alto livello e quello dell’industria e della sostenibilità legati al packaging cartaceo

 

Si è concluso il 16 giugno con la cerimonia di premiazione nella cornice del Magna Pars Event, location di prestigio nel cuore del design district di Milano, il Concorso fotografico Packlick - Memorial Giuseppe Meana, organizzato da GIFASP (Gruppo Italiano Fabbricanti Astucci e Scatole Pieghevoli), facente parte di Assografici (Associazione aderente a Confindustria) in collaborazione con l’Azienda Pusterla 1880 Spa.

Un’iniziativa che sin dall’inizio si è rivelata fuori dagli schemi consueti dei photo contest che caratterizzano il mondo fotografico, sia per l’aspetto performante e professionale del concept, che ha unito il mondo degli studenti di fotografia a quello dell’industria del packaging cartaceo, sia per la giuria prestigiosa e la rigorosità nell’attuazione.

 

Nato, innanzitutto, per ricordare e far conoscere ad un pubblico più vasto la figura dell’Arch. Giuseppe Meana, imprenditore di rilievo nel settore del packaging cartaceo di lusso, per oltre quaranta anni alla guida dell’azienda di famiglia Pusterla 1880 Spa, presidente Gifasp e dell’Istituto Italiano  Imballaggio per un lungo periodo, il concorso è stato ideato anche come supporto al  progetto specifico di Gifasp “Cultura della protezione e della sostenibilità del packaging cartaceo”, già in atto da più di un anno ed orientato a evitare gli sprechi alimentari e ad enfatizzare la componente comunicazionale e  la sostenibilità del packaging cartaceo.

Uno degli obiettivi – centrato appieno- di questo concorso era anche far aumentare, presso la fascia giovanile, la percezione positiva intorno al concetto del “buon packaging” ed al suo ruolo quale oggetto indispensabile nella vita di tutti i giorni ed oggi sempre più orientato alla sostenibilità e prezioso alleato nel determinare il successo di un prodotto, promuovendo l’utilizzazione di linguaggi artistici per una lettura consapevole dei significati legati al packaging cartaceo.

 

È risultata vincente anche l’incentivazione della cooperazione tra un’associazione di industriali e il mondo accademico degli atenei e delle scuole di formazione post diploma, grazie alla fattiva collaborazione dei docenti, che hanno supportato la promozione e la realizzazione di un progetto creativo e formativo allo stesso tempo.

 

I numeri del concorso

Il photo contest, con iscrizione gratuita, era rivolto agli studenti tra i 19 e i 30 anni, iscritti nel 2014, e/o 2015, e/o 2016 ad un corso di fotografia presso accademie, università, fondazioni universitarie, scuole ed istituti italiani, riconosciuti dal MIUR o accreditati a livello regionale. Ha raccolto 98 iscritti, di cui  l’89% italiani e il restante di nazionalità varia (Finlandia, Francia, Germania, Serbia, Russia, Ucraina, Egitto, Cile, Cina, Messico). L’età media dei partecipanti è risultata 24 anni.

 

Gli studenti di fotografia di Accademie di Belle Arti, Università e Politecnici, di scuole ed Istituti post diploma di tutta Italia si sono cimentati, con il prezioso supporto dei docenti, con due temi di non facile accezione, che dovevano coniugare da un lato la sostenibilità, dall’altro l’elemento comunicativo, al linguaggio fotografico digitale moderno e declinare il tutto in singole immagini o racconti fotografici. Una sfida che è stata vinta sul fronte delle idee e della creatività fotografica, culminata nella messa a punto di veri e propri manufatti artigianali, in grado di esprimere, poi, attraverso le foto, il concetto di packaging cartaceo sostenibile visto con gli occhi dei giovani. Un tema, quello della sostenibilità, scelto dal 68% degli iscritti. Se il cuore del concorso è decisamente green, la prevalenza delle iscrizioni è rosa: le studentesse rappresentano, infatti, il 66% della partecipazione.

 

Circa la provenienza “didattica” degli studenti, abbiamo una netta prevalenza dalle Accademie di Belle Arti statali e private di tutta Italia (Milano, Bergamo, Brescia, Verona, Genova, Parma, Bologna, Firenze, Pesaro/Urbino, Viterbo, Foggia, Napoli, Bari, Sassari). Non mancano studenti del Politecnico (Torino) e delle Università Statali, quali DAMS Udine, IUAV, Parma, Alma Mater Bologna, La Sapienza  e degli Istituti e scuole post diploma, quali CFP Bauer, ISIA Design, Pantheon, Diskos, Quasar Design University e ILAS.

A riprova che l’insegnamento della “fotografia” continua ad essere ben radicato nel programma didattico italiano, essendo presente in oltre 13 percorsi di laurea (intese tra I e II livello).

 

Giuria e Sponsor

La Giuria, che ha rappresentato il mondo fotografico di alto livello e il mondo dell’industria e della sostenibilità legati al packaging cartaceo, ha visto protagonisti Fabio Castelli, ideatore e direttore MIA Photo Fair; Piero Gemelli, architetto e fotografo professionista; Barbara Frigerio, titolare Barbara Frigerio Contemporary Art Gallery; Eliana Farotto, Responsabile Ricerca & Sviluppo Comieco; Emilio Albertini, Presidente GIFASP; Anita Cattania Meana, Azionista Pusterla 1880 e fotoamatrice.

 

Sponsor del concorso: Assografici; A. De Robertis&F.; Abar Litofarma; Box Marche; Cartotecnica Goldprint; Comieco; Ival; Iggesund; Luca Print; Tecnocarta.

 

La serata di premiazione

La premiazione del 16 giugno 2016 è stata introdotta dal Presidente e dal Past President di Gifasp, rispettivamente  Emilio Albertini e Fulvia Lo Duca. Emilio Albertini, Presidente della Cosmografica Albertini, dopo aver spiegato brevemente l’attività dell’Associazione e chi era Giuseppe Meana, ha ringraziato tutti i collaboratori, i giurati e soprattutto gli studenti partecipanti e i docenti, che “hanno raggiunto risultati eccezionali affrontando un argomento coerente con ciò di cui si occupa Gifasp e temi impegnativi legati alla realtà produttiva coniugati con un aspetto sociale, quello della sostenibilità, sempre più decisivo nel quotidiano” e ha concluso evidenziando che “i due temi sono stati perfettamente centrati dalle fotografie iscritte e siamo soddisfatti dei risultati ottenuti”. Fulvia Lo Duca, Presidente del Gruppo Cartotecnico Abar Litofarma, ha esordito commossa sottolineando la grande emozione che ha provato nel vedere realizzato questo concorso: “abbiamo lungamente pensato, prima di organizzarlo, a come ricordare l’Architetto Giuseppe Meana, una persona illuminata che tanto ha dato alla nostra Associazione come presidente. Ha infatti portato Gifasp e il suo know how fuori dai confini nazionali. Molto attento alla formazione e vicino al mondo giovanile, ha anche collaborato con alcune facoltà di design. Era, oltre che un imprenditore, un fotografo amatoriale ed è per questo che abbiamo deciso di intitolargli questo concorso che è stato focalizzato sulle sue due passioni, il packaging cartaceo e la fotografia. Questa iniziativa gli sarebbe senz’altro piaciuta”.

 

 

I premiati

 

1° TEMA: “Sostenibilità del packaging cartaceo”

 

1° classificato

Alessandro Allegrini

Titolo foto: “Paesaggio di scarto#2”

Ateneo/Scuola/Istituto: Accademia Belle Arti di Brera

Docente: Prof.ssa Paola Di Bello

 

2° classificato

“Gruppo Triscari – Gustavsson – Tiainen”, composto da Giuseppe Triscari, Kasper Gustavsson e Reetta Tiainen

Titolo foto: “The Doll”

Ateneo/Scuola/Istituto: Accademia Belle Arti di Brera

Docente: Prof.ssa Paola Di Bello

 

3° classificato

Anna Veneziale

Titolo foto: “Protect me”

Ateneo/Scuola/Istituto: Accademia Belle Arti di Bologna 

Docente: Prof. Luciano Leonotti

 

Menzione speciale

Tecla Bianco

Titolo foto: “C’è una patina sottile che divide noi e il mondo”

Ateneo/Scuola/Istituto: Accademia Belle Arti di Napoli

Docente: Prof. Fabio Donato

 

Menzione speciale

Gruppo Zucca-Figus composto da Virginia Zucca e Marco Figus

Titolo foto: “Packaging per la sostenibilità”

Ateneo/Scuola/Istituto: Accademia Belle Arti 'Mario Sironi' di Sassari

Docente: Prof. Antonio Ruggieri

 

 

2° TEMA: Racconto fotografico “Il packaging cartaceo, potente mezzo di comunicazione del prodotto”

 

1° classificato

Ekaterina Zorzi

Titolo Sequenza: “Packaging is the best frame”

Ateneo/Scuola/Istituto: Accademia Belle Arti di Urbino

Docente: Prof. Massimo Tosello

 

2° classificato

Chiara Pisani

Titolo Sequenza: “Cosmospack”

Ateneo/Scuola/Istituto: ILAS - Istituto Superiore di Comunicazione di Napoli

Docente: Prof. Ugo Pons Salabelle

 

3° classificato

Elettra Renzi

Titolo Sequenza: “Supermercato Ohanel”

Ateneo/Scuola/Istituto: ISIA Roma Design

Docente: Prof. Enzo Agnello

 

Menzione speciale

“Gruppo Pantarei” composto da Cecilia Herrera Yáñez e Itzel Barreto Bautista

Titolo Sequenza: “Cocoon”

Ateneo/Scuola/Istituto: Politecnico di Torino

Docente: Prof. David Vicario

 

Menzione speciale

“Gruppo Cinema ABAV”, composto da Riccardo Passini, Gian Marco Proietti, Alessandro Antonelli

Titolo Sequenza: “Mendels”

Ateneo/Scuola/Istituto:Accademia Belle Arti Lorenzo da Viterbo, Viterbo

Docenti: Prof.ssa Emanuela Moroni e Prof. Fabrizio Pinzaglia

 

Menzione speciale

Lia Ronchi

Titolo Sequenza: “Volume urbano”

Ateneo/Scuola/Istituto: Accademia Belle Arti di Brera

Docente: Prof.ssa Paola Di Bello

 

La mostra

Le foto vincitrici saranno esposte dal 21 al 28 giugno 2016 (giorno di riposo: lunedì 27) presso la galleria Barbara Frigerio Contemporary Art in via dell’Orso 12, nel quartiere di Brera a Milano.

 

Download

A questo link sono scaricabili i comunicati, le fotografie e i loghi in formato digitale:

http://packlick.it/press-room

 

Per info:

press@packlick.it  

 

www.packlick.it  

www.gifasp.com


Fonte notizia: http://packlick.it/press-room/


concorso fotografico packlick | concorso fotografia packlick | premiazione concorso fotografico packlick | premiazione concorso fotografia packlick | vincitori concorso fotografia packlick | concorso fotografico gifasp | concorso fotografia gifasp |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

GIFASP, con il concorso fotografico Packlick, dà continuità alla campagna “La cultura della protezione e della sostenibilità”: iscrizioni aperte da gennaio ad aprile 2016


Proroga scadenza concorso fotografico Packlick: c’è tempo fino all’8 maggio 2016!


Un mese straordinario per la Milano creativa: ieri 2 maggio 2016 ha chiuso MIA Photo Fair, l’8 maggio termina il concorso fotografico Packlick


Concorso fotografico Packlick: “buon packaging” cartaceo e sostenibile, fotografia di qualità e talento giovanile, elementi caratterizzanti del contest. In pieno svolgimento le iscrizioni


Con Smart MEM di Acotel Net il monitoraggio dei consumi energetici non è mai stato così semplice


Studio fotografico Trevisan


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Reagire alla crisi: una soluzione arriva dall’alta gioielleria d’arte

Reagire alla crisi: una soluzione arriva dall’alta gioielleria d’arte
Il "Grande Patto” proposto da #GabriellaRivalta è un vero e proprio nuovo paradigma che vede la cultura e la prassi della condivisione diventare driver di cambiamento nella pratica di tutti i giorni La Maison piemontese di gioielli d’arte, con a capo Gabriella Rivalta e il figlio Roberto, ha deciso di recuperare i rapporti che in questi momenti di crisi sanitaria e sistemica stanno subendo danni irreparabili nel tessuto sociale e relazionale dell’Italia. Ecco la proposta di #GabriellaRivalta: “si tratta di un rivoluzionario rapporto di collaborazione, un nuovo patto fiduciario fra produz (continua)

Diretta con “Da Gutenberg a Zuckerberg, che emozione!”, martedì 26 maggio 2020 dalle ore 14.30 alle 16

Diretta con “Da Gutenberg a Zuckerberg, che emozione!”, martedì 26 maggio 2020 dalle ore 14.30 alle 16
Le frontiere dell'editoria del terzo millennio ed i segreti per una strategia di content curation e storytelling efficace, fra tecnologia ed umanità Come riconoscere le nuove forme di editoria digitale che possono diventare modelli di business validi e replicabili? Come rendere la propria comunicazione multi-canale coerente ed efficace? Risponderà a queste ed altre domande un evento AISM - Associazione Italiana Sviluppo Marketing a cura di Emotional Marketing Lab e MIURA: dalla prima Bibbia sino a «Facebook Augmented Reality» passando per (continua)

La desiderabilità del segno a Milano: brand design, calligrafia e agopuntura urbana

La desiderabilità del segno a Milano: brand design, calligrafia e agopuntura urbana
“La desiderabilità del segno” è un concept a tre voci con Paolo Rossetti, Simonetta Ferrante e Matteo Pettinaroli, in cui è possibile immergersi in una ramificazione di segni, una texture di relazioni, una trama di gesti Designing Happiness a 100 anni da Bauhaus L’incontro “La desiderabilità del segno”, avvenuto nel centesimo annive (continua)

La desiderabilità del segno

La desiderabilità del segno
La desiderabilità del segno Un incontro tra arte, design e trasformazione urbana, a cento anni dall’esperienza Bauhaus con al centro la desiderabilità, motore che fa girare l'esistenza “La desiderabilità del segno”. Un incontro a tre voci, Paolo Rossetti, Matteo Pettinaroli, Simonetta Ferrante in cui è possibile immergersi in una ramificazione di segni, una texture di relazioni, una trama di ge (continua)

“Robots & Rinascimento”, l’intelligenza artificiale si connette con il patrimonio creativo italiano e la visione 4.0

“Robots & Rinascimento”, l’intelligenza artificiale si connette con il patrimonio creativo italiano e la visione 4.0
Il meeting svoltosi il 30 gennaio 2018 ha visto protagonista il robot NAO della Scuola di Robotica che ha interagito con gli ospiti. L’incontro, presentato da “LA LOGICA DEL FLUIRE. CHE MERCATO SAREMO” e “COPERNICO”, ha incluso gli interventi di Fiorella Operto, Fabrizio Bellavista e Stefano Lazzari e un saluto di benvenuto di Federico Lessio mentre Luisa Cozzi ha (continua)