Home > Ambiente e salute > Pratichi sport? Prova l’arnica, prima e dopo l’allenamento!

Pratichi sport? Prova l’arnica, prima e dopo l’allenamento!

scritto da: Newebsolutions | segnala un abuso

Pratichi sport? Prova l’arnica, prima e dopo l’allenamento!


 

L’arnica (Arnica montana L.) è una pianta medicinale dalla notevoli proprietà antinfiammatorie e antalgiche. Sembra plausibile che i botanici e i medici dell’antica Grecia fossero già al corrente dei suoi benefici curativi e la utilizzassero regolarmente nell’ambito dei traumi fisici. Per questa ragione, l’arnica ha trovato col passare del tempo largo impiego nella fitoterapia tradizionale e nell’industria farmaceutica omeopatica, e si trova oggi in commercio sottoforma di granuli, pomate, tinture e oli.

In particolare, l’arnica risulta indicata per tutti coloro che fanno sport, in quanto rimedio naturale da tenere sempre a portata di mano. Ecco le sue principali proprietà:

  • antinfiammatoria

  • antibatterica

  • lenitiva

  • rigenerante

  • rinfrescante

  • tonica

Riprendere l’attività fisica dopo un periodo di riposo può causare inizialmente indolenzimenti o, nel caso peggiore, stiramenti e strappi muscolari. L’assunzione di arnica aiuta a migliorare l’efficienza fisica e protegge da eventuali traumatismi o sovraccarichi muscolari che possono verificarsi durante l’allenamento. Anche chi fa sport regolarmente può trarre giovamento dalle sue proprietà in quanto è un ottimo defaticante, da utilizzare sia prima che dopo lo sforzo, per evitare il rischio di infiammazioni. Per chi pratica la corsa, l’arnica montana diventa poi un rimedio indispensabile in quanto il nostro organismo non è strutturato per sostenere uno sforzo muscolare prolungato e quindi necessita di un tonico rigenerante per prevenire la formazione di acido lattico e rigenerare i tessuti più velocemente.

L’utilizzo dell’arnica è consigliato anche in ambito agonistico, in quanto rimedio naturale. Quale atleta non vorrebbe guarire velocemente e nel modo più completo possibile da un infortunio? I preparati a base di arnica possono accelerare la guarigione per tutti i tipi di lesioni lievi e sono particolarmente utili proprio per quei fastidiosi infortuni sportivi come gomito del tennista, cadute, tendiniti. Ovviamente questa pianta non è un sostituto delle specifiche cure mediche che possono rendersi necessarie dopo un trauma, ma può aiutare il recupero, riducendo ecchimosi, gonfiore e dolore minore.

Tra i medicinali omeopatici da portare sempre con sé, vi sono le pratiche compresse di Arnica Compositum Heel, un preparato non incluso nella lista dei medicinali banditi dalla Wada (World Anti-Doping Agency), privo di effetti tossici gravi e che non induce fenomeni emorragici gastrointestinali. Esso è quindi ben tollerato e adatto a pazienti di tutte le età. Tra le sue principali caratteristiche, può vantare un’efficace azione antiedemigena, modulante dell'infiammazione, antisuppurativa, analgesica e rigenerante. Nell’ambito sportivo è indicato in caso di contusioni, ematomi, ecchimosi, distorsioni, strappi muscolari, infiammazioni non-traumatiche dei tessuti di derivazione mesenchimale, stiramenti di tendini e legamenti.

salute | arnica | omeopatia | sport | infiammazione | contusioni | distorsioni | tendinite |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Peter Van Der Zon, ultratrail: Le gare che vado a podio mi danno davvero fiducia


Easyfarma presenta la linea completa a base di Arnica Montana contro dolori muscolari, reumatici,ossei, contusioni e parti del corpo doloranti


Rollo Aloisio: la gara della mia vita il derby tra Manfredonia e Foggia


Marcia Muzzi, corsa: Il mio sogno è fare la maratona di Roma 2020!


I benefici del Functional Training o Allenamento Funzionale


Dario Santoro, Campione Italiano Maratona: purtroppo lo sport non mi dà da vivere


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Prodotti omeopatici per la tosse: perché scegliere Stodal sciroppo

Prodotti omeopatici per la tosse: perché scegliere Stodal sciroppo
L’autunno è ormai alle porte e porterà con sé i primi mali di stagione, tra cui la fastidiosa tosse. È bene perciò pensare fin da subito a quali sono i rimedi più adatti da tenere con noi, in caso di bisogno. Sicuramente, per non appesantire fin da subito il nostro organismo con i farmaci tradizionali, la soluzione ideale potrebbe essere quella di af (continua)

Tuttotrovet, un nuovo store dedicato a cani e gatti con patologie

Tuttotrovet, un nuovo store dedicato a cani e gatti con patologie
  L'alimentazione è basilare per il benessere e lo sviluppo di qualsiasi essere vivente. Alleata indiscussa della medicina preventiva in grado di curare e salvaguardare l'organismo. E quella dei nostri piccoli amici? La salute del nostro amico a quattro zampe è affidata a noi, per questo è importante sapere che una corretta alimentazione oltre ad allungare l'aspettativa (continua)

Tinteggiare casa: come e dove usare il blu e l'azzurro

Tinteggiare casa: come e dove usare il blu e l'azzurro
E’ il colore più utilizzato negli uffici e in generale negli ambienti di lavoro per la sua capacità di favorire la concentrazione e l’armonia. Il colore blu ha un effetto rilassante ed è in grado di normalizzare la frequenza del battito cardiaco e la pressione inducendo così il corpo a rilassarsi e ad allontanare ansie e tensioni. Per questo effetto e (continua)

I consigli per chi decide di diventare vegetariano o vegano

I consigli per chi decide di diventare vegetariano o vegano
Secondo i dati raccolti e elaborati da Eurispes nel 2014 le persone che decidono di adottare un'alimentazione vegetariana o vegana sono sempre di più: 4,2 milioni ovvero il 7,1% della popolazione italiana. Una scelta di vita non semplice da intraprendere, alla quale bisogna prepararsi e documentarsi soprattutto per evitare di sottovalutare lo scompenso che il nostro organismo pu&ogra (continua)

Le app per il diabete, e tu quale usi?

Il diabete è una delle malattie che più incide nella vita delle famiglie italiane, non solo dal punto di vista economico ma anche a livello d'impegno. Alcune stime hanno rilevato che circa un milione e mezzo di individui ne è affetto senza saperlo, questo a causa di controlli e prevenzioni non adeguate.  La patologia inoltre ogni anno è in crescita e questo (continua)