Home > Economia e Finanza > UBS incita i trader: le borse europee si rialzeranno

UBS incita i trader: le borse europee si rialzeranno

scritto da: Elleny | segnala un abuso


Le Borse Europee potrebbero cavalcare per un po'. E' questo il giudizio di UBS, secondo il quale l'azionario globale farà meglio dell'obbligazionario, specie in Europa. Già questa settimana è cominciata con il piede giusto per gli investitori, con i mercati azionari che hanno visto una bella ondata di acquisti. Cosa che comunque si sta verificando anche sui listini americani.

E' chiaro che l'attenzione degli investitori è tutta protesa al doppio meeting di Bank of Japan e Federal Reserve. Il prossimo futuro delle piazze finanziarie dipenderà molto dalle indicazioni che arriveranno da queste due Banche Centrali.

Un atteggiamento accomodante, che poi è quello che si aspettano gli analisti, potrebbe favorire un ripartenza delle Borse. Se invece BoJ e Fed mostreranno un'inclinazione più restrittiva sul fronte della politica monetaria, allora sulle piazze di Borse potremmo assistere a nuove ondate di vendite. Ad ogni modo, i trader sono già in posizione, pronti a ricevere i segnali opzioni binarie gratis che gli giungeranno dalle loro piattaforme di trading.

Le valutazioni di UBS

Come dicevamo in precedenza, gli analisti di UBS guardano con favore all'azionario a livello globale. Segnalano infatti che l'attuale crescita degli utili societari potrebbe ancora avere margini di incremento, e i dividendi dovrebbero confermarsi su buoni livelli.

Al momento gli investitori vivono un periodo di disorientamento, e i mercati sono caratterizzati da alta volatilità. Tuttavia le valutazioni interessanti che ci sono in Europa e l'aumento della liquidità, potrebbero spingere l'azionario del Vecchio Continente, le cui quotazioni dovrebbero muoversi verso l'alto se l'economia globale confermerà la sua resilienza.

A conferma delle prospettive incoraggianti per le piazze Europee c'è anche un sondaggio di Bank of America-Merrill Lynch. Secondo questa analisi emerge che in generale il sentiment degli investitori resta cauto, con un livello di liquidità salito dal 5,4% al 5,5%. Quasi il 30% dei gestori interpellati da Bank of America-Merrill Lynch si aspetta un rafforzamento dell'economia europea nei prossimi 12 mesi, ed è salita dal 12% al 13% la percentuale di coloro che ritengono sottovalutate le azioni nel Vecchio Continente.

ubs | trading online | fed | BoJ |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Borsa, accessorio immancabile anche per l'uomo


Borse Da Lavoro , Come Trovare Quelle Migliori


Perché Devi Fare il Primo Trading Attraverso un Conto Demo


Meta Trader 4: una delle piattaforme di trading più popolari


Guida per imparare a investire con Bitcoin


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Mercato dell'auto, l'Europa ha vissuto un altro anno flop

Se consideriamo i diversi principali Paesi dell'Unione Europea, l'unica che può sorridere è l'Italia, dov'è stato registrato un aumento del 5,5% In Europa il mercato dell'auto continua a vivere una situazione problematica. La crisi pandemica e la carenza di semiconduttori che blocca i processi produttivi, hanno innescato una nuova frenata nell'Europa occidentale.I numeri negativi del mercato dell'autoIl mercato che raggruppa i paesi della UE, il Regno Unito e l'Efta hanno infatti chiuso l'anno 2021 con un bilancio nuovamente negativo. In b (continua)

Miliardi che vanno in fumo nelle Borsa, penalizzate dalle minute della FED

La diffusione dei verbali dell'ultimo meeting di politica monetaria della FED hanno affossato le Borse. La banca centrale americana si è rivelata più falco del previsto, preannunciando non solo delle strette monetarie ma anche la riduzione del bilancio da 8.800 miliardi di dollari. Dopo il netto calo di Wall Street avvenuto ieri e quello delle piazze asiatiche arrivato nelle prime ore di questa g (continua)

Investimenti, i mercati azionari viaggiano in moderata salita

Giornata di acquisti sui mercati azionari del Vecchio Continente. Anche se comunque si è trattato di sessioni blande, perché il clima vacanziero ha prodotto volumi bassi di investimenti e neppure dal calendario economico arrivavano grandi spunti. Pesa anche la chiusura di Londra, oggi e domani. Nel mondo sono rimaste chiuse anche la Borsa di Hong Kong e quella australiana. A dare una piccola spin (continua)

Fallimento, per Evergrande la srtada sembra ormai tracciata

Evergrande, l’agenzia di rating Fitch ufficializza il default. Pechino lavora per scongiurare un effetto dominoLa crisi del colosso cinese Evergrande è sempre più profonda. Quasi definitiva. Siamo infatti sull'orlo del fallimento, come ha sancito l'agenzia di rating Fitch declassando ulteriormente la società immobiliare del Dragone (e delle sue sussidiarie Hengda Real Estate e Tianji Holding).Ever (continua)

Svalutazione, la Lira precipita ancora e la CBRT deve intervenire

La banca centrale della Turchia è stata costretta ancora una volta a intervenire con urgenza, per tamponare la svalutazione della moneta nazionale. Alla quale, sia chiaro, ha contribuito in modo diretto e notevole.Come procede la svalutazione della LiraI fatti. Tra martedì e mercoledì la Lira ha proseguito lungo il percorso ormai durevole di svalutazione, toccando e poi aggiornando il nuovo minimo (continua)