Home > Economia e Finanza > Finanza, adesso gli occhi degli investitori vanno alle presidenziali USA

Finanza, adesso gli occhi degli investitori vanno alle presidenziali USA

scritto da: Elleny | segnala un abuso


Dopo aver assorbito le decisioni di Bank of Japan e Fed, che sostanzialmente hanno lasciato il quadro monetario com'era prima, adesso gli investitori guardano alle elezioni presidenziali USA. Finora infatti i mercati continuano a muoversi lungo la stessa direzione degli ultimi tempi, con l'S&P 500 che la pittaforma markets.com dimostra essere vicino ai massimi storici, e quindi facilmente soggetto a prossimi cambiamenti (esamina qui la recensione, opinioni e bonus su markets.com.

La corsa alla Casa Bianca e la finanza

Il mercato adesso guarda soprattutto all'appuntamento con la Casa Bianca. A seconda di chi tra Hillary Clinton o Donald Trump si accomoderà sulla poltrona più prestigiosa al mondo (dopo quella Papale), gli scenari economici saranno diversi. Ma al tempo stesso bisognerà anche vedere quale composizione avranno la Camera dei rappresentanti e il Senato. Quindi, quale sarà il sostegno su cui potrà contare il prossimo presidente USA.

Trump, ad esempio, non ha una diffusa rete di contatti "storici" della politica dentro e fuori Washington. E ciò potrebbe aumentare l'incertezza sui mercati finanziari dopo una sua vittoria. Trump potrebbe inoltre alimentare le pressioni del Congresso per una limitazione dello spazio di manovra della Fed. Clinton invece potrebbe scegliere politiche favorevoli alle imprese, in linea con quelle perseguite dal marito.

Come si vede, gli scenari sono molto differenti. Ecco perché da qui fino a novembre, la sensazione è che piano piano la volatilità sui mercati dovrebbe aumentare, a maggior ragione se il risultato finale dovesse essere avvolto dall'incertezza, così com'è oggi.

finanza | trading online | usa | elezioni |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

A me gli occhi con essence!


Per una finanza rispettosa dei valori umani : l'incontro con Laura Panizutti


Giuseppe Lasco Terna, progetto Sicurezza in rete con la Guardia di Finanza


Giuseppe Lasco Terna, Del Fante firmato accordo triennale con GDF


FINANZA ETICA E NO PROFIT: ALTERNATIVA POSSIBILE


Mediolanum Corporate University Incontra l’Eccellenza: “Non siamo fatti per rischiare”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Mercato dell'auto, l'Europa ha vissuto un altro anno flop

Se consideriamo i diversi principali Paesi dell'Unione Europea, l'unica che può sorridere è l'Italia, dov'è stato registrato un aumento del 5,5% In Europa il mercato dell'auto continua a vivere una situazione problematica. La crisi pandemica e la carenza di semiconduttori che blocca i processi produttivi, hanno innescato una nuova frenata nell'Europa occidentale.I numeri negativi del mercato dell'autoIl mercato che raggruppa i paesi della UE, il Regno Unito e l'Efta hanno infatti chiuso l'anno 2021 con un bilancio nuovamente negativo. In b (continua)

Miliardi che vanno in fumo nelle Borsa, penalizzate dalle minute della FED

La diffusione dei verbali dell'ultimo meeting di politica monetaria della FED hanno affossato le Borse. La banca centrale americana si è rivelata più falco del previsto, preannunciando non solo delle strette monetarie ma anche la riduzione del bilancio da 8.800 miliardi di dollari. Dopo il netto calo di Wall Street avvenuto ieri e quello delle piazze asiatiche arrivato nelle prime ore di questa g (continua)

Investimenti, i mercati azionari viaggiano in moderata salita

Giornata di acquisti sui mercati azionari del Vecchio Continente. Anche se comunque si è trattato di sessioni blande, perché il clima vacanziero ha prodotto volumi bassi di investimenti e neppure dal calendario economico arrivavano grandi spunti. Pesa anche la chiusura di Londra, oggi e domani. Nel mondo sono rimaste chiuse anche la Borsa di Hong Kong e quella australiana. A dare una piccola spin (continua)

Fallimento, per Evergrande la srtada sembra ormai tracciata

Evergrande, l’agenzia di rating Fitch ufficializza il default. Pechino lavora per scongiurare un effetto dominoLa crisi del colosso cinese Evergrande è sempre più profonda. Quasi definitiva. Siamo infatti sull'orlo del fallimento, come ha sancito l'agenzia di rating Fitch declassando ulteriormente la società immobiliare del Dragone (e delle sue sussidiarie Hengda Real Estate e Tianji Holding).Ever (continua)

Svalutazione, la Lira precipita ancora e la CBRT deve intervenire

La banca centrale della Turchia è stata costretta ancora una volta a intervenire con urgenza, per tamponare la svalutazione della moneta nazionale. Alla quale, sia chiaro, ha contribuito in modo diretto e notevole.Come procede la svalutazione della LiraI fatti. Tra martedì e mercoledì la Lira ha proseguito lungo il percorso ormai durevole di svalutazione, toccando e poi aggiornando il nuovo minimo (continua)