Home > Cibo e Alimentazione > LA GIARDINIERA DI MORGAN: LA FORZA DELLA FILIERA

LA GIARDINIERA DI MORGAN: LA FORZA DELLA FILIERA

scritto da: Studiocru | segnala un abuso

LA GIARDINIERA DI MORGAN: LA FORZA DELLA FILIERA


Con la scelta del sale marino integrale di Cervia, ora la Giardiniera dello chef vicentino è a filiera certa per ogni ingrediente. E si prepara al Natale nelle cinque versioni

Ora ne La Giardiniera di Morgan anche il sale è certificato grazie alla scelta di usare il sale integrale marino delle Saline di Cervia. L'ultimo tassello che mancava alla Giardiniera dello chef vicentino Morgan Pasqual, che ha sempre fatto della filiera certa e di un'attenta selezione dei prodotti un suo punto di forza. La Giardiniera di Morgan – proposta in cinque versioni differenti per rispondere ai diversi gusti dei clienti e per essere versatile negli abbinamenti – si prepara così al Natale, momento in cui tradizionalmente arriva in tavola in abbinamento ai piatti delle Feste.

Dietro ogni ingrediente cerchiamo garanzia di qualità – spiega Morgan Pasqual – ma anche un approccio di lavorazione che sia etico e artigianale. Il sale di Cervia viene prodotto in un Parco Naturale con metodi ancora oggi tradizionali e non viene raffinato, per un prodotto finale che fa delle sue imperfezioni e della sua naturalità i veri punti di forza. Un sale dolce, versatile, ma soprattutto che sappiamo da dove viene”. Oltre al sale anche la scelta delle verdure è certificata grazie a un progetto che ha come partner l’Organizzazione Produttori Ortofrutticoli Veneto, con una preferenza per le produzioni ortofrutticole tipiche della regione. Infine c'è l'olio che arriva da un frantoio che produce sulla Riviera del Garda.

La Giardiniera di Morgan ha come unicità quella di essere prodotta in cinque versioni differenti, ognuna dedicata ai membri della famiglia Pasqual prendendo spunto dalle caratteristiche fisiche e caratteriali di Morgan, il papà, Luciana, la mamma, e i figli Giada Maria , Giovanni, Anna Paola.

La Giardiniera di Morgan, la prima nata e dedicata proprio a papà Morgan, ha una ricetta agrodolce fresca e innovativa, che ha rotto gli schemi della Giardiniera classica sostituendo il sedano e la cipolla con il finocchio e la carota. La Giardiniera di Luciana, la mamma, è una versione sott'olio della Giardiniera di Morgan. Una ricetta più saporita che trova tra gli ingredienti anche cipolla e sedano. La Giardiniera di Giada (la figlia primogenita) ha alla base di verdure della Giardiniera di Morgan aggiunge sedano, cipolle viola, fagiolini e cipolle borrettane. Caratteristiche principale: varietà di colori alla vista e sapore deciso al palato. La Giardiniera di Anna (la figlia media) è la Giardiniera insolita con l'aggiunta di peperoncino e zenzero. La Giardiniera di Giovanni, il piccolo di casa, ha una ricetta fantasiosa grazie all'inconsueta presenza di frutta: pere e mele. Anche gli ortaggi sono inusuali: topinambur, sedano rapa (in autunno e inverno), peperoni trombetta e cetriolini o broccolo romanesco (in estate).

La Giardiniera di Morgan nelle sue cinque versioni si trova nei negozi specializzati, come gastronomie, salumerie, macellerie, enoteche.

- - -

La Giardiniera di Morgan nasce nel 2005 nel Ristorante 5 Sensi a Malo (Vicenza). L’idea è quella di accompagnare un piatto a base di maialino. La Giardiniera viene talmente apprezzata e richiesta dai clienti, che si fa strada ben presto l’idea di produrne una versione da asporto da portare a casa. Un prodotto artigianale che ha visto il suo successo crescere nel tempo, fino alla decisione, del 2012, di ricavare un apposito laboratorio specializzato dove produrre La Giardiniera di Morgan. Nelle 2013 chiude il Ristorante ma La Giardiniera anno dopo anno cresce e si moltiplica per cinque: una ricetta differente dedicata a ogni componente della famiglia Pasqual: Morgan, il papà, Luciana, la mamma, e i figli Giada Maria, Giovanni, Annapaola. Comune denominatore delle cinque varianti è la croccantezza, grazie alla selezione della materia prima e alla cottura separata di ogni singolo ortaggio. Accanto alla Giardiniera nascono altri prodotti in agrodolce, con edizioni limitate secondo la stagionalità.


Fonte notizia: http://www.lagiardinieradimorgan.com/




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

DALLA GIARDINIERA AGLI OVETTI DI QUAGLIA: LA NOVITÀ DI MORGAN PASQUAL PER LA PRIMAVERA


ASPARAGI VERDI AGRODOLCI IN OLIO DI MORGAN: OMAGGIO ALLA LOMBARDIA E ALL’EMILIA ROMAGNA


Made Rural alla scoperta del profumo del Veneto con La Dispensa di Patrizia


CADEAU DE MARIAGE FOOD&GREEN: LA GIARDINIERA DI MORGAN SI VESTE A NOZZE


LA FAMIGLIA DE LA GIARDINIERA DI MORGAN SI ALLARGA: NASCE IL PROGETTO GLI AMICI DI MORGAN


CILIEGIE IN GRAPPA LEGGERA E PERCOCHE ALLA VANIGLIA BOURBON, A TASTE LA FRUTTA REINVENTATA DA MORGAN


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

100 NOTE IN ROSA FESTIVAL: A VERONA MUSICA E VINO PER L’ADDIO ALL’ESTATE E IL BENVENUTO ALL’AUTUNNO

100 NOTE IN ROSA FESTIVAL: A VERONA MUSICA E VINO PER L’ADDIO ALL’ESTATE E IL BENVENUTO ALL’AUTUNNO
Il 26 e 27 settembre in assaggio i vini di 20 produttori di Chiaretto e di Bardolino. La manifestazione chiude la rassegna musicale 100 Note in Rosa che ha accompagnato le serate estive della città scaligera Sabato 26 e domenica 27 settembre a Verona, sul grande prato alberato del Bastione di San Bernardino, arriva il 100 Note in Rosa Festival: dalle 12 alle 21 si potranno assaggiare e acquistare il Chiaretto e il Bardolino di una ventina di produttori accompagnati dalla musica dal vivo di alcuni dei migliori artisti veronesi. “È una maniera per salutare col Chiaretto l’estate che se ne (continua)

LTD ED: GOPPION CREA LA NUOVA LINEA DI CAFFÈ MONORIGINE

LTD ED: GOPPION CREA LA NUOVA LINEA DI CAFFÈ MONORIGINE
Certificati CSC®, i nuovi caffè Specialty provengono dalle migliori piantagioni dell’Africa e del Centro e Sud America Arrivano da Brasile, Etiopia e Guatemala i nuovi caffè monorigine LTD ED – Limited Edition creati da Goppion, storica torrefazione alle porte di Treviso. I tre nuovi Arabica, in edizione limitata, saranno affiancati a rotazione dai monorigine provenienti da El Salvador, Perù e Colombia. Tutti i caffè LTD ED sono Specialty, ovvero dei caffè di altissima qualità certificati da CSC® (continua)

POGGIO TORSELLI: IL NUOVO CORSO CUSTODE DI UNA STORIA SECOLARE

 POGGIO TORSELLI: IL NUOVO CORSO CUSTODE DI UNA STORIA SECOLARE
La produzione della tenuta si declina in tre IGT e tre Chianti Classico DOCG. Vini a minimo intervento umano che raccontano un approccio olistico alla vite Poggio Torselli inaugura un nuovo corso enologico nel Chianti Classico, adottando un’agricoltura sostenibile e rispettosa degli equilibri del territorio e delle persone che lo abitano. Testimone del cambiamento è l’annata 2017, la prima realizzata sotto la guida dell’enologo Eduardo Colapinto.La storia della tenuta quattrocentesca si arricchisce nei secoli: si susseguono diverse famiglie della (continua)

LABRENTA VIRTUAL TOUR: COSĺ SI RIORGANIZZA L’ACCOGLIENZA IN AZIENDA

LABRENTA VIRTUAL TOUR: COSĺ SI RIORGANIZZA L’ACCOGLIENZA IN AZIENDA
Per far fronte alle difficoltà di incoming e all’annullamento degli eventi, Labrenta si presenta attraverso un tour virtuale realizzato con una tecnologia innovativa Si aprono le porte dell’azienda in modalità virtuale e tridimensionale: Labrenta Virtual Tour è il nuovo strumento che la società specializzata in soluzioni di chiusura di Breganze (Vicenza) mette a disposizione della sua forza commerciale per presentare spazi aziendali e novità ai clienti. Il progetto ha preso il via a seguito delle limitazioni e difficoltàdi spostamento e di acco (continua)

CANTINA TOLLO PROCLAMATA MIGLIOR CANTINA ITALIANA A MUNDUS VINI

CANTINA TOLLO PROCLAMATA MIGLIOR CANTINA ITALIANA A MUNDUS VINI
I vini della realtà abruzzese si sono aggiudicati ben 34 medaglie, 17 d’oro e 17 d’argento È Cantino Tollo la miglior cantina italiana secondo la giuria di Mundus Vini, il concorso internazionale tenutosi, nella sua edizione estiva, dal 27 al 30 agosto nella città tedesca di Neustadt an der Weinstrasse. Il gruppo abruzzese si è aggiudicato ben 17 medaglie d’oro e altrettante d’argento con un totale di 34 vini premiati. “Quello ottenuto a Mundus Vini – commenta Tonino Ver (continua)