Home > Lavoro e Formazione > Il galateo quando si lavora all'estero

Il galateo quando si lavora all'estero

scritto da: MediaWRL | segnala un abuso

Il galateo quando si lavora all'estero


Tra i tanti italiani che hanno scelto di andare a vivere all'estero ci sono parecchie storie "di successo". C'è chi oltreconfine è riuscito a crearsi una famiglia e un lavoro vicino alle proprie aspirazioni e ha deciso di condividere sul web consigli utili a chi vuole fare la stessa scelta. 

Sono tanti gli italiani che provano a trasferirsi all'estero, c’è chi lo fa preparandosi per mesi, c’è chi invece compra il biglietto, sale sull’aereo e vola verso la capitale inglese senza essersi organizzato.

Anche se ci si prepara in maniera differente, c’è qualcosa che solitamente accomuna tutti gli italiani che vanno all’estero, ovvero il desiderio di cambiare vita (ovviamente si spera in meglio).

Purtroppo però tante persone trovano all’estero un muro molto alto, che le fa tornare indietro dopo pochi mesi con la coda fra le gambe, con meno soldi di quando sono partite. Oppure, se non subito, altri italiani tornano a casa perché non sono riusciti ad ottenere quel miglioramento professionale e personale che speravano.

Lavorare in un’altra nazione può essere molto “difficile”, ma ci sono delle regole che, se seguite, ci permettono di allontanare molti dei problemi che generalmente rendono l’esperienza fallimentare.

Per questo motivo e, immaginiamo, anche per divertimento, su Coffee Break di Viking, è stata stilata una lista del galateo da tenere in un ufficio all’estero! Date un’occhiata all’articolo originale e fateci sapere le vostre impressioni…


Fonte notizia: http://coffeebreak.viking.it/galateo-ufficio-estero/


lavoro | estero | galateo | ufficio | etiquette |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore