Home > Cultura > TASSE, BALZELLI E TANTI GUAI

TASSE, BALZELLI E TANTI GUAI

articolo pubblicato da: In arce | segnala un abuso

TASSE, BALZELLI E TANTI GUAI
Tasse, balzelli e tanti guai
 
Pizzighettone, 6 novembre 2016
 
 
Che cosa: storia del tardo Medioevo, del Rinascimento e dell’Età Moderna.
 
Dove: Pizzighettone (Cremona, Lombardia), cerchia muraria (Piazza d’Armi).
 
Come: spettacolo di narrazione storica con percorso guidato.
 
Quando: domenica 6 novembre 2016 (ore 17:00).
 
Chi: Davide Tansini (storico).
 
Informazioni: cellulare 349 2203693; Facebook www.facebook.com/tasse.balzelli.e.tanti.guai; e-mail eventi@tansini.it; Web www.tansini.it/it/tasse-balzelli-e-tanti-guai.html. Percorso in parte entro ambienti coperti: svolgimento anche in caso di maltempo.
 
 
L’intramontabile competizione su tasse e imposte (chi le impone, chi le paga e chi le evade); un variopinto affresco della società del Nord Italia fra tardo Medioevo, Rinascimento ed Età Moderna; uno spettacolo coinvolgente, ironico e scanzonato che mette in luce aspetti senza tempo dell’animo e delle azioni umane.
 
È lo spirito di Tasse, balzelli e tanti guai, che si svolgerà domenica 6 novembre 2016 (inizio alle ore 17:00) a Pizzighettone (Cremona), cittadina lombarda adagiata sulle sponde del fiume Adda nel territorio racchiuso fra Bergamo, Crema, Brescia, Cremona, Parma, Fidenza, Piacenza, Pavia, Lodi e Milano.
 
L’evento è una narrazione storica con percorso guidato: un racconto di vicende accadute secoli fa, ma molto attuali nel loro significato.
Tasse, balzelli e tanti guai avrà come protagonista il variegato mondo che fra XIII e XVII secolo nel Nord Italia ruotava attorno alle risorse fiscali: dazi, gabelle, decime, taglie e sovrattasse.
 
Difficile nel corso della storia umana non ritrovare istituzioni, signorie o potentati che decidano di non imporre tributi ai propri sottoposti; altrettanto difficile non ritrovare sistemi (più o meno ingegnosi, sistematici, criminosi, cervellotici o bizzarri) messi in atto per evadere tasse e imposte. Talvolta, con esiti comici o grotteschi da entrambe le parti.
 
Narrerà queste vicende Davide Tansini, utilizzando le proprie ricerche condotte nel corso degli anni sulla storia del Nord-Ovest italiano.
 
Ispirato al teatro di narrazione, il racconto di Tansini descriverà molti episodi legati al commercio, al contrabbando, all’economia, alla politica e alla società fra Duecento e Seicento.
 
Castellani che vendevano sottobanco le munizioni delle fortezze loro affittate; acquisti di borghi e porti per avere mercanzie a più basso costo; sovrani che ordinavano il conio di monete contraffatte; oneri feudali pagati in pesci e capponi; corvées per mantenere rocche e castelli; tratte di sale e salnitri; leve militari; “sfrosi” di pedaggi su fiumi e laghi; malversazioni e peculati di amministratori e ufficiali.
 
Saranno parecchi i personaggi, i casati e gli stati menzionati nella narrazione: gli Asburgo, i Landi, i Malaspina, il Marchesato del Monferrato, i Medici, Napoleone Bonaparte, i Pallavicino, la Repubblica di Genova e quella di Venezia, i Rossi, gli Sforza, i Visconti.
 
Le mura di Pizzighettone, illuminate con torce e fiaccole, saranno l’affascinante scenario in cui prenderà corpo il racconto di queste vicende.
 
Porta Cremona, il Rivellino, la cerchia muraria, il fossato, la Torre del Guado, i resti del Castello: un percorso suggestivo in cui saranno svelati al pubblico i retroscena di un mondo antico ma sempre attuale, ben presente nella realtà odierna.
 
La narrazione di Tansini avrà uno stile vivace, coinvolgente, brioso, ironico e farà emergere aspetti della vita umana comuni a ogni tempo e luogo: cupidigia, compassione, desiderio di un futuro migliore, invidia, lotte per il potere. Pulsioni a volte contrastanti, ma che sono tutte profondamente umane.
 
 
Lo spettacolo di narrazione storica con percorso guidato Tasse, balzelli e tanti guai si svolgerà a Pizzighettone (Cremona, Lombardia) nel pomeriggio di domenica 6 novembre 2016 (ore 17:00) con partenza dall’Ufficio Informazioni di Piazza d’Armi (lato cerchia muraria). Lo spettacolo è organizzato dal «Gruppo Volontari Mura» di Pizzighettone. Il percorso si svolgerà in parte entro ambienti coperti illuminati con torce e fiaccole: lo spettacolo si terrà anche in caso di maltempo. Contributo: 5 € (bambini fino a 10 anni gratis). Non è richiesta la prenotazione.
 
 
L’iniziativa Tasse, balzelli e tanti guai non ha scopo di lucro: i contributi raccolti dal «Gruppo Volontari Mura» in occasione dello spettacolo saranno devoluti esclusivamente al recupero e alla valorizzazione del patrimonio storico-architettonico di Pizzighettone. La paternità creativa dell’evento appartiene a Davide Tansini, che detiene ogni diritto su Pizzighettone 1449: intrigo al castello. La spiegazione fornita al pubblico durante lo spettacolo riguarda esclusivamente le ricerche condotte da Tansini stesso in ambito storico ed è presentata sotto forma di narrazione a tema. Per l’ideazione e la conduzione dell’evento Davide Tansini opera gratuitamente in qualità di collaboratore esterno volontario. La data, l’orario e il luogo indicati possono subire variazioni e/o cancellazioni senza necessità né responsabilità di preavviso da parte del «Gruppo Volontari Mura» Per informazioni: cellulare 349 2203693, Facebook www.facebook.com/pizzighettone1449, e-mail eventi@tansini.it, Web www.tansini.it/it/pizzighettone-1449-intrigo-al-castello.html.

spettacolo | storia | Medioevo | Rinascimento | Pizzighettone | Cremona | Lombardia | Milano | Malaspina | Pallavicino | Rossi | Sforza | Visconti | narrazione storica | Ducato di Milano | Repubblica di Genova | Repubblica di Venezia | teatro | politica | economia | Tansini | Davide Tansini |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


Come Pagare Meno Tasse


Ho risparmiato sulle tasse da versare il 35%! Ecco come ho fatto in 6 mosse


Come Pagare Meno Tasse: Società Offsore


Il referendum e il ritratto bugiardo dell'Italia


Plastic e sugar tax: 6 italiani su 10 sono favorevoli


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

FORME SFUGGENTI #41 – CASTELLO DI CANOSSA

FORME SFUGGENTI #41 – CASTELLO DI CANOSSA
Forme sfuggenti #41 Castello di Canossa     Il 28 e il 29 settembre 2019 a Canossa (Reggio nell’Emilia) si è tenuto il 41º appuntamento della serie itinerante «Forme sfuggenti», intitolato Castello di Canossa.   La rassegna è dedicata alle statue lignee create da Erminio Tansini: allestisce sets fotografici che scenarizzano temporaneament (continua)

FORME SFUGGENTI #40 – PONTE NAPOLEONE

FORME SFUGGENTI #40 – PONTE NAPOLEONE
Forme sfuggenti #40 Ponte Napoleone     Dall’11 al 13 settembre 2019 si è tenuta a Lodi (Lombardia) la 40ª tappa della rassegna itinerante «Forme sfuggenti», dal titolo Ponte Napoleone.   La serie è dedicata alle sculture lignee create da Erminio Tansini: predispone sets fotografici temporanei che scenarizzano le statue tansiniane in luog (continua)

FORME SFUGGENTI #37 – FORTEZZA DELLA BRUNELLA

FORME SFUGGENTI #37 – FORTEZZA DELLA BRUNELLA
Forme sfuggenti #37Fortezza della Brunella     L’11 e il 12 agosto 2019 si è svolto ad Aulla (Massa e Carrara – Toscana) il 37° appuntamento della serie itinerante «Forme sfuggenti», intitolato Fortezza della Brunella.   La rassegna è dedicata alle statue in legno create da Erminio Tansini: allestisce sets fotografici temporanei che s (continua)

FORME SFUGGENTI #39 – PALAIS PRINCIER

FORME SFUGGENTI #39 – PALAIS PRINCIER
Forme sfuggenti #39Palais Princier     Il 25 agosto 2019 si è svolto nel Principato di Monaco il 39º appuntamento della rassegna itinerante «Forme sfuggenti», intitolato Palais Princier.   La serie è dedicata alle sculture in legno create da Erminio Tansini: allestisce sets fotografici temporanei che ambientano le statue tansiniane in luoghi sceno (continua)

SENSAZIONI VISIVE

SENSAZIONI VISIVE
Sensazioni visive     La mostra fotografica Sensazioni visive si svolge a Lodi dal 17 al 28 settembre 2019.   Ospitata nel Palazzo San Filippo, l’esposizione è dedicata all’attività scultorea di Erminio Tansini.   Per la prima volta la città lombarda accoglie una personale del pittore e scultore che da anni concentra la propria ricerca ar (continua)