Home > Ambiente e salute > Combattere il cyberbullismo educando alla vita

Combattere il cyberbullismo educando alla vita

scritto da: Claudia Marchi | segnala un abuso

Combattere il cyberbullismo educando alla vita


Sempre più adolescenti si ritrovano in quelle che gli psicologi chiamano “situazioni disfunzionali”, che possono dare origine a episodi di cyberbullismo. Quali armi esistono per combattere le situazioni pericolose?

 

Alcuni ragazzi tendono a vivere contesti e relazioni disfunzionali, al limite del disagio. Si tratta per lo più di adolescenti con carenze affettive, che hanno a volte subito abusi e violenze negli ambienti familiari o extra familiari. Alcuni “si cacciano nei guai” perché sono alla ricerca di emozioni forti o perché magari godono di bassa autostima. Altri adolescenti invece impiegano meglio le risorse a loro disposizione; ciò in generale avviene anche riguardo all’utilizzo delle nuove tecnologie.

 

Per fare in modo che i nostri ragazzi siano preparati alla vita e ad affrontare situazioni pericolose, come il cyberbullismo o il sexting, è consigliabile far sì che il bambino sviluppi:


1.       EMPATIA: la capacità di mettersi nei panni degli altri, ma anche di conoscere profondamente se stessi. L’empatia è una risorsa fin quando la capacità di mettersi nei panni altrui non conduce al rischio di venir schiacciati dal mondo dell’altro; in questo caso siamo nel campo dell’emotività. Essere empatici presuppone che la persona abbia ben chiaro dove iniziano e terminano i propri confini e quelli dell’altro. Educare all’empatia è educare il bambino alla definizione della propria identità, riconoscendo al contempo l’identità e gli stati d’animo altrui come possibili e gestibili.
Come educare all’empatia? Ascoltate maggiormente i vostri figli, con un’attenzione affettuosa, accogliendo quello che vi dicono e spronandoli a cambiare atteggiamento qualora fosse necessario.


 
2.       AUTOSTIMA: avere fiducia e stima in sé, la capacità di darsi valore nonostante le difficoltà o fragilità che ognuno di noi può avere. L’autostima è la condizione fondamentale per proteggersi dal pericolo, o chiamare qualcuno in soccorso. Una scarsa autostima negli adolescenti produce maggiore insicurezza e funziona da gioco-forza per il bullo che li perseguita online o offline.
Come educare all’autostima? Valorizzate i vostri bambini, valorizzate le loro risorse. Nessuno è costituito solo da fragilità, perciò cercate di comprendere quali sono le abilità dei vostri bambini e incoraggiatele!


 
3.       RESILIENZA: è la capacità di un individuo di elaborare il dolore proveniente da un evento potenzialmente traumatico, superandolo e sviluppando nuove risorse. Se avete educato i bambini ad empatia e autostima, la resilienza verrà da sé. Sviluppare resilienza significa anche poter contare su figure di riferimento che ci possano nutrire e accogliere quando ne abbiamo bisogno. Queste persone ci daranno il tempo di affrontare i nostri dolori e ci permetteranno anche di sviluppare in autonomia delle nuove capacità! Sviluppare nuove competenze o abilità per affrontare il mondo è la dinamica fondamentale per la resilienza.
Come educare alla resilienza? Insegnate ai bambini ad essere consapevoli, indipendenti, a sviluppare relazioni positive, ad avere iniziativa, a liberare creatività ed intuito, a migliorare la propria etica e la capacità dell’umorismo.

cyberbullismo | psicologo Parma |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Difendere i giovani dal cyberbullismo con un'app: ecco “Bodyguard per le famiglie”, la soluzione di protezione digitale sviluppata da Bodyguard e BNP Paribas Cardif in collaborazione con Fare X Bene Onlus


Cyberbullismo - 0 in condotta: ragazzi incuranti della privacy usano lo smartphone dai 9 anni


Vincere il cyberbullismo, approfondimento a Digitale Italia


Fondazione AiFOS: come dire no al bullismo?


Cyberbullismo - 0 in condotta, seconda edizione


Prendersi cura di se stessi con la riflessologia plantare.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Le tecniche di smussatura per un lavoro impeccabile

La smussatura è una delle lavorazioni meccaniche che serve per preparare i metalli alla saldatura. Si tratta, in particolare di quell’operazione di preparazione degli angoli, che fornisce loro una particolare forma adatta ad accogliere al meglio il procedimento della saldatura.Gli strumenti da utilizzare Per effettuare questa lavorazione vengono utilizzate le smussatrici, ovvero macchine ideate per eseguire smussi o cianfrini per mezzo di frese. A influire sulla scelta di tale (continua)

Tutto sull’acciaio antiusura: caratteristiche e applicazioni

Scegliere la giusta lamiera antiusura è importante: incrementa la performance e la produttività di attrezzature e componenti. Le qualità degli acciai antiusuraAffidarsi all’utilizzo di acciai speciali permette di ottenere prodotti finiti in grado di far fronte a importanti sollecitazioni, riducendo eventuali problematiche da consumo. Questa tipologia di acciai speciali resiste infatti alle sollecitazioni dell’usura e degli sfregamenti con durezze decisamente superiori ai normali acciai da costruzione, anche in (continua)

Taglio delle lamiere: funzionamento e vantaggi del taglio al plasma

Una delle procedure più vantaggiose ed efficiente per tagliare con facilità qualunque tipo di lamiera è il taglio al plasma. Ma come funziona e perché conviene? Procedimento per effettuare il taglio Ossitaglio, taglio a getto d'acqua, plasma, laser sono solo alcune delle tecniche che possono essere impiegate per tagliare diversi tipi di lamiere. La tecnologia più diffusa nel mondo dell’industria e di cui ti parleremo oggi è quella del taglio al laser, un procedimento brevettato nel 1995 da Robert Gage per la Union Carbide.  Basandosi su (continua)

Lavorazione lamiera: partiamo dalle basi

La lavorazione della lamiera è un’attività siderurgica che si articola in tre fasi principali:• progettazione• taglio• lavorazioneLe tipologie di taglio principaliTra le numerose tipologie di taglio della lamiera possiamo distinguere:• ossitaglio• taglio al plasma• taglio al laserOssitaglioIl procedimento impiega la fiamma ossiacetilenica e permette di tagliare lamiere con spessori compresi tra gl (continua)

3 cosa da sapere sull’acciaio Strenx

3 cosa da sapere sull’acciaio Strenx
L’acciaio altoresistenziale Strenx è stato sviluppato da SSA con l’obiettivo di offrire prestazioni straordinarie in termini di resilienza e tenacità. Oggi ti presentiamo 3 punti che non puoi sottovalutare se stai considerando di utilizzarlo nelle tue lavorazioni siderurgiche. 1. Le caratteristiche principaliLe ottime caratteristiche dell’acciaio altoresistenziale Strenx provengono in gran parte dalle materie prime impiegate per la sua produzione. Il ferro prelevato dalla miniera LKAB è infatti particolarmente facile da ripulire, dando vita a un prodotto finito di qualità maggiore. Le lavorazioni successive che seguono collaborano a migliorare le caratteristi (continua)