Home > Turismo e Vacanze > TURISMO : LITUANIA.

TURISMO : LITUANIA.

articolo pubblicato da: mauro | segnala un abuso

Adora Roma, Kristina Sarkyte, la giovane direttrice dell’Ente Lituano per il Turismo in Italia. Ma non è per questo che ha scelto questa città come propria sede, in controtendenza rispetto a molti enti del turismo stranieri in Italia con uffici a Milano. A Roma l’Ente Lituano per il Turismo ha aperto i battenti il 22 aprile del 2008 e i risultati non si sono fatti attendere. Il flusso dei viaggiatori italiani verso la Lituania è in continua crescita, e da Roma (+20% nel 2008) molto più che da Milano (+11%). Un flusso che ha precise considerazioni di marketing, ma conferma anche le “affinità elettive” e storiche che legano la Città eterna a Vilnius (che non a caso viene definita “Roma del Nord”).
“Vie dell’est” ha incontrato Kristina Sarkyte durante il Globe 09, la fiera del turismo romana tenutasi dal 26 al 28 marzo scorsi. “Quando organizzo un evento o anche una semplice conferenza stampa a Roma riscontro sempre un’eco molto maggiore che non quando la organizzo a Milano – ci racconta Kristina. – Forse dipende dal fatto che a Milano gli eventi si susseguono a un ritmo frenetico, mentre a Roma seguono anch’essi un ritmo più rilassato. Fatto sta che a Milano i media sembrano più ‘distratti’, mentre a Roma ottengo molta più visibilità”. Sia come sia, dati alla mano, dall’Italia per la Lituania partono più turisti dal Centro-Sud che dal Nord, mentre i viaggi business – che in genere si muovono più dall’area padana che fa capo a Milano – non sono la fetta più importante del flusso italiano.
A meno di un anno dal suo insediamento (i festeggiamenti si terranno a Roma il prossimo 22 aprile), Kristina tira dunque un bilancio assolutamente positivo di questi mesi, nonostante la brutta tegola del fallimento della compagnia aerea di bandiera FlyLal, che ha privato Vilnius del collegamento diretto da Roma. “Peccato, proprio quest’anno in cui Vilnius è capitale europea della cultura… Se a ciò aggiungiamo la crisi economica in corso, il disastro è completo. Ci aspettavamo un incremento di visite di almeno il 15%, ma se riusciremo a crescere di un paio di punti sarò già soddisfatta, tenuto anche conto che da Roma gli italiani per recarsi a Vilnius dovranno fare scalo a Riga, Francoforte, Varsavia, Budapest o Praga”, conclude. I motivi di soddisfazione comunque non mancano, soprattutto se si pensa che gli altri Paesi Baltici – Lettonia ed Estonia – probabilmente conosceranno flessioni molto consistenti, addirittura dell’ordine del 20 o anche del 30%.
La Lituania è l’unico dei tre ad aver aperto una rappresentanza in Italia. Le autorità lituane investono nel nostro Paese perché rende. Fra i turisti che si recano in Lituania, quelli provenienti dall’Italia sono saliti dal nono al quinto posto, scavalcando Paesi come la Francia e la Spagna, e si prevede che guadagneranno altre posizioni. “Non solo – continua Sarkyte, – gli italiani in Lituania spendono molto più degli altri: mediamente 501 euro a testa, contro, per fare un esempio, i 390 euro dei tedeschi”. Come nasce questo interesse italiano verso la Lituania? “Come si può spiegare un rapporto che somiglia all’innamoramento? Entrambi i popoli sono cattolici, ma questo non basta. Ci sono affinità di carattere e di temperamento – i lituani sono chiamati ‘italiani del Nord’, – la stessa cordialità e spontaneità, lo stesso calore nei rapporti umani, si mangia bene, ci si diverte, si può essere coccolati nelle molte località termali, tutte cose che gli italiani apprezzano e condividono”, risponde la direttrice. E una volta che hanno visitato la Lituania, gli italiani spesso tornano “perché in Lituania si sentono benvenuti e a proprio agio”. E ci racconta il caso di un cantante italiano che ci ha piantato radici e raggiunto il successo.
Se poi il cantante si chiama André Zappa e in Italia è quasi sconosciuto, non importa: l’importante è che sia stato attratto dalla Lituania e che lì si sia trovato come a casa.
mf
     
     


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

A Vilnius musica e giochi di luce e laser in piazza


A Roma la crescita di un turismo senza valore aggiunto.


MASTER IN MARKETING E MANAGEMENT DEL TURISMO II EDIZIONE


MASTER IN MARKETING E MANAGEMENT DEL TURISMO III EDIZIONE


Il turista Silver alla scoperta della Tuscia Viterbese


"Vedi Napoli.....e poi torni e ritorni"


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Comitato Regionale Umbro: l'inchiesta diventa anche sportiva.

Oltre all’inchiesta penale, che ha portato al rinvio di Luigi Repace , numero uno del Comitato Regionale Umbro, e di altri 8 imputati con l’accusa di truffa e malversazione, si è mossa, con il compito di far chiarezza sullo svolgimento di quei lavori, anche la giustizia sportiva, davanti alla quale Repace deve rispondere per i presunti illeciti nella realizzazione del campo di c (continua)

MOTO GP: GARA DA DIMENTICARE PER DANILO PETRUCCI IN ARGENTINA

MOTO GP: GARA DA DIMENTICARE PER DANILO PETRUCCI IN ARGENTINA
Il pilota italiano che affrontava il Gp della Repubblica Argentina con la voglia di riscattare i problemi avuti in qualifica, era riuscito a fare una buona partenza, passando alcuni dei piloti che aveva davanti in griglia. Purtroppo alla quarta curva del circuito di Rio Hondo, nel tentativo di sorpassare all’interno Hector Barberà, veniva al contatto con l’avversario finendo la sua gara nella ghi (continua)

TRAGEDIA A MOSCA: ANDREA ANTONELLI CI HA LASCIATI...

TRAGEDIA A MOSCA: ANDREA ANTONELLI CI HA LASCIATI...
Andrea era un vero sportivo, un ragazzo solare che amava il motociclismo. A soli 25 anni era riuscito ha raggiungere importanti risultati prima nelle mini moto poi nei vari campionati nazionali ed europei di moto . Quest'anno il suo campionato nella supersport doveva essere il suo vero trampolino di lancio verso la Superbike  o magari la Moto gp. Purtroppo pero' domenica la tragedia si e' (continua)

PER MONTI L'ENNESIMA PROVA DELLA GIUSTIZIA SPORTIVA A DISCREZIONE....

 C'era da aspettarselo: la solita vecchia AIA, che vuole chiudere la bocca a tutti quelli che non si adeguano al sistema e che vogliono esprimere liberamente la propria opinione, ha deferito Roberto Monti per i suoi report sulla violenza subita dagli arbitri. Da tempo infatti Monti pubblicava mensilmente, attraverso facebook, mail alle sezioni e anche arbitri.com, dei rapporti contenenti le (continua)

L'UGL POLIZIA UMBRIA AL MUGELLO

L'UGL POLIZIA UMBRIA AL MUGELLO
 Domenica 2 giugno, festa della repubblica, molto speciale per l'Ugl Polizia di Stato Umbria, che ha visto i Segretari Regionali Mauro Fenci e Mauro Stefanelli ospiti del Team Iodaracing Came al Gp d'Italia di Moto al Mugello. La giornata era di quelle speciali, visto che oltre 80.000 persone affollavano una delle piste piu' famose del mondo. Grande attesa era per l'idolo di casa Valentino R (continua)