Home > Arte e restauro > Mostra di pittura "Visions of Light"

Mostra di pittura "Visions of Light"

articolo pubblicato da: Natalia Mancini | segnala un abuso

Mostra di pittura

E' stata inaugurata il 17 dicembre, al River Palace Hotel di Roma, la mostra dal titolo "Visions of Light" di Natalia Mancini, a cura di Giuseppe Ussani d'Escobar. La pittrice romana, alla sua prima personale, indaga le possibilità del colore nella rappresentazione della luce filtrata attraverso le forme della natura. La mostra rimarrà aperta fino al 1 febbraio.

" L’artista deve la sua originalità ad un approccio creativo da ricercatrice scientifica: la modulazione dei colori attraverso la luce. La sua tentazione e vocazione è dipingere la luce, che si apre la sua via tra i rami, il fogliame ed i fiori di una natura tropicale; sempre la luce è protagonista di “Crossing the Water” e di “Through the Water”, la componente luminosa si rifrange, si parcellizza e devia attraverso lo specchio dell’acqua che la deforma, dilatandola. L’artista s’interroga sulla percezione ottica del reale e lo fa attraverso la magia in continua trasformazione della luce. Nelle sue “Tropical Natures”, l’orchestra della vegetazione vive di mutazioni e contrazioni del colore, dal viola che si nasconde per poi riapparire, al verde, al blu marino, all’arancione, una successione cromatica vibrante ed ondulante che accoglie e coinvolge l’osservatore. La natura è contemplata dal suo interno, squarci di bianco rappresentano momenti di pausa e di respiro, nel ritrovarsi della luce pura. Una trasparenza traslucida, l’essenza luminosa che passa attraverso un prisma nel gioco delle sue infinite sfaccettature. Una luce trattata impressionisticamente, che attraversa il cubismo per giungere ad una quasi totale libertà e consapevolezza di segno e di spettro, la ramificazione sussiste e diventa nella scomposizione scheletro di luce. Visionaria ed illusionistica, allucinatoria e magnetica, la luce è apparizione e rivelazione, attesa trepidante e fremito; le onde sulle spiagge di Sydney, la spuma bianca sembra contemplata dall’alto ed il suo sfrangiarsi nelle tonalità del mare, ed i colori assorbiti dall’impeto, polverizzazioni luminescenti, vengono restituiti allo sguardo nella loro forza e dinamismo d’improvvise coagulazioni ed espansioni. La luce dell’artista invade, penetra tutto, lo spirito e la forma, ed il tempo è dell’uomo che possiede il ritmo dell’anima."

Mostra | pittura | arte | cultura |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Intervista di Alessia Mocci a Luc Vancheri: la pubblicazione italiana del saggio francese “Cinema e Pittura”


Il Sogno Verde sbarca a Napoli, 30 artisti nel rapporto uomo-natura tra due esclusive location


In libreria “Cinema e Pittura: condivisioni, presenze, contaminazioni” di Luc Vancheri edito da Negretto Editore


Nostos il ritorno, personale di Gerlanda di Francia


OLTRE IL TEMPO 2017 - XV Edizione


CONCLUSA LA MOSTRA DELL' ARTISTA JACK TUAND


 

Stesso autore

Mostra di pittura "Tra la Luce e la Musica" di Natalia Mancini - Festival internazionale delle Orchidee

Mostra di pittura
 Personale di Pittura di Natalia Mancini - Festival Internazionale delle Orchidee, Monte Porzio Catone   NM Natalia Mancini gio 20/04/2017 07.45 Posta inviata   A: comunicato.comunicato@blogger.com; (continua)