Home > Esteri > I veterani del Caucaso, spina dorsale dell’esercito dello Stato islamico

I veterani del Caucaso, spina dorsale dell’esercito dello Stato islamico

scritto da: THEBIRD | segnala un abuso

I veterani del Caucaso, spina dorsale dell’esercito dello Stato islamico


 Hanno infiltrato la più pericolosa cellula terroristica in Turchia e compiuto i massacri all’aeroporto di Istanbul e al Reina, si sono battuti fino alla morte a Falluja, guidano la difesa ostinata che sta dissanguando le forze irachene a Mosul. Sono i combattenti del Caucaso e dell’Asia centrale, il nucleo duro del Battaglione Uzbeko, l’unità d’élite dell’Isis. Questi veterani delle guerre in Cecenia e Afghanistan sono diventati i più fedeli seguaci del Califfo Abu Bakr al-Baghdadi.

È stato il vice di Al-Baghdadi, il portavoce dell’Isis Mohammed al-Adnani, poi ucciso in un raid americano lo scorso agosto, a inviare una cellula centrasiatica in Turchia all’inizio del 2016. Una mossa per ostacolare il cambio di strategia deciso dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan nel Nord della Siria: cacciare gli islamisti dalla fascia di confine e sostituirli con ribelli più moderati e truppe turche. Per l’Isis significava la chiusura dell’unica via di rifornimento e reclutamento dal mondo esterno. Una minaccia mortale.

La cellula era composta soprattutto da uzbeki e kirghisi. Cioè individui che parlano una lingua simile al turco e possono più facilmente mescolarsi alla società anatolica. Come del resto gli uiguri della provincia cinese dello Xinjang, da dove sembra provenga il killer del Reina. Secondo l’Intelligence turca si sono insediati nell’area di Fatih, nel centro di Istanbul, nel quartiere di Ortakoy, dove è avvenuto l’attacco al night club Reina, ma anche in quello di Zeytinburnu, dove c’è una consistente comunità uigura e dove la polizia turca ha lanciato una massiccia caccia all’uomo ieri notte.

Il primo «avvertimento» a Erdogan è stato lanciato il 28 giugno. Tre terroristi, russi e kirghisi, uccidono 45 persone. Due si fanno esplodere, uno è ucciso. Un’azione da corpi speciali, per freddezza e determinazione, che fa il paio con l’attacco al Reina, condotta da un uomo che ha «ricevuto un addestramento militare», ha eliminato due guardie del corpo, sparato «280 colpi» sulle gente inerme, cioè sette caricatori del kalashnikov, prima di dileguarsi. Novanta secondi di mattanza con distacco glaciale. Un comportamento da chi ha combattuto e ucciso in guerra.


Fonte notizia: http://thebird.altervista.org/i-veterani-del-caucaso-spina-dorsale-dellesercito-dello-stato-islamico/


esteri |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il fondamentalismo islamico oggi


A SCHILPARIO COPPA ITALIA GAMMA E RODE: DUE WEEKEND DI GARE E INNO DI MAMELI PER U18-U20


Itamil - Esercito italiano, grande successo per convegno incentrato su futuro dei volontari


l sottosegretario Urso: il Caucaso è un`area di primaria importanza per l`Italia


I LOMBARDI HANNO L’ORO IN BOCCA. IN COPPA VINCONO NÖCKLER E DEFRANCESCO


CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI DI FONDO, “DIDI” NÖCKLER FA IL BIS E RIECCO LA PILLER


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

L’Iran sfida Trump, esercitazioni missilistiche dei Pasdaran

 «Mostreremo la nostra totale preparazione contro le sanzioni» I Guardiani della Rivoluzione iraniana rispondono alle nuove sanzioni americani con una massiccia esercitazione missilistica. Lo scopo, annunciano i Pasdaran, è «mostrare la nostra totale preparazione contro le sanzioni umilianti» decise dall’Amministrazione Trump. Accordo nucleare in bilico& (continua)

Lecce, 34enne morì in un carcere messicano: "Tre giorni senza acqua, cibo e cure mediche"

Lecce, 34enne morì in un carcere messicano:
 LECCE - Recluso in una cella del carcere messicano di Playa Del Carmen per tre giorni, senza acqua né cibo e con una grave disfunzione epatica in corso: così fu torturato e ucciso Simone Renda, il bancario leccese che il 3 marzo 2007 fu trovato cadavere nel penitenziario. La Corte d'assise di Lecce ha depositato le motivazioni della sentenza con cui il 15 dicembre un giudi (continua)

Il neoisolazionismo di Trump minaccia Ue e Nato

Il neoisolazionismo di Trump minaccia Ue e Nato
  La Nato, architrave della sicurezza europea e transatlantica per tutto il dopoguerra, è un'istituzione «ormai obsoleta», «non attrezzata per combattere il terrorismo islamico», dove «i suoi membri si appoggiano sull'America e non pagano quello che dovrebbero pagare». L'Unione Europea, a sua volta, è diventata ormai «un mezzo usato (continua)

La rete promuove il Jobs Act. E ai referendum della Cgil voterebbe "no" a maggioranza

La rete promuove il Jobs Act. E ai referendum della Cgil voterebbe
 La riforma del mercato del lavoro incontra pareri favorevoli sui social: oltre i due terzi delle intenzioni di voto sono contrari alle proposte della Cgil di abolizione delle norme su voucher e appalti. Ma anche in questo caso diventa l'occasione per sanzionare il governo di Renzi. La Consulta si è espressa: due dei quesiti proposti dalla Cgil sulla riforma del mercato del (continua)

Trenitalia cambia gli abbonamenti per l'Alta velocità. I pendolari: "Aumenti del 35%"

Trenitalia cambia gli abbonamenti per l'Alta velocità. I pendolari:
 In vendita ci sono quattro formule che variano per costo e giorni di utilizzo: possono essere validi tutta la settimana e tutte le ore, o limitati ai giorni feriali e alla fascia oraria 9-17. La rabbia sulla Torino-Milano: "Passiamo da 340 euro a 459 euro per l'orario libero dal lunedì alla domenica". Trenitalia lancia i nuovi abbonamenti per l'alta velocità, e cambi (continua)