Home > Primo Piano > Il neoisolazionismo di Trump minaccia Ue e Nato

Il neoisolazionismo di Trump minaccia Ue e Nato

scritto da: THEBIRD | segnala un abuso

Il neoisolazionismo di Trump minaccia Ue e Nato


  La Nato, architrave della sicurezza europea e transatlantica per tutto il dopoguerra, è un'istituzione «ormai obsoleta», «non attrezzata per combattere il terrorismo islamico», dove «i suoi membri si appoggiano sull'America e non pagano quello che dovrebbero pagare». L'Unione Europea, a sua volta, è diventata ormai «un mezzo usato dalla Germania per i suoi scopi», un'istituzione a guida tedesca dalla quale la Gran Bretagna è voluta uscire, dimostrando «intelligenza» e lungimiranza.

In un'intervista congiunta al quotidiano tedesco Das Bild e al britannico Times, realizzata ieri nel suo studio nella Trump Tower di Manhattan, il presidente americano entrante Donald Trump ha suonato le campane a lutto delle istituzioni che sono state, negli ultimi decenni, l'architrave dello storico legame politico, commerciale e tra Stati Uniti ed Europa, considerata ormai quasi come un concorrente della leadership americana. Quanto a Vladimir Putin, il leader russo del quale aveva manifestato in campagna elettorale tutta la sua ammirazione, Trump non nasconde le sue intenzioni. L'obiettivo, per l'America, è quello di firmare un patto con Mosca che, in cambio del ritiro delle sanzioni e di un indiretto riconoscimento dei diritti russi sulla Crimea e sui Paesi confinanti, preveda una «sostanziale riduzione» delle armi nucleari.

L'intervista, che in realtà è assolutamente coerente con quanto dichiarato da Trump per tutta la durata della campagna presidenziale, ha provocato timore e preoccupazione tra i governi europei, e soprattutto a Berlino, al quale il presidente americano non ha risparmiato frecciate. «Penso che Angela Merkel, verso la quale in passato ho avuto rispetto, abbia commesso un errore catastrofico accogliendo tutti quegli illegali», un errore, ha detto Trump, che lui non commetterà, riferendosi alla frontiera-colabrodo con il Messico.

RISCHIO PER EURO E UE
Mettere in discussione la partnership storica tra Stati Uniti ed Europa - a partire dalla questione ucraina - apre tutta una serie di incognite geopolitiche e forti rischi, secondo Berlino, per la stessa tenuta delle economie europee, aprendo in ordine sparso al ritorno dei nazionalismi in Europa. «Trump è interessato soltanto a fare accordi» ha detto Norbert Rootgen, commissione Affari Esteri del Bindestag. È chiaro che mai nessun presidente Usa aveva mai prima d'ora elogiato una frattura profonda all'interno dell'Europa quale è stata la Brexit, anticipando così probabilmente la digregazione europea e la possibile fine dell'euro così come lo abbiamo conosciuto.


Fonte notizia: http://thebird.altervista.org/il-neoisolazionismo-di-trump-minaccia-ue-e-nato/


esteri |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Dichiarazione CIPOML su vertice di Bruxelles


Dichiarazione CIPOML su vertice NATO Bruxelles


Usa, almeno 40 deputati democratici boicottano insediamento Trump


Usa, Trump inizia oggi il suo Thank You Tour


Napoli Iniziata la IX edizione del “Sabato delle Idee” con una riflessione su “Geopolitica e informazione: l’Europa dopo le elezioni americane”. (Sritto da Antonio Castaldo)


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

L’Iran sfida Trump, esercitazioni missilistiche dei Pasdaran

 «Mostreremo la nostra totale preparazione contro le sanzioni» I Guardiani della Rivoluzione iraniana rispondono alle nuove sanzioni americani con una massiccia esercitazione missilistica. Lo scopo, annunciano i Pasdaran, è «mostrare la nostra totale preparazione contro le sanzioni umilianti» decise dall’Amministrazione Trump. Accordo nucleare in bilico& (continua)

Lecce, 34enne morì in un carcere messicano: "Tre giorni senza acqua, cibo e cure mediche"

Lecce, 34enne morì in un carcere messicano:
 LECCE - Recluso in una cella del carcere messicano di Playa Del Carmen per tre giorni, senza acqua né cibo e con una grave disfunzione epatica in corso: così fu torturato e ucciso Simone Renda, il bancario leccese che il 3 marzo 2007 fu trovato cadavere nel penitenziario. La Corte d'assise di Lecce ha depositato le motivazioni della sentenza con cui il 15 dicembre un giudi (continua)

La rete promuove il Jobs Act. E ai referendum della Cgil voterebbe "no" a maggioranza

La rete promuove il Jobs Act. E ai referendum della Cgil voterebbe
 La riforma del mercato del lavoro incontra pareri favorevoli sui social: oltre i due terzi delle intenzioni di voto sono contrari alle proposte della Cgil di abolizione delle norme su voucher e appalti. Ma anche in questo caso diventa l'occasione per sanzionare il governo di Renzi. La Consulta si è espressa: due dei quesiti proposti dalla Cgil sulla riforma del mercato del (continua)

Trenitalia cambia gli abbonamenti per l'Alta velocità. I pendolari: "Aumenti del 35%"

Trenitalia cambia gli abbonamenti per l'Alta velocità. I pendolari:
 In vendita ci sono quattro formule che variano per costo e giorni di utilizzo: possono essere validi tutta la settimana e tutte le ore, o limitati ai giorni feriali e alla fascia oraria 9-17. La rabbia sulla Torino-Milano: "Passiamo da 340 euro a 459 euro per l'orario libero dal lunedì alla domenica". Trenitalia lancia i nuovi abbonamenti per l'alta velocità, e cambi (continua)

Stefano Cucchi, per il pm fu omicidio preterintenzionale

Stefano Cucchi, per il pm fu omicidio preterintenzionale
 Stefano Cucchi è morto a seguito del pestaggio dopo l'arresto. Otto anni dopo la sua morte in un letto del reparto di medicina protetta dell'ospedale Pertini di Roma (22 ottobre 2009), il procuratore capo Giuseppe Pignatone e il pm Giovanni Musarò chiudono la cosiddetta inchiesta bis (aperta nel novembre del 2014) sui responsabili del suo pestaggio e con l'atto di conclusione i (continua)