Home > News > GLI ANTIDOLORIFICI COME DROGHE? CENTINAIA DI OPUSCOLI INFORMANO I CITTADINI DI GONI E SAMATZAI.

GLI ANTIDOLORIFICI COME DROGHE? CENTINAIA DI OPUSCOLI INFORMANO I CITTADINI DI GONI E SAMATZAI.

articolo pubblicato da: NicoOi | segnala un abuso

 GLI ANTIDOLORIFICI COME DROGHE? CENTINAIA DI OPUSCOLI INFORMANO I CITTADINI DI GONI E SAMATZAI.

 

Purtroppo è molto diffusa una grande disinformazione sulle conseguenze causate dall'abuso di antidolorifici.

Mentre l'uso di alcune droghe di strada in molte nazioni è in diminuzione, anche a causa del loro costo elevato, l'abuso di farmaci prescritti dai medici e antidolorifici è in forte aumento.

Tra gli adolescenti, dopo la marijuana, gli antidolorifici sono la droga più comunemente usata. Questo fenomeno è dovuto al fatto che la maggior parte di loro crede che assumere antidolorifici per provocarsi lo sballo, sia più "sicuro" che assumere altri tipi di droghe da strada.

Niente di più falso e fuorviante!

Ciò che questi giovani non conoscono è il rischio a cui vanno incontro consumando questi farmaci. Paragonabili a vere potentissime droghe in grado di alterare la mente, una corretta informazione sulle conseguenze cui si può andare incontro abusandone, dovrebbe essere profusa a piene mani dai medici che li prescrivono.

L'uso a lungo termine di antidolorifici può portare a dipendenza, anche se sono assunti con lo scopo di alleviare una condizione fisica.

Gli antidolorifici prescritti più potenti molto spesso sono denominati oppioidi, un composto chimico simile all'oppio. Gli effetti di questi composti chimici hanno lo scopo di agire sul sistema nervoso allo stesso modo delle droghe derivate dal papavero da oppio, come l'eroina. Interferendo sul sistema nervoso, oltre a calmare il dolore, producono uno stato di esaltazione e di piacere.

L'impiego prolungato può portare ad una dipendenza fisica e alla conseguente necessità di assunzioni di dosi sempre più forti per ottenere gli stessi effetti.

Molto spesso all'uso per scopo terapeutico fa seguito l'uso per ottenere lo sballo, magari in cocktail con l'alcool o con altre droghe per ottenere maggiori effetti.

Per prevenire l'abuso sempre più diffuso di queste sostanze e mettere in guardia gli "ignari" (?) consumatori, i volontari di Fondazione

per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, durante l'ultimo fine settimana di gennaio hanno distribuito centinaia di opuscoli "La verità sull'abuso di Antidolorifici" a Samatzai e Goni, piccoli centri della Trexenta e del Gerrei in provincia di Cagliari.

Lo scopo primario dei volontari è quello di promuovere una cultura che metta al bando l'uso di qualsiasi sostanza che possa in qualche modo alterare le capacità mentali delle persone, affinchè non venga preclusa a nessuno la possibilità di vivere una vita felice e degna di essere vissuta libera dalla droga, considerando che, come scriveva il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard: "La droga priva la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l'unica ragione di vivere".

 

Info fb: fondazioneperunmondoliberodalladroga-cagliari 

SAMATZAI | GONI | ANTIDOLORIFICI | SCIENTOLOGY | HUBBARD |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Nel quartiere PRUNIZZEDDA a Sassari, si informa sugli effetti degli ANTIDOLORIFICI


A LI PUNTI (SASSARI) DI DIFFONDE LA VERITA' SULL'ABUSO DI ANTIDOLORIFICI


"DICO NO ALLA DROGA": LA CAMPAGNA DI PREVENZIONE ALLA DROGA PIU' DIFFUSA IN SARDEGNA


LA VERITA' SULLA DROGA RICHIESTA A GRAN VOCE IN OLTRE 70 CENTRI DELL'ISOLA.


La verità sugli ANTIDOLORIFICI Parliamo alla “Generazione ansia”


EROINA E ANTIDOLORIFICI, LA VERITA’ VIAGGIA NEI PALAZZI DI VIA COSTITUZIONE A NUORO


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

IL MESSAGGIO DELLA VIA DELLA FELICITA' DIVULGATO DAI COMMERCIANTI CAGLIARITANI.

IL MESSAGGIO DELLA VIA DELLA FELICITA'  DIVULGATO DAI COMMERCIANTI CAGLIARITANI.
      "Non devi fare altro che mettere in cicolazione La Via della Felicità nella società. Come mite olio che si espande nel mare infuriato, la calma si diffonderà dappertutto". Queste parole scritte dall'autore L. Ron Hubbard sono contenute nell'ultima pagina del libretto "La Via della Felicità – guida basata sul buon senso pe (continua)

LA VERITA' SULLA DROGA ANCHE A DECIMOPUTZU

LA VERITA' SULLA DROGA ANCHE A DECIMOPUTZU
        Non passano inosservati i piccoli centri ai volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology. Non importa se la cittadina non conta decine di migliaia di abitanti, ovunque si diffonda la droga è necessario fare prevenzione. Ecco perché i materiali informativi sugli effetti degli stupefacenti verranno distribuiti an (continua)

CAGLIARI CELEBRA LA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA DROGA

CAGLIARI CELEBRA LA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA DROGA
               Il 26 giugno di ogni anno si celebra la Giornata Internazionale Contro l’uso di Droga e il Traffico Illecito. Cagliari non è rimasta a guardare e, per onorare questa giornata all’insegna della salute, Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga ha organizzato un torneo di calcio a 5 contro l’uso di dro (continua)

SIRINGHE NEL PARCO GIOCHI: L'INDIGNAZIONE E LA MOBILITAZIONE DELLE MAMME DI LUOGOSANTO

SIRINGHE NEL PARCO GIOCHI: L'INDIGNAZIONE E LA MOBILITAZIONE DELLE MAMME DI LUOGOSANTO
  Un nuovo incubo si aggira nella mente delle mamme di Luogosanto, dopo il ritrovamento di una siringa nel parco giochi: il consumo di droga. E trattandosi di una siringa non si tratta certo dello spinello serale passato di mano tra gli amici. Improvvisamente si è presa coscienza che la droga è arrivata anche nel piccolo centro della Gallura, alle porte del paradiso vacan (continua)

CONTINUARE CON LA PREVENZIONE PER PORTARE A TERMINE IL LAVORO.

CONTINUARE CON LA PREVENZIONE PER PORTARE A TERMINE IL LAVORO.
        Forse per molti può sembrare un sogno irrealizzabile, non è così per i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology della Sardegna, che da anni hanno ingaggiato un braccio di ferro con gli spacciatori e con i mercanti di bugie, contro la cultura dello sballo. In numerose località dal sud al nord d (continua)